TEORIA: riflessioni teoriche (FACOLTATIVO)

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Andare in basso

slides

Messaggio  valeriariccio il Dom Dic 20, 2009 12:22 pm

complimenti prof,leggendo tutto il materiale per l'esame penso non ci sia un argomento che non mi abbia appassiato e soprattutto il filo logico con il quale e' riuscita a collegare tutte le slides. Penso che da parte Sua non sia stato neanche semplice ricollegare il tutto e offrirci la possibilità di spaziare su tanti altri argomenti,dal concetto di integrazione fino ad arrivare alla cibernetica e il tutto ricollegato ai tanti laboratori che ci hanno permesso un po' di "toccare con mano"la parte teorica trattata e ricevere emozioni vere e a volte molto forti. Grazie corsi come il suo lasciano il segno.
avatar
valeriariccio

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

I cyborg: le origini

Messaggio  AlessiaDiFraia il Mar Dic 22, 2009 1:35 pm

Leggendo l’argomento , tecnologie invasive “ i cyborg: le origini” mi è tornato in mente un film molto interessante a riguardo” Ghost in the shell - L'attacco dei cyborg”. È un film d’animazione diretto da Mamoru Oshii.

“Anno 2032. In un futuro dove non esiste più una distinzione netta tra cyborg e uomo, degli androidi femminili, le ginoidi, costruite per soddisfare il piacere sessuale cominciano a massacrare i loro padroni, poi, si auto distruggono senza una motivazione apparente. La sezione 9, ovvero il dipartimento governativo antiterrorismo informatico, affida il caso al cyber-agente Batou, affiancato dal collega semi-umano Togusa.
La stragrande maggioranza del corpo del Maggiore Motoko Kusanagi, un tempo partner di Batou, andò distrutta anni prima, mentre i frammenti del suo spirito sono ancora fusi e persi nella rete. Batou comincia ad avvertire più volte i segnali di una presenza femminile che lo protegge come un angelo custode. Sarà questa guida che agevolerà le indagini fino al raggiungimento della scioccante verità: un’organizzazione malavitosa inseriva centinaia di ragazzine in dei macchinari di clonazione, per trasmettere le anime delle bambine nelle ginoidi, affinché queste ultime risultassero più “vive” e quindi più appetibili, ma questo processo a lungo andare uccideva le vittime. ”


Ormai siamo in un futuro dove la tecnologia e l'elettronica hanno invaso ogni aspetto degli esseri umani, arrivando a trovare comunemente per strada umani con impianti cibernetici per migliorare le proprie prestazioni.. e questo film ci mostra molte cose interessanti a riguardo … a volte queste cose mi spaventano perché fin quando riguardano la finzione bene … ma se tutto ciò potesse diventare realtà??
la mente umana è soggetta ad ambizioni molto alte e grazie alla tecnologia avanzata potrebbe benissimo far si che la finzione diventi realtà!
avatar
AlessiaDiFraia

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 31
Località : marcianise

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Considerazioni sul forum

Messaggio  pacini anna il Mer Gen 06, 2010 9:12 pm

Colgo ancora una volta l'occasione per salutare tutte voi, ed in particolare la prof. Briganti, a cui rivolgo un GRAZIE sincero per averci dato la possibilita' di "IMPARARE" ...............non solo contenuti, ( tra l'altro molto interessanti) ma soprattutto IMPARARE A RIFLETTERE, a "porci domande" ( piu' che dare delle risposte), a capire che le cose non sempre sono come appaiono, che bisogna andare in profondita' per capire se stessi e gli altri, per capire " IL SENSO DELLE COSE".
E la strada per arrivare a cio' e' la COMUNICAZIONE, qualunque essa sia, in quanto essa genera conoscenza distribuita e apprendimento collaborativo.
E' questo un insegnamento che non dovremo dimenticare mai come donne, ma ancor di piu' come future insegnanti " DI CHI...... CON UNO SGUARDO DICE PIU' DI MILLE PAROLE "

pacini anna

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: TEORIA: riflessioni teoriche (FACOLTATIVO)

Messaggio  Maria Angela Amato il Lun Gen 11, 2010 8:39 pm

Ciò che dell'aspetto teorico mi ha particolarmente colpito è stato l'analisi del testo di Murdaca.. Una nuova cultura della disabilità, i disabili come cittadini a pieno titolo, sollecitare in loro lo sviluppo di:indipendenza ed emancipazione.. La cura che nn deve essere intesa come accudimento con tutte le forme di pietismo ke ne derivano.. ma cura educativa ke alla fine diventa cura di sè... E mi piace anke come la Murdaca rimodula il concetto di integrazione inteso come accoglimento della differenza e come condivisione dei valori ke ciascuno porta con sè..

Per quanto riguarda le sue slaid Prof. mi è piaciuto il filo conduttore ke ha legato la teoria al laboratorio, partendo dall'integrazione fino ad arrivare alla cibernetica... flower

Maria Angela Amato

Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 33

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Teoria

Messaggio  MARIANNA DI CAPRIO il Mar Gen 12, 2010 4:12 pm

Il materiale che ci ha dato l'ho trovato molto interessante e completo!Abbraccia svariati ambiti della disabilità,ma ciò che mi ha di più colpito è la connessione tra disabilità e tecnologie.Non avevo mai avuto modo di studiare un argomento così importante prima ad ora.La tecnologia può essere un mezzo per far si che le persone svantaggiate si sentano più integrate nella società!Grazie Prof. per il materiale che ci ha fornito.
avatar
MARIANNA DI CAPRIO

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 19.11.09
Età : 32
Località : Lusciano (CE)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: TEORIA: riflessioni teoriche (FACOLTATIVO)

Messaggio  valentina fusco il Mer Gen 13, 2010 6:19 pm

io credo che questo corso sia stato l'unico ad aver aperto gli occhi a molte persone (compresa me)...e quindi non si può fare altro che ringraziare...perchè anche se noi parliamo spesso di barriere architettoniche, di integrazione, di persone diversamente abili, facciamo poche cose nella vita reale per loro.
per esempio l'integrazione non è un argomento da trattare solo all'interno delle mura scolastiche, ma assume molta più importanza se inserito nel contesto sociale della vita quotidiana. Infatti per integrazione non si intende solo far istaurare rapporti all'interno di una classe tra bambini normodotati e diversamente abili, ma è poter garantire a queste persone di vivere al meglio la propria vita, gestendola autonomamente e liberamente.
spero che in un futuro molto vicino non ci siano più problemi di questo tipo così che tutti possano godere degli stessi diritti e delle stesse opportunità.
avatar
valentina fusco

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 22.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lettura e commento materiale

Messaggio  Rossella il Gio Gen 14, 2010 3:26 am

trovato il materiale nella sua area docente l' ho letto con grandissimo interesse .
lo trovo molto completo ed esaustivo in quanto abbraccia una vastità di tematiche. parole come inserimento, inclusione, complessità della persona nelle sue sfere ( affettive, emotive, relazionali e cognitive)
mi ha dato modo di pensare al nuovo modo con cui ci si approccia alla sfera della disabilità, che spesso rimane fine a se stessa, non riconoscendo di fatto il soggetto in primis come persone tenendo conto del suo stile di vita, e del suo approcciarsi con l'esterno .
credo che una corretta lettura sia il vedere l'uomo, disabile o meno nelle sue molteplici sfaccettature . concordo con una mia collega che mi ha preceduto , sostenendo che "Di parole belle nei testi negli ultimi tempi ci sono. Purtroppo mancano di concretezza nella realtà.

Rossella

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: TEORIA: riflessioni teoriche (FACOLTATIVO)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum