lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  Antonietta.Gioviale il Gio Dic 03, 2009 1:29 pm

Cillo Nadia ha scritto:
Sono pienamente d'accordo nel sostenere che la tecnologia potenzialmente è positiva ma occorre farne un buon uso!!! ... ecco in questi casi l'utilizzo che se ne fa merita veramente tutta la nostra attenzione e riconoscenza .... se, come in questi filmati visti in aula, può rendere più gratificante la vita di una persona disabile, permettendogli di essere autonomo, ben vada avanti, a gonfie vele, la tecnologia!!!



sono d'accordo con te Nadia... speriamo che le cose cambino VERAMENTE!
avatar
Antonietta.Gioviale

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 03.11.09
Età : 31
Località : Villaricca

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

domotica a comando vocale

Messaggio  De Magistris Grazia il Ven Dic 04, 2009 12:55 am

La domotica permette alla persona disabile di essere autonomo nelle sue possibilita' all'interno della casa con tecnologie sofisticate ma che non tutti possono permettersi cio' e' davvero un grande problema per chi non puo' permettersi una tale tecnologia ed allora come fare se non si puo?

De Magistris Grazia

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  mirella.cavallin il Ven Dic 04, 2009 1:03 pm

Vedere una persona disabile che riesce a diventare padrone della propria vita è sempre una cosa meravigliosa. Ma purtroppo questo non sempre accade perché non tutti si possono permettere di avere delle tecnologie avanzate.
Allora mi collego alla domanda di Grazia chi non puo' permettersi una tale tecnologia, come si deve fare?

mirella.cavallin

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Pc a comando vocale

Messaggio  Angela Gemma Petrellese il Ven Dic 04, 2009 1:42 pm

Questi video sugli ausili tecnologici per disabili,sono stati molto interessanti da guardare perchè anche essendo a conoscenza del fatto che esistessero,non avevo mai visto praticamente come funzionassero con disabili gravissimi che non hanno la possibilità di muoversi perchè affetti da patologie invalidanti(paralisi,distrofie,tetraparesi spastica).

Angela Gemma Petrellese

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

mezzi di locomozione

Messaggio  licia papa il Mar Dic 08, 2009 8:48 pm

Ciao a tutti,
sto riflettendo sugli ausili, di fondamentale importanza per noi futuri insegnanti di sostegno e per i soggetti diversamente abili, che a volte sono gli unici mezzi per far si che il soggetto sia autonomo o quantomeno trovi dei mezzi capaci di fargli svolgere la quotidianità della vita. Purtroppo oggi viviamo in un mondo frenetico e complesso dove il tempo pare sempre insufficiente per tutte le attività che quotidianamente compiamo, e non ci rendiamo conto del reale problema e difficoltà che insorgono in persone che hanno oggettive problematiche.
Su You Tube ho trovato i seguenti video :

https://www.youtube.com/watch?v=0EthLFW-JWA&feature=rec-fresh+div-r-4-HM

https://www.youtube.com/watch?v=3bZ1Bj0kL5s&NR=1

https://www.youtube.com/watch?v=HHiT_p3ztvM&feature=related

I video sopra citati concernono i metodi di locomozione a disposizione dei disabili, ovviamente tralasciando il nome dell'autofficina perchè il mio scopo non è quello di fare propaganda, bensi' di mostrare anche la disabilità da questa angolatura e sotto questo punto di vista.


Ultima modifica di licia papa il Mar Dic 08, 2009 8:57 pm, modificato 1 volta
avatar
licia papa

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere architettoniche : se ci sono,ahimè,abbattiamole tramite training

Messaggio  licia papa il Mar Dic 08, 2009 8:55 pm

Laddove le barriere architettoniche siano presenti, purtroppo ancora oggi sono pochi i contesti in cui sono state abbattute, voglio evidenziare il seguente video che mostra come poter scendere le scale con una sedia a rotelle in 3 modi differenti.Voglio sottolineare l'importanza che assume il training da parte di un esperto del settore, ad esempio un fisioterapista.

https://www.youtube.com/comment_servlet?all_comments&v=LuB_SzEbcws&fromurl=/watch%3Fv%3DLuB_SzEbcws%26feature%3Drelated
avatar
licia papa

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  rosa cera il Mer Dic 09, 2009 12:19 am

ho visto i video proposti dalla collega ma con un'ansia addosso per tutto il tempo...avrebbe potuto farsi male sul serio anche se c'era la fisioterapista...però comprendo anche che, se ci sono barriere architettoniche, una persona costretta alla sedia a rotelle cerca di arrangiarsi come può..certo un semplice scivolo risparmierebbe una fatica enorme...basta così poco eppure..........

rosa cera

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 03.11.09
Età : 30

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

le barriere architettoniche

Messaggio  sabrina mangiacapra il Mer Dic 09, 2009 12:37 am

licia papa ha scritto:Laddove le barriere architettoniche siano presenti, purtroppo ancora oggi sono pochi i contesti in cui sono state abbattute, voglio evidenziare il seguente video che mostra come poter scendere le scale con una sedia a rotelle in 3 modi differenti.Voglio sottolineare l'importanza che assume il training da parte di un esperto del settore, ad esempio un fisioterapista.

https://www.youtube.com/comment_servlet?all_comments&v=LuB_SzEbcws&fromurl=/watch%3Fv%3DLuB_SzEbcws%26feature%3Drelated
Ciao Licia,
ho visto con attenzione i video che hai proposto...devo ammettere che sono molto interessanti e nello stesso tempo emozionanti....
vedere come una persona disabile riesce a superare le barriere è un grande successo ma vedere quanta fatica gli viene chiesta è di certo un grande dolore....

sabrina mangiacapra

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Domotica

Messaggio  maddalena garzone il Mer Dic 09, 2009 10:29 pm

Carolina Nermettini ha scritto:Buonasera a tutti,
la Prof. ci ha dato la possibilità di guardare diversi video interessanti
che esaltano l'importanza della tecnologia; la tecnica come rimedio alla insufficienza
biologica, infatti il ragazzo disabile è riuscito attraverso l'utilizzo di un pc a comando
vocale ad essere autonomo, libero.
La libertà è un concetto su cui vorrei riflettere un attimo!!!
A quanti di voi sarà capitato di ammalarsi e dover per forza dipendere da un'altra persona?
Pensiamo alla vita di un disabile e se questo non avesse nessuno che potrebbe occuparsi di lui?
Ecco che emerge nuovamente l'aspetto economico (pagare una badante), ma non vorrei soffermarmi su questo,
discusso ampiamente in classe, volevo soltanto esprimere quanto sia importante non solo l'aspetto
esteriore ma interiore. Si sente davvero bene dentro il disabile con tutte le tecnologie, gli ausili e la domotica?
Ciao Carolina è giusto ciò che hai affermato precedentemente sottolinendo l'importanza della tecnologia che permette ai disabili di essere autonomi senza dipendere da nessuno.... ma tale libertà ha un "prezzo troppo alto" e tavolta irraggiungibile da molti.
Lo stato dovrebbe assicurare una vita normale e mettere a disposizione tutti gli ausili di supporto , utili da agevolare tutti coloro che si ritrovano ad affrontare numerosi ostacoli

maddalena garzone

Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Uso del pc a comando vocale

Messaggio  maddalena garzone il Mer Dic 09, 2009 10:40 pm

anna.avallone ha scritto:Ciao a tutte, visionando i 3 filmati in aula ho pensato che ancora una volta la tecnologia va in aiuto alle persone con disabilità. La tecnologia credo che sia un arricchimento che permetta ai diversamente abili di avere la possibilità di vivere relazioni sociali e di avere opportunità comunicative come abbiamo visto nel primo filmato sull' uso del PC a comando vocale. Per la domotica, come ho già scritto in un altro intervento, voglio sottolineare che essa non è per tutti e porta a creare disabili di serie A e quelli di serie B. La domotica, e la tecnologia di un certo prezzo, quindi è un vantaggio o crea ulteriori svantaggi per chi non se lo può permettere? Crying or Very sad
Ciao Anna leggendo il tuo intervento mi ritrovo perfettamente rispetto alle possibilità offerte dalla tecnologia ai disabili, favorendo maggiore inserimento nel contesto sociale, realizzazione personale , soddisfazione.... risulta interessante l'ultima frase , e quindi ancora una volta si sottolinea la questione economica che può generare addirittura differenze tra gli stessi disabili , a mio avviso ciò è veramente triste....
Ciao

maddalena garzone

Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  maddalena garzone il Mer Dic 09, 2009 10:51 pm

sabrina mangiacapra ha scritto:
licia papa ha scritto:Laddove le barriere architettoniche siano presenti, purtroppo ancora oggi sono pochi i contesti in cui sono state abbattute, voglio evidenziare il seguente video che mostra come poter scendere le scale con una sedia a rotelle in 3 modi differenti.Voglio sottolineare l'importanza che assume il training da parte di un esperto del settore, ad esempio un fisioterapista.

https://www.youtube.com/comment_servlet?all_comments&v=LuB_SzEbcws&fromurl=/watch%3Fv%3DLuB_SzEbcws%26feature%3Drelated
Ciao Licia,
ho visto con attenzione i video che hai proposto...devo ammettere che sono molto interessanti e nello stesso tempo emozionanti....
vedere come una persona disabile riesce a superare le barriere è un grande successo ma vedere quanta fatica gli viene chiesta è di certo un grande dolore....
Ciao Licia ho visionato il video e devo dire che sono rimasta veramente stupita dalla forza di volontà del disabile , malgrado le difficoltà , mostrava una strabiliante determinazione.... Inoltre non pensavo che si potesse scendere le scale con una sedia a rotelle....
ciao

maddalena garzone

Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

domotica

Messaggio  teresa avella il Ven Dic 11, 2009 12:50 pm

LauraGervasio ha scritto:Tecnologie che potenzialmente potrebbero risolvere gran parte dei problemi delle persone disabili ma che nel concreto non sono accessibili a tutti, anzi alla maggior parte delle persone perchè troppo costose. Ma è importamte sapere che esse esistono, che ci sono; con la speranza che un domani, non troppo lontano, possano essere alla portata di tutti quelli che ne hanno bisogno!!!
La domotica, gli ausilli per disabili o comunque tutte le tecnologie per disabili rispecchiano ciò che afferma Kerckhove per le tecnologie in generale, e cioè che ogni tecnologia è una psicotecnologia, perchè modifica profondamente la capacità dell'uomo.

sono d'accordo con te, per qesto riprendo le tue parole e vi aggiungo che secondo me sarebbero necessari dei corsi di insegnmamento specifici per avere una pnoramica generale di questi ausili, non solo di come utilizzarli e per chi, ma anche come procurarseli e in che modo sceglierli. Per il costo ci vorrebbero politiche di intervento specifiche, atte al sostegno economico e al supporto materiale.

teresa avella

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  teresa avella il Ven Dic 11, 2009 1:03 pm

[quote="giovanna.chianese"]
elena gigliotti ha scritto:Salve a tutti, così come ho detto in aula a proposito del secondo video visionato, ho provato grande gioia e tenerezza di fronte la grande felicità di quel giovane disabile che grazie ad una casa attrezzata dalla domotica, poteva vivere autonomamente. Di fronte al "pietismo" di alcuni miei colleghi, che provavano tristezza nel veder vivere un disabile solo, io mi chiedo, ma che cosa stiamo a fare al corso di didattica speciale? qui ci insegnano, ci parlano di politiche sociali di inserimento dei disabili, di fare in modo che essi siano integrati in una società nella quale possano essere il più autonomi possibile e allora perchè provare tristezza di fronte alla gioia di uno di loro che è riuscito a conquistare il proprio spazio? e' vero che la domotica non è alla portata di tutti, bisognerebbe piuttosto lottare affinché le cose cambino, affinché non ci siano disabili di serie "a" e disabili di serie "b", su questo sono pienamente d'accordo, ma provare tristezza no, non mi sembra giusto ciò, perchè provare tale sentimento significherebbe per me trattarli come diversi. Very Happy

condivido pienamente con te l'avversione al "pietismo" che è ancora testimonianza di una realtà che mira ad una perfezione ideale e non è ancora in grado di assimilare l'idea della gioia nella differenza. mi è venuto in mente l'ICF e il suo punto di vista che è: le condizioni di salute. trovo molto avanzata l'idea di una disabilità vista in termini di salutogenesi secondo questo modello (ce ne parlano al tirocinio)

teresa avella

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  Maria Palladino il Dom Dic 13, 2009 4:15 pm

Maria Palladino ha scritto:Uno degli argomenti significativi è la domotica, che è una scienza interdisciplinare che si occupa dllo studio delle tecnologie atte a mgliorare la qualità di vita nelle case; e grazie alla domotica anche i disabili riescono a utilizzare le tecnologie e quindi a svolgere una vita autonoma!E quindi ancora una volta grazie alle tecnologie! Very Happy

Maria Palladino

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  Maria Palladino il Dom Dic 13, 2009 5:17 pm

Ciao a tutti,volevo condividere le mie considerazioni in merito all'argomento affrontato in classe,oggetto di discussione nel nostro "tempo prolungato d'aula",come la dott.ssa Briganti definisce ,giustamente,la nostra attività laboratoriale. Personalmente non avevo riflettuto, prima d'ora,sulla domotica e ,senza voler cadere nel banale o in considerazioni scontate, sono contenta d'aver avuto l'opportunità di apprendere l'importanza di questa branca della tecnologia moderna. Questa si prefigge,infatti,come finalità il miglioramento della qualità della vita consentendo, così, a molte persone, in situazione di handicap fisico,di poter condurre una vita quanto più possibile "normale" e di sentirsi autonomi nello spazio domestico. E' importante, a mio avviso,potersi sentire indipendenti poichè,diversamente,il senso di dipendenza dagli altri contribuisce ad accrescere nel soggetto "diversamene abile" un senso di inferiorità, naturalmente fisica, oltre a dover obbligare la persona ad adattare le proprie esigenze a seconda della disponibilità degli altri. Molti,o forse ancora troppo poche,condividendo con molte delle mie colleghe,la considerazione secondo la quale tale tecnologia risulta,purtroppo, ancora dispendiosa in termini economici e, pertanto, non è alla portata di tutti. I filmati visti mi hanno costretta a riflettere sulla difficoltà di poter gestire la propria vita domestica,da parte di coloro i quali devono fare a meno della "casa intelligente",e di quanto sia complicato pr un disabile dover provvedere ad un bisogno primario: preparare un pasto o compiere gesto, per noi semplice,come lavarsi le mani. Anche il fattore legato all'economia del tempo, a nostra disposizione,per poter portare a termine tutto quanto ci viene impongosto dagli impegni personali e lavorativi nella quotidianeità,contribuisce a scandire la ridondanza e lo stress cui ciascuno di noi è sottopsto;ed è proprio questa riflessione,spesso,a indurre la persona normodotata a vedere il disabile con gli occhi del pietismo.Tutti dovremmo avere la possibilità di condurre una vita normale e, soprattutto, tutti dovrebbero essere padroni della propria vita. Con l'auspicio che in un futuro non troppo lontano questo sia possibile,questo laboratorio mi ha insegnato una cosa importante,ciò che per me può essere scontato,banale,oserei dire "normale" per tanti risulta ancora maledettamente complicato,scoraggiante....Nell'ambiente domestico innumerevoli risultano essere le barriere architettoniche da abbattere nel rispetto di tutti.
Alessandra Autieri

Maria Palladino

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La domotica

Messaggio  maddalena garzone il Mar Dic 15, 2009 7:35 pm

sabrina mangiacapra ha scritto:Ciao a tutti...
Nel Laboratorio di venerdì abbiamo discusso dei progressi della tecnologia,ossia la "Domotica".
L'argomento in questione è stato già introdotto in un precedente laboratorio e come la volta scorsa, sono state tante e diverse le reazioni di tutti noi...forse non tutti eravamo al corrente di quanto fosse andata avanti la scienza e di quanto potesse essere di supporto ai disabili. Infatti, grazie alla domotica anche le persone svantaggiate possono raggiugere un più alto grado di autonomia,ma dobbiamo anche dire che per quanto siano efficienti e di grande sostegno,sono purtroppo anche troppo costosi e non accessibili a tutti...
Altro punto a sfavore della domotica è che sono poco pubblicizzati e quindi non noti agli stessi interessati.
Speriamo che un giorno siano economicamente possibili a tutti e che ci siano anche da parte delle istituzioni dei concreti incentivi.
Ciao Sabrina è giusto quello che hai affermato....In molti non conoscevamo l'esistenza di questi strumenti utili ai disabili per svolgere attività quotidiane e grazie a tale corso abbiamo avuto la possibilità di conoscere e condividere esperienze "Tristi"
Speriamo che vengano elargiti degli aiuti finanziari.
Ciao

maddalena garzone

Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  maddalena garzone il Mar Dic 15, 2009 10:15 pm

sabrina mangiacapra ha scritto:Ciao...in aula abbiamo visto video di persone che grazie alla domotica e quindi gli ausili tecnologici affrontano " diversamente" il loro deficit...
Io conosco una persona cha è affetta dalla distrofia muscolare di tipo Duchenne,si chiama Roger...Lui,ha tutto il corpo paralizzato ed è costretto a letto tutto il giorno. Nonostante la sua malattia , che va giorno dopo giorno a progredire,riesce a dare forza alla sua famiglia e a se stesso non arrendendosi mai...Qualche anno fà,dopo la morte di suo fratello maggiore, anche lui affetto da questa malattia, decise di scrivere un libro, dove racconta la sua infanzia, il suo rapporto con la malattia, con la sua famiglia e anche la sua vita relazionale al di fuori delle mura domestiche e questo progetto è stato possibile grazie al computer. Personalmente questo libro l'ho letto in un giorno...cmq,tutt'oggi grazie sempre a questo trumento si tiene impegnato per amici e parenti a realizzare video con foto e canzoni,compilation musicali ecc... inoltre socializza con tante persone attraverso internet ( facebook,msn)...Grazie alle scoperte tecnologiche, Roger è riuscito a trovare aspetti positivi nonostante la malattia e questo è di grande insegnamento per tutti noi che lo conosciamo.
Ciao Sabrina mi ha colpito molto il tuo messaggio , infatti ancora una volta si sottolinea la determinazione e la grande volontà di vivere e di non arrendersi, sono per noi dei veri "punti di riferimento " , grazie ai quali apprezziamo anche le cose più semplici.
Ciao a presto

maddalena garzone

Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la domotica

Messaggio  veronica alfiero il Gio Dic 17, 2009 9:10 pm

la domotica è stato un grande progresso soprattutto per quelle persone che hanno deficit motori,in quanto permette loro di vivere una vita autonoma.

veronica alfiero

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 09.12.09
Località : mondragone caserta

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  licia papa il Ven Dic 18, 2009 12:22 am

teresa avella ha scritto:
elena gigliotti ha scritto:
Salve a tutti, così come ho detto in aula a proposito del secondo video visionato, ho provato grande gioia e tenerezza di fronte la grande felicità di quel giovane disabile che grazie ad una casa attrezzata dalla domotica, poteva vivere autonomamente. Di fronte al "pietismo" di alcuni miei colleghi, che provavano tristezza nel veder vivere un disabile solo, io mi chiedo, ma che cosa stiamo a fare al corso di didattica speciale? qui ci insegnano, ci parlano di politiche sociali di inserimento dei disabili, di fare in modo che essi siano integrati in una società nella quale possano essere il più autonomi possibile e allora perchè provare tristezza di fronte alla gioia di uno di loro che è riuscito a conquistare il proprio spazio? e' vero che la domotica non è alla portata di tutti, bisognerebbe piuttosto lottare affinché le cose cambino, affinché non ci siano disabili di serie "a" e disabili di serie "b", su questo sono pienamente d'accordo, ma provare tristezza no, non mi sembra giusto ciò, perchè provare tale sentimento significherebbe per me trattarli come diversi. Very Happy

condivido pienamente con te l'avversione al "pietismo" che è ancora testimonianza di una realtà che mira ad una perfezione ideale e non è ancora in grado di assimilare l'idea della gioia nella differenza. mi è venuto in mente l'ICF e il suo punto di vista che è: le condizioni di salute. trovo molto avanzata l'idea di una disabilità vista in termini di salutogenesi secondo questo modello (ce ne parlano al tirocinio)
Anche io condivido con voi pienamente quest'idea; l'autonomia del soggetto si verifica solo se si accetta la diversità sotto tutti gli aspetti. Quello di vivere in una casa autonoma da solo per un soggetto disabile a me fa gioia e non tristezza, contrariamente alla maggior parte dei miei compagni, perchè ritengo che sia il traguardo fondamentale del processo d'integrazione in quanto tale. Per me essere integrati, vuol dire anche e soprattutto essere autonomi. Poi condivido con Teresa l'idea sull' ICF, il quale descrive la malattia in termini di disabilità ma ci indica anche le potenzialità di ciò che sa fare(in questo senso salutogenesi); contratriamente al paradigma medico che focalizza l'attenzione solo sulla malattia/patologia. E' una grande scoperta della domotica; ma mi pongo degli interrogativi: se molti "pietisti"ritengono che un soggetto che vivi da solo susciti tristezza, dove andremo a finire? Lo scopo non è quello di realizzare l'autonomia? Beh, io personalmente ritengo che se il pensiero condiviso sia questo allora l'integrazione, nel vero senso della parola, non si realizzerà mai, a meno che non si agisce e si cerca di far maturare, nelle persone che pensano ciò, un ripensamento su questo concetto di integrazione. A tal proposito ritengo quindi che, se il pensiero condiviso risulta essere questo, occorre agire sia sulle mentalità delle persone e quindi sull'assetto culturale predominante e sui valori che sugli alti prezzi della nuova tecnologia Domotica, che come sappiamo è un lusso solo per pochi.
avatar
licia papa

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

laboratorio 20 novembre

Messaggio  francaiuliucci il Ven Dic 18, 2009 1:26 am

l'indipendenza è un obiettivo che tutti vogliono perseguire anche se è un requisito necessario ma non sufficiente per raggiungere la libertà. La libertà è un bene prezioso a cui nessuno vuole o deve rinunciare.ecco perchè credo che la tecnologia possa compensare quel gap tra gli individui, in modo tutti abbiano pari opportunità per raggiungere quell'obiettivo che desiderano tutti:" vivere in modo indipendente e quindi poter essere liberi!!!!!!!!!". [/color]

francaiuliucci

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 5 - LAB 20 NOV - PC A COMANDO VOCALE E DOMOTICA

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum