lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Pagina 7 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  valentina.difiore il Lun Nov 30, 2009 8:01 pm

affraid
questa è stata la mia faccia!
...SCONCERTATA!Il quadro generale di cosa sia la disabilità in Italia mi ha lasciata a bocca aperta! Non pensavo potesse essere così...
non solo i mezzi di trasporto pubblici non sono efficienti,ma anche la scuola,il lavoro e soprattutto le pensioni!!
Che diamine ci fa una persona disabile con 250€al mese??Suspect
Onestamente ritengo avvilente la situazione in cui viviamo e personalmente credo che sia molto difficile cercare e trovare una via d'uscita in questa società dove a regnare non è altro che ignoranza e una caterva esilarante di barriere architettoniche!!
avatar
valentina.difiore

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 13.11.09
Età : 31
Località : Ercolano (NA)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CORPO PROTESICO

Messaggio  giuseppinadicaterino il Lun Nov 30, 2009 9:14 pm

In aula durante una discussione siamo giunti alla conclusione che il denaro permette di comprare le migliori attrezzature,permette di andare a visita dai migliori medici.Ad un certo punto ho pensato che una persona disabile che non ha una famiglia benistante non può permettersi le migliori attrezzature?A mio parere dovrebbe essere lo Stato ad offrire ai disabili uguali possibilità...

giuseppinadicaterino

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  tonia d'orazio il Lun Nov 30, 2009 9:26 pm

Teresa Schettini ha scritto:è vero, la situazione tra nord e centro sud è diversa. In tutto. Sia dal punto di vista dell'ausilio scolastico, lavorativo ma non economico! anche per il tempo libero al nord ci sono molte più possibilità di uscita. per esempio il comune di Milano ha una convenzione tra il radio taxi (mini bus con pedana) e le varie comunità dei disabili: così i ragazzi possono uscire tranquillamente ed andare dove vogliono!


e già...e questo divario diviene ogni anno più forte Sad
avatar
tonia d'orazio

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  lupoli erminia il Lun Nov 30, 2009 9:38 pm

Maria Lepore ha scritto:Buona sera a tutti
guardando il video la mia attenzione si è focalizzata sul fattore economico della persona disabile..
Il disabile,dal punto di vista economico,non percepisce sussidi che gli permettano di vivere modestamente,la somma si aggira intorno a 250 euro,cifra irrisoria in quanto non gli bastano nemmeno per le spese mediche e fisioterapiche di cui hanno tanto bisogno.Lo stato dovrebbe ,a mio avviso,essere più sensibile verso questi soggetti agevolandoli sia nel campo lavorativo che nella vita quotidiana. Mad

mi domando...ma non basta che queste persone hanno le loro problematiche???

lupoli erminia

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  ERIKA D'ACUNTO il Lun Nov 30, 2009 9:57 pm

E' davvero triste pensare che la tecnologia ha fatto passi da gigante per aiutare chi ha delle menomazioni fisiche e che poi tutto ciò è riservata solo a pochi perchè i costi sono molto elevati. Penso che tutti abbiano il diritto di usufruire di questi aiuti e che le spese dovrebbero essere a carico dello stato o almeno proporzionate al reddito di chi ne ha bisogno.

ERIKA D'ACUNTO

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 12.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

SAVERIO TOMMASI

Messaggio  antonia luisa raucci il Lun Nov 30, 2009 10:50 pm

Sentiamo spesso parlare di integrazione, inclusione ... nella scuola, nel lavoro, nella società ... quante belle parole vengono spese ma nella pratica risuonano vuote!!!!!

antonia luisa raucci

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 02.11.09
Età : 31
Località : capodrise (CE)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

BOSSAROSA

Messaggio  bossarosa il Lun Nov 30, 2009 10:53 pm

Il corpo protesico funge da struttura tecnico-artificiale e rende più efficace il rapporto del disabile grazie alle prestazioni del corpo con il mondo esterno. Da piccola rimanevo sorpesa quando vedevo un cugino di mamma a cui fù amputata la parte inferiore della gamba a causa di un incidente stradale. ricordo che pensavo spesso se non gli era possibile mettergli una gamba nuova, nella mia ingenuità.Provo gioia nel pensare che la scienza ha fatto passi da gigante e tutto questo oggi un pò è possibile!!

bossarosa

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 20.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CORPO PROTESICO

Messaggio  Anna Ferrante il Lun Nov 30, 2009 11:13 pm

...e come ha detto qualcuno: "ogni diversità è una rampa di lancio verso il futuro, ogni protesi è l' utensile di cui un umano si dota per riuscire ad andare oltre"...

Anna Ferrante

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 06.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lezione 6: concordo con la collega Valeria

Messaggio  Ilaria Mellone il Lun Nov 30, 2009 11:15 pm

valeria gargiulo ha scritto:La natura multimediale degli spazi offerti dalla nuova medialità digitale consente non solo di restituire cittadinanza a tutte le forme linguistiche, ma soprattutto di cogliere la multisensorialità che ci avvicina alla “totalità” dell’essere nel mondo.
Oggi le nuove tecnologie ci danno il potere di ridisegnare ciò che chiamiamo realtà e ci offrono premesse per ripensare seriamente la corporeità in modo diverso.
Giocano con lo strumento primario del nostro rapporto col mondo, l'oggetto su cui si basa la nostra identità di uomini: il corpo.
Le nuove tecnologie della comunicazione sono intorno a noi, tra di noi, e dentro di noi, prolungamenti del corpo come vere e proprie protesi, amplificatori di sensi, con cui l’uomo modifica l’ambiente adattandolo ai propri scopi. Non ci mostrano un corpo smaterializzato o scomparso, ma nuove identità, abbracciando l’idea di corpo tecnologico-corpo protesico: essere un corpo, ma anche avere un corpo attraverso cui si esprime la propria soggettività.
Da sempre l’innovazione tecnologica comporta un’estensione del nostro corpo, oggi noi parliamo di mezzi di comunicazione come “estensioni protesiche” dei nostri organi di senso, dispositivi capaci di predisporre scenari straordinariamente nuovi.
Il corpo contemporaneo è un corpo bionico, un misto di tecnologia e biologia, si svuota degli organi che lo compongono e si lascia invadere dalla tecnologia, un corpo elettronicamente attrezzato, assistito da raffinati congegni e dispositivi diventa onnipresente e universale superando il limite spazio-temporale, superando i confini tra interno ed esterno, tra uomo e macchina, tra io e altro... sunny
avatar
Ilaria Mellone

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 16.11.09
Località : Pozzuoli (NA)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

corpo protesico

Messaggio  buompane giuseppina il Lun Nov 30, 2009 11:59 pm

fondamentalmente lo sviluppo della tecnologia ha reso possibile colmare "vuoti" presenti nel corpo umano.Tecnologia e biologia che si uniscono formando dei congegnie dispositivi molto raffinati e precisi da rendere il corpo attrezzato elettronicamente invaso ..."che magicamente" permette ai soggetti disabili una migliore esistenza.Sicuramente è una grande soddisfazione e un grande passo avanti per la tecnologia che da speranza a tanti soggetti che pensano che la loro vita è compromessa per sempre...
Ma vi è anche un'altra realtà , quella ch ein realtà queste protesi non sono accessibili a tutti , per una questione economica ,in molti casi c'è bisogno di molti soldi...per questo sarebbe bello se ci fossero aiuti, convenzioni da parte enti responsabili...

buompane giuseppina

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Tommasini

Messaggio  Teresa Schettini il Mar Dic 01, 2009 12:07 am

[quote="licia papa"][justify]Salve,
ascoltando in aula il video di Alessio Pancaro mi sono soffermata su molti punti di vista. Egli ha analizzato il problema dell'inserimento scolastico, del collocamento mirato, delle indennità pensionistiche e di accompagnamento per disabili, del tempo libero e delle barriere architettoniche, quindi ha analizzato a tutto tondo la disabilità. Il problema dell'inserimento scolastico, come ha evidenziato Pancaro, fa ancora buchi in quanto è impossibile pensare che un' insegnante di sostegno possa tenere 5 bambini disabili gravi.Purtroppo tutto ciò si verifica per mancanza di fondi, e quindi con la riduzione del personale di sostegno; e , man mano che si va avanti, sto notando che si cerca sempre di più di diminuire questo personale, indispensabile per bambini con bisogni educativi speciali, ancor di più dei "normodotati"; a tal proposito ritengo che sia utile una protesta di massa ,non solo da parte del personale scolastico e dei genitori che hanno un bambino disabile, anche da parte della persone "non coinvolte" poichè essere dovrebbero essere coinvolte dal senso di appartenenza; per cui in una comunità che si rispetti per me è di fondamentale importanza il fatto che un problema di uno diventi uno di tutti.Solo cosi si possono veramente cambiare le cose. Questo ragionamento va fatto non solo quando la cosa va a nostro vantaggio ma anche se è a nostro svantaggio o non ci riguarda, a prescindere da tutto.
Per quanto attiene la legge del collocamento mirato sono d'accordissimo con Alessio, che sottolinea la mancanza di controllo da parte delle province una volta che queste persone disabili vengono assunte in prova dalle aziende, le quali hanno il solo scopo di vincere le gare pubbliche, e una volta perseguito tale scopo licenziano queste persone che vengono sfruttare come se fossero oggetti e non persone. Io ritengo che nessuno può stare inerme e che non costerebbe niente a nessuno fare dei controlli. Ma purtroppo l'indifferenza imperat e con questo meccanismo non si potranno mai ottenere profondi mutamenti.
L'altro tema delle pensioni è una problematica di estrema rilevanza. Un disabile percepisce come pensione 250 euro, cifra irrisoria per una vita autonoma ed indipendente ridotta all'essenzialità, figuriamoci al di più. Io penso che almeno un minimo per poter vivere debba essere dato, e scusate lo sfogo, ma con 250 euro non ci fa nulla una persona normale figuriamoci un disabile che tiene più spese ed esigenze economiche rispetto ad un normodotato.Anche l'indennità di accompagno risulta essere una cifra irrisoria in quanto con i 460 euro non ci fai nulla ne tantomeno puoi permetterti di pagare una badante che ti aiuti nelle normali azioni quotidiani in quanto il suo salario è sugli 800 euro.Molti delle indennità di pensione e accompagnamento vengono oggi date a persone che, tutto sommato stanno bene, e privano coloro che ne hanno veramente bisogno di questa opportunità, grazie ad un sistema che fa acqua da tutte le parti e che non riesce a sanzionare e controllare tali persone che disoneste.
L' ipocrisia a parlare di tempo libero per disabili fa ancora oggi clamore; ma se molte persone disabili sono fissi a letto o chiusi in casa o uccisi dai genitori per vergogna come si può solo minimamente pensare al tempo libero. Ma poi come ci può essere una vita indipendente con 257 euro di pensione?E vogliamo considerare il senso di inciviltà e di egoismo da parte di molti automobilisti che lasciano le loro auto sotto uno scivolo per disabili solo per non perdere tempo a trovare un altro parcheggio, senza pensare alle conseguenze che derivano dalla loro decisione senza tralasciare l'irraggiungibilità e l'inagibilità per i disabili di utilizzare stazioni della metropolitana o pulman?Alla luce di tutte queste argomentazioni espresse sulle tesi discusse brillantemente e coincisamente da Alessio Pancaro ritengo che questa problematica debba ancora diventare un fenomeno "tangibile" da cui la società non può esimersi dal considerare.
[color=darkblue][b][i]

....I disabili hanno il loro tempo libero pur non avendo molti soldi a disposizione riescono sa divertirsi con poco Very Happy

Teresa Schettini

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Sussidi

Messaggio  Teresa Schettini il Mar Dic 01, 2009 12:42 am

Il denaro può comprare una casa ma non un focolare.
Può comprare un letto ma non il sonno.
Può comprare un orologio ma non il tempo.
Può comprare un libro ma non la conoscenza o la saggezza.
Può comprare una posizione ma non il rispetto.
Può pagare il dottore ma non la salute.
Può comprare il sesso ma non l'amore.
PROVERBIO CINESE

lo so, sono frasi scontate e reiterate, E' terribile ridurre il valore dell'uomo a ciò che possiede. Ma l'uomo è denaro.

Teresa Schettini

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  AlessiaDiFraia il Mar Dic 01, 2009 1:27 am

antonia luisa raucci ha scritto:Sentiamo spesso parlare di integrazione, inclusione ... nella scuola, nel lavoro, nella società ... quante belle parole vengono spese ma nella pratica risuonano vuote!!!!!

Pienamente d'accordo troppe parole...troppe leggi scritte...ma in pratica nulla è attuato... flower flower
avatar
AlessiaDiFraia

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 31
Località : marcianise

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LEZIONE 6 LAB 21 SAVERIO TOMMASINI

Messaggio  MANCO MARIANGELA il Mar Dic 01, 2009 5:02 am

L'intervista fatta da Saverio Tommasi ad Alessio Pagani mette in luce la cruda realta' del nostro Paese che non fa abbastanza per le persone diversamente abili.Mi ha colpito la rassegnazione di Alessio , la non fiducia nelle istituzione che invece dovrebbero garantire per prime i diritti di tutti i cittadini.
L'intervista di Alessio vuole essere una denuncia sociale contro i tanti problemi che la societa' pone alle persone diversamente abili. Sono molto arrabbiata per questo e' vergognoso non mobilitarsi nei confronti di queste persone che sono gia' cosi profondamente colpite dalla vita.

MANCO MARIANGELA

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CARLA PALMESE. SAVERIO TOMMASINI.

Messaggio  carla palmese il Mar Dic 01, 2009 10:24 am

MI HA COLPITO MOLTO IL RACCONTO DELLA PROPRIA VITA DI SAVERIO TOMMASINI. L’HO TROVATO MOLTO REALISTICO E ATTUALE. RAPPRESENTA BENE QUELLE CHE SONO LE EFFETTIVE DIFFICOLTÀ, A CUI VA INCONTRO UN DISABILE NEL VIVERE LA SUA QUOTIDIANITÀ: ARCHITETTONICHE, CULTURALI ED ECONOMICHE, OLTRE QUELLE FISICHE DOVUTE AL SUO STESSO HANDICAP!PER ME GLI AIUTI DA PARTE DELLO STATO (LEGGI) E DELLE ASL (SUSSIDI) A SOSTEGNO DEI DISABILI DOVREBBERO ESSERE MOLTI DI PIÙ DI QUELLI ATTUALI, IN BASE ALLE REALI ESIGENZE DI CIASCUNO…
avatar
carla palmese

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.11.09
Età : 39
Località : POMIGLIANO D'ARCO (NA)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Carla Palmese. CORPO PROTESICO E CYBORG!

Messaggio  carla palmese il Mar Dic 01, 2009 10:35 am

Il corpo al giorno d’oggi può essere definito bionico, cioè insieme di tecnologia e biologia, cioè privo degli organi, che effettivamente lo compongono, per essere elettronicamente attrezzato e , al tempo stesso smaterializzato, insomma, si tratta di una nuova identità, attraverso cui esprimere la propria soggettività. Mi auguro solo che nel corso del tempo il processo di artificializzazione del corpo sia soprattutto a sostegno della disabilità.
avatar
carla palmese

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.11.09
Età : 39
Località : POMIGLIANO D'ARCO (NA)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  valentina addesso il Mar Dic 01, 2009 12:59 pm

La visione dei video ha messo in luce la riflessione che già da un pò stavo facendo! Pensavo alle difficoltà ecnomiche che la famiglia di un soggetto diversamente abile deve affrontare senza ricevere aiuti sostanziali dallo stato, alla difficoltà di trovare lavoro per un disabile.
Lo Stato spesso offre pensioni di invalidità ai soggetti diversabili che, però, non permettono neanche di arrivare a fine mese, di pagare una badante.
Tutto questo si ripercuote sulla famiglia del soggetto diversabile e sul soggetto stesso. Così si crea un circolo vizioso :disabilità, solitudine, frustrazione, disabilità.

valentina addesso

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Massimiliano il Mar Dic 01, 2009 1:12 pm

Durante la visone del filmato riflettevo sulle parole di chi vive in prima persona la disabilità.
Chi parla delle sue problematiche riesce a trovare le giuste parole per comunicarci i suoi disagi, ma anche dopo l’ascolto di tali messaggi c’è qualcuno che non avverte il grido di speranza di queste persone.
I soldi sono il motore di questo mondo, ma ancora di più sono il diavolo dell’animo umano. I soldi ci oscurano la vista, i soldi ci rendono ciechi, i soldi ci rendono muti, i soldi rendono disabile la nostra anima.
Qualcuno dice che coloro che hanno i soldi sono fortunati, non sono d’accordo penso che i ricchi siano più poveri dei poveri, perché il loro animo è un deserto arido di sentimenti ed emozioni..
I soldi aiutano, ma non sono indispensabili. Si può fare di più senza essere eroi, cita una canzone di Umberto Tozzi. Le persone con problemi ci dimostrano questo ogni giorno. Grazie di esserci.

Massimiliano

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

politica sussidi familiari

Messaggio  antonella martinelli il Mar Dic 01, 2009 1:41 pm

riguardo alla questione dei sussidi familioari peri i disabili..mi sembra che i casi sono due: o i politici hanno cosi poca considerazione del popolo italiano che,pensano sia composto da persone disposte a credere a promesse che rimarranno tali per mancanza di risorse oppure il nostro Paese in condizioni floride e perfettamente in grado di soddisfare queste e altre promesse.

Trascurare il problema della disabilità,significa trascurare parte della nostra Costituzione....

antonella martinelli

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 39
Località : caserta

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

politica sussidi familiari

Messaggio  Claudia Conte il Mar Dic 01, 2009 7:23 pm

Oggi, in ogni campo si sono fatti passi da gigante, nel settore medico, scientifico, tecnologico e anche politico..in quanto a livello normativo, finalmente le persone con disabilità vengono riconosciute e tutelate..Eppure, gli "aiuti" che lo stato garantisce loro sono minimi, non consentono alla maggioranza di usufruire delle necessarie cure, servizi-assistenza, tecnologie-abilitanti (che potrebbero invece disporre se solo avessero maggiori disponibilità economiche). Lo Stato non può garantire formalmente certi diritti sociali e poi sostanzialmente venire meno! La Tecnologia non può creare speranze, illusioni, se poi effettivamente non tutti hanno la possibilità di godere dei benefici che essa comporta.

Claudia Conte

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

politica sussidi familiari

Messaggio  Claudia Conte il Mar Dic 01, 2009 7:29 pm

Oggi, in ogni campo si sono fatti passi da gigante, nel settore medico, scientifico, tecnologico e anche politico..in quanto a livello normativo, finalmente le persone con disabilità vengono riconosciute e tutelate..Eppure, gli "aiuti" che lo stato garantisce loro sono minimi, non consentono alla maggioranza di usufruire delle necessarie cure, servizi-assistenza, tecnologie-abilitanti (che potrebbero invece disporre se solo avessero maggiori disponibilità economiche). Lo Stato non può garantire formalmente certi diritti sociali e poi sostanzialmente venire meno! La Tecnologia non può creare speranze, illusioni, se poi effettivamente non tutti hanno la possibilità di godere dei benefici che essa comporta.

Claudia Conte

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lab. 21 novembre

Messaggio  Giuseppina Castiello il Mar Dic 01, 2009 8:35 pm

In riferimento alla discussione del lab. 21 novembre, sono rimasta molto delusa ed amareggiata per l'incresciosa situazione economica di tante persone disabili che necessiterebbero di continua assistenza ma purtroppo si vedono negare i loro diritti perchè non sono tutelati come si deve e quindi non avendo possibilità economiche soddisfacenti sono costretti a vivere la loro diversità in condizioni sfavorevoli. Se pensiamo che ci sono migliaia di disabili, allettati che avrebbero bisogno 24 ore su 24 di assistenza materiale ci troviamo nella realtà che queste persone non sanno come provvedere a loro stesse, è vero si ke pur avendo l'aiuto di un familiare, lo stato non li tutela abbastanza. Ma dov'è lo stato quando queste persone hanno bisogno veramente? E' questa la domanda che mi pongo anche perchè a volte vengo a conoscenza di persone che stanno benissimo e percepiscono 2/3 pensioni, mentre a volte persone disabili si vedono negare anche questo loro diritto.

Giuseppina Castiello

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lezione 6: Saverio Tommasini

Messaggio  ciaramella filomena il Mar Dic 01, 2009 10:13 pm

L'intervista di Saverio Tommasini ad Alessio Pancani:ci permette di renderci conto che la realtà in cui vivono i disabili, è molto più grave di quanto pensiamo. Personalmente penso che lo Stato fa molto poco, per coloro che hanno veramente bisogno di aiuto. C'è una frase di Alessio che mi ha colpito: < si parla tanto di INSERIMENTO...> beh di parole se ne dicono tante ma di fatti se ne fanno pochi. Purtoppo il più delle volte i disabili vengono abbandonati a se stessi, lo Stato ha il DOVERE di tutelarli. La strada da percorrere è ancora lunga: un'inizio potrebbe essere :dargli più soldi per farsì che possano essere più autonomi.
confused

ciaramella filomena

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Laboratorio 21 novembre

Messaggio  simona falco il Mer Dic 02, 2009 12:50 pm

L'intervista ad Alessio Pancani ha portato alla luce problematiche già emerse nel dibattito avvenuto in aula e che risultano essere argomenti affrontati costantemente dalla nostra società.
Il mancato inserimento nel mondo del lavoro,le barriere architettoniche, ma anche (e più grave) mancato inserimento nella società intera...non fa di noi, un buon esempio da segiure...
E' strano, e fa tanta tristezza, poter pensare che, persone con degli svangtaggi, possano ancora oggi incontrare forti ostacoli e dover fronteggiare non solo la propria disabilità, ma anche l'ignoranza di molte persone , che risulta essere la barriera piu ardua da oltrepassare.

simona falco

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 05.11.09
Età : 34
Località : frattamaggiore....

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

corpo protesico

Messaggio  Ester Guarente il Mer Dic 02, 2009 9:43 pm

Salve tutti...
Parlare di corpo protesico significa parlare di corpo contemporaneo, un corpo bionico, un misto di tecnologia e biologia, si svuota degli organi che lo compongono e si lascia invadere dalla tecnologia, un corpo elettronicamente attrezzato, assistito da raffinati congegni e dispositivi diventa onnipresente e universale superando il limite spazio-temporale, superando i confini tra interno ed esterno, tra uomo e macchina, tra io e altro.
L’uomo scopre nuove sfaccettature, gli angoli nascosti del proprio sè e nuove possibilità di essere; ha acquisito una straordinaria facoltà: manipolare le sostanze esistenti in natura e, ibridandole, spesso inventa materiali indistruttibili.
I suoi manufatti gli danno l’idea di sopravvivere ai limiti stessi imposti dalla biologia, si sente artefice, creatore, di sé stesso e di altri uomini, si avvicina sempre più ad una realtà dagli aspetti imprevedibili.
Questi nuovi spazi rappresentano la dissoluzione dei confini tra sociale e tecnologico, tra biologia e macchina, tra naturale e artificiale, dissoluzione che è parte dell’immaginario postmoderno. Questo è un "aiuto" enorme per una persona in difficoltà, quasi gli da un senso di "normalità", però ovviamente c'è il lato economica della cosa....cioè troppo costoso per essere usato da tutti!


Ester
avatar
Ester Guarente

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 7 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum