lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Andare in basso

SAVERIO TOMMASINI

Messaggio  Iazzetta Annunziata il Gio Dic 10, 2009 7:28 pm

Una riflessione che merita attenzione:
Aiutare è importante,aiutarsi è più importante!
Mantenere aperta una possibilità di reciprocità di un aiuto familiare,economico,politico significa evitare di trasformare i rapporti in rigide organizzazioni che possono suscitare vittimismo.
Se un disabile ha bisogno di essere aiutato,per esempio,negli spostamenti,l'aiuto va fatto in maniera discreta,senza spettacolarizzare ciò che si fa!
No, non è questo quello che una persona disabile desidera e non è neanche quello che può far bene alla costruzione di un rapporto utile alla società!
avatar
Iazzetta Annunziata

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 32
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  teresa avella il Ven Dic 11, 2009 12:56 pm

[quote="simona romano"]
Ciao a tutti, nella lezione di oggi Ilaria ha parlato di un bambino nel suo palazzo che era nascosto dai suoi genitori in casa perchè non potesse essere visto dagli altri. Certamente la psicologia di un genitore che arriva a fare questo non è semplice da interpretare ma certamente è tale da far riflettere sui tanti volti che il rapporto con la disabilità può assumere.
Ricordo che in un incontro del tirocinio specialistico dello scorso anno due colleghe, Elena Gigliotti e Caterina Arena, ci parlarono del caso di una bambina, conosciuta da entrambe, che (spero di non sbagliare) non aveva gli occhi nè mani nè piedi. I genitori la tenevano sempre chiusa in camera, quasi al buio, con le serrande abbassate per impedire che qualcuno dall'esterno la potesse vedere... ma sarebbe bello se Caterina vi raccontasse della
sua splendida esperienza nata dal contatto con questa bimba, che con lei ha sentito per la prima volta il calore del sole sulla pelle e l'arietta fresca dell'esterno, e tanto tanto affetto. Ricordo che per Caterina non è stato semplice raccontare tutto questo ma c'è rimasto dentro.[/quote

mi ricollego a quello che hai raccontato perchè penso che le testimonianze abbiano un valore enorme perchè colpiscono il cuore delle persone nel profondo, ci fanno riflettere su cose e persone reali che finiscono per entrare nella nostra vita, nel nostro modo di essere e cambiano le nostre azioni e il modo di guardare e di agire nel mondo.

teresa avella

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

laboratorio21 novembre

Messaggio  puocci.immacolata il Mar Dic 15, 2009 10:28 am

Salve...
Dopo la discussione in aula siamo arrivati alla conclusione che il fattore economico per un disabile è di fondamentale importanza,ma non mi sembra giusto che chi vive in ina condizione economica adagiata è fortunato mentre chi nasce in una famiglia povera non può avere le stesse possibilità di uno ricco.A questo punto vorrei dire ma lo stato cosa fa? Non riesce a capire le vere difficoltà di un disabile,proprio lo stato dovrebbe mettere tutti sullo stesso piano ricchi e meno ricchi.

puocci.immacolata

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  licia papa il Ven Dic 18, 2009 12:40 am

elena gigliotti ha scritto:Sono di nuovo io: ho letto un articolo simile a quello citato da Gilda, circa la storia di un giovane ventiduenne che in seguito ad un incidente stradale aveva perso gli arti inferiori e grazie alle protesi di nuova tecnologia e ad un lungo periodo di riabilitazione era riuscito a camminare di nuovo. Grazie alla tecnologia protesica, i soggetti con disabilità possono ritrovare una certa "normalità", però c'è da sottolineare che alla base di questa tecnologia avanzata, imperversa il fattore economico. Non tutti possono avvalersi di essa, perchè è molto costosa. per una democratica rinascita alla vita, è necessario che lo Stato sovvenzioni i disabili, soprattutto quelli meno abbienti, affinchè possano servirsi di questi corpi protesici per ritornare gioiosamente alla loro vita Very Happy
Sono assolutamente concorde con te, Elena. Per ridare in un certo senso"normalità" a questi persone, che vanno sempre considerate nella loro dimensione olistica e come fonte di arricchimento, dovrebbe rientrare in primis lo Stato, tramite finanziamenti economici per i disabili meno abbienti ma anche il nostro senso civico. Purtroppo occorre anche una sensibilizzazione per quel che concerne il concetto di disabilità. Molte persone si siedono in un pulman nel posto riservato ai disabili, molti cercano di fare tutto il possibile per avere finanziamenti che spetterebbero ai disabili. Molte volte non ce ne rendiamo proprio conto di quanto ciò potrebbe incidere e avere ripercussioni e ricadute sul disabile. Ma questo discorso non vale solo per i disabili, ma per tutti. Ci sono famiglie numerose, senza possibilità economiche, che non hanno finanziamenti adeguati per mancanza di risorse. Ovviamente, a mio avviso, sarebbe utile tutelare entrambi, ma la precedenza va sempre garantita ai disabili poichè abbiano i mezzi con cui sopravvivere quotidianamente. Molto importante sarebbe attuare una legge sul collocamento mirato(leggeL 68/99) più realistica; dove ai disabili fosse garantito un maggiore inserimento lavorativo. Occorre integrare il soggeto disabile e per fare ciò è utile inserirlo su tutti i campi: sociale, affettivo, lavorativo, relazionale.
avatar
licia papa

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

laboratorio del 21 nov

Messaggio  francaiuliucci il Ven Dic 18, 2009 1:59 am

la tecnologia ha un costo molto elevato e penso , in questo caso e non solo, vada a carico della società, perchè tutti abbiano pari opportunità. E' ripugnante pensare che a volte i soldi possano rendere un uomo felice. Non è sempre stato l'amore? mi aguro che arrriverà quel giorno che questa affermazione abbia valore assoluto e non relativo. lo so che è e resterà un illusione, ma sognare non è un peccato.

francaiuliucci

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum