lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Pagina 4 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

21 novembre

Messaggio  ilaria arena il Mer Nov 25, 2009 6:59 pm

dopo aver ascoltato diverse opinioni relative al video visionato in aula, credo sia avvilente ricondurre tutto il discorso sulle condizioni di vita del disabile ad una questione di fortuna. Dalla testimonianza ascoltata purtroppo sono emerse molte carenze che lo Stato italiano presenta nei confronti dei soggetti disabili. Non si fa altro che discutere su tali problematiche, fare tanta informazione, con la speranza che tali denunce giungano a chi di dovere ma quando si passerà all' azione?
Credo che molta sfiducia, o atteggiamenti di remissione presenti in alcuni soggetti disabili siano dovuti anche a da questo sentirsi ai margini ed in un certo senso "parcheggiati".
bisognerebbe nel concreto spingere all'azione, dando priorità ad alcune fondamentali esigenze dei soggetti disabili che come noi hanno diritto di poter vivere autonomamente, con gli stessi diritti e le stesse possibilità di un qualsiasi altro cittadino.

ilaria arena

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 06.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Mara Carputo il Mer Nov 25, 2009 7:43 pm

alessia ha scritto:In aula dopo una coinvolgente discussione siamo arrivati alla conclusione che il fattore economico nel campo della disabilità riveste un'importanza fondamentale. Il denaro permette di comprare le migliori attrezzature, permette di retribuire delle badanti in caso di necessità, permette di consultare i migliori medici............
Abbiamo anche detto che una persona disabile appartenente ad una famiglia ricca o benestante è fortunato fin dalla nascita.
E secondo voi è giusto che un bambino che nasce in una famiglia povera non può avere le stesse possibilità di quel bambino che nasce in una famiglia ricca????
E' giusto che non può comprare le migliori attrezzature e supporti che gli rendano la vita meno sofferente??????
E lo Stato cosa fa? E proprio lui che dovrebbe offrire a tutti i disabili le stesse possibilità!!!!!!
Non deve esistere differenza nel capo della salute. Ma è proprio la salute che fa la differenza.
Allora è questione di fortuna????? confused

grazie alessia per aver ripreso alcune domande importanti.la docente
Sono pienamente daccordo con te Alessia...e non mi resta che dirti ,come già saprai, che purtroppo è veramente questione di fortuna!!!!Anche se veramente spero in un maggior aiuto da parte delle istituzioni...forse qualcosa in futuro migliorerà!!!siamo ottimisti
avatar
Mara Carputo

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 03.11.09
Località : Quarto

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

SAVERIO TOMMASINI

Messaggio  Angela Mattiello il Mer Nov 25, 2009 8:01 pm

Ciao a tutti,
sabato in aula si è discusso sulla questione economica...anche il video di Pancani pone molto l'accento sulle svariate broblematiche che sorgono di conseguenza, come per esempio ritrovarsi "senza soldi" a fine mese per la scarsa pensione data dallo stato.E questo mi porta subito a pensare quanto sia difficile poter vivere un esistenza serena per i disabili nel momento in cui non si ha un appoggio economico sicuro.Certo è risaputo che avendo una ricchezza alle spalle tutto sembra quanto meno più facile: assistenza privata, possibilità di ridisegnare la propria realtà tramite le tecnologie e tant'altro ancora.
Ciò non toglie che ogni uomo e donna , di qualsiasi provenienza, classe sociale, colore, abbiano il diritto di vivere una vita dignitosa... E quindi lo Stato deve farsi garante delle difficoltà effettive che i disabili hanno ogni giorno della propria vita, a partire proprio dalle famigerate barriere architettoniche per arrivare agli scompensi economici che subiscono quotidianomente la maggior parte dei disabili.
Aiutare un disabile, creargli delle vere e proprie possibilità finanziare, gioverebbe alla persona in quanto tale, proprio perchè assicura una svolta nella propria vita...basti pensare a coloro che non hanno la possibilità di provvedere per una protesi in quanto sono materiali( se posso permettermi di chiamarli così, ma forse sarebbe più sensato "sogni che si realizzano")molto costosi.
avatar
Angela Mattiello

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lab 21 novembre

Messaggio  Antonietta Arbucci il Mer Nov 25, 2009 8:09 pm

Dopo la visione del video in classe abbiamo discusso sull'importanza del fattore economico per migliorare le condizioni delle persone con difficoltà.A mio parere lo stato mette a disposizione sussidi economici a favore di queste persone che però molte volte non vengono spesi in maniera tale da rispondere alle loro esigenze.

Antonietta Arbucci

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

labortorio del 21 novembre

Messaggio  michelalenzone il Mer Nov 25, 2009 8:20 pm

da tale laboratorio ho capito che da sempre l’innovazione tecnologica comporta un’estensione del nostro corpo, oggi noi parliamo di mezzi di comunicazione come “estensioni protesiche” dei nostri organi di senso, dispositivi capaci di predisporre scenari straordinariamente nuovi.
Il corpo contemporaneo è un corpo bionico, un misto di tecnologia e biologia, si svuota degli organi che lo compongono e si lascia invadere dalla tecnologia, un corpo elettronicamente attrezzato, assistito da raffinati congegni e dispositivi diventa onnipresente e universale superando il limite spazio-temporale, superando i confini tra interno ed esterno, tra uomo e macchina, tra io e altro.
L’uomo scopre nuove sfaccettature, gli angoli nascosti del proprio sè e nuove possibilità di essere; ha acquisito una straordinaria facoltà: manipolare le sostanze esistenti in natura e, ibridandole, spesso inventa materiali indistruttibili.

michelalenzone

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 24.11.09
Età : 31

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CORPO PROTESICO

Messaggio  fernandes maria teresa il Mer Nov 25, 2009 9:30 pm

CORPO PROTESICO
Le nuove tecnologie della comunicazione sono intorno a noi,sono prolungamenti del corpo e sono delle vere e proprie protesi, amplificatori di sensi, con cui l’uomo modifica l’ambiente adattandolo ai propri scopi. Da sempre l’innovazione tecnologica comporta un’estensione del nostro corpo, oggi noi parliamo infatti di “estensioni protesiche” .Si viene cosi a creare un corpo bionico, un misto tra tecnologia e biologia .Tutto questo ha portato alla dissoluzione dei confini tra sociale e tecnologico, tra biologia e macchina, tra naturale e artificiale.

fernandes maria teresa

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

IL CORPO PROTESICO

Messaggio  leonarda savarese il Mer Nov 25, 2009 11:25 pm

Molti uomini-protesi grazie alle tecnologie che supportono il corpo umano, sotto forma di biotecnologie,di sensori,di microchips,di protesi bioniche si sono trasformati da di-sabili in quasi super-abili(Pistorius),riducendo o annullando le distanze con la normalità. Corpo e tecnologia diventano un unicum che va a costruire nuovamente il soggetto.Nello stesso corpo si uniscono carne,muscoli,energie e tecnologia.Tra alcuni anni ,molte delle differenze potranno essere eliminate e ognuno potrà disporre di protesi che sostituiranno una qualunque parte del corpo.In tal modo ci auguriamo una riduzione degli effetti delle minorazioni anche attraverso la minimizzazione del costo della bionica.

leonarda savarese

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

tommasini

Messaggio  antonia colella il Gio Nov 26, 2009 1:25 am

assolutamente favolo quel video:pura verità!!!e io lo so perfettamente e concordo in pieno e in tutto su quello che dice.ho anch'io un padre disabile da circa 4 anno e vi assicuro che è stata davvero una batosta!vedersi da un giorno all'altro il proprio padre,che è sempre stato attivo e faceva di tutto in casa,sentirsi inutile per lui stesso e per la propria famiglia.gli siamo stati e gli saremo sempre vicino,anche se il clima sereno che prima c'era in casa ora si sente a tratti perchè comunque mio padre deve sempre far riferimnto ad uno di noi(per lavarsi,vestirsi,e mangiare)...se poi vogliamo aggiungere il trauma psicologico che ogni giorno dobbiamo vedere:persone che ti fissano come se fossi un alieno,parcheggi per disabili inesistenti,assegni mensili che non riescono nemmeno a coprire la spesa dei farmaci.cos'altro dire....sono proprio delusa ed è proprio vero,credetemi,la cosa che molte persone disabili dicono:"se non lo provi sulla tua pelle o sulla tua famiglia....non riuscirai mai a capire l'intensità del sentirsi "diverso"! Crying or Very sad Mad Sad
avatar
antonia colella

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 05.11.09
Età : 33

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

tommasini-errori

Messaggio  antonia colella il Gio Nov 26, 2009 1:30 am

ragazze scusatemi per gli errori ortografici ma vi prego di capirmi..ho scritto quello che pensavo di getto....senza controllarlo mentre lo facevo.....e scusatimi per lo sfogo e la rabbia....un bacio forte Embarassed
avatar
antonia colella

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 05.11.09
Età : 33

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

corpo protesico

Messaggio  antonia colella il Gio Nov 26, 2009 1:39 am

Oggi le nuove tecnologie ci danno il potere di ridisegnare il presente e ci offrono premesse per ripensare seriamente la corporeità in modo diverso.le nuove tecnologie non ci mostrano un corpo smaterializzato o scomparso, ma nuove identità, abbracciando l’idea di corpo tecnologico-corpo protesico: essere un corpo, ma anche avere un corpo attraverso cui si esprime la propria soggettività.grazie alla protesi noi possiamo affrontare le fatiche di ogni giorno senza sforzo,sia fisico che psicologico,quindi...ben vengano se giustamente utilizzate! Very Happy
avatar
antonia colella

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 05.11.09
Età : 33

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lezione 6 - Lab 21 Mov - Saveri Tommasini Politica Sussidi Familiari

Messaggio  Annalisa Zorzi il Gio Nov 26, 2009 9:58 am

Nell'intervista ascoltata in aula ad un disabile è stato molto interessante osservare tematiche di vario tipo sviscerate ed analizzate dal punto di vista di chi le vive concretamente, nella vita di tutti i giorni. Il punto di vista, questa volta, era proprio quello dei disabili, in maniera diretta.
Le tematiche trattate erano di vario tipo ed investivano svariati argomenti: l'inserimento nelle classi di bambini diversamente abili per i quali il numero dei docenti risulta essere assolutamente insufficiente rispetto alle reali necessità, il problema delle pensioni assegnate ai disabili assolutamente non sufficienti a supportare la necessita' di una badante in casa o di concreti aiuti per la loro vita quotidiana, le scadenti politiche sociali relative al tempo libero dei soggetti diversamente abili ed il loro falso inserimento nel mondo del lavoro dove troppo spesso vengono assunti, come categorie protette, da ditte che aspirano ad importanti appalti per poi essere licenziati pochi mesi dopo. Infine si è tornato ad affrontare il tema, gia' trattato in altri video analizzati in aula, relativo alle barriere architettoniche e si è avuto modo di notare come, anche in molte citta' del nord Italia, mancanza di scivoli, bancomat predisposti per diversamente abili etc. rendono la vita di questi ultimi difficile nelle nostre citta'.

Annalisa Zorzi

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Laboratorio del 21 novembre

Messaggio  Elvira Rosa Romano il Gio Nov 26, 2009 2:07 pm

La discussione in aula ha fatto giungere tutti ad una conclusione amara: non tutti possono permettersi protesi o ausili tecnologici, perchè piuttosto costosi. Come fare? Lo Stato dovrebbe fornire reali sussidi economici. In tal modo garantirebbe a tutte le persone disabili la possibilità di una vita "normale". flower
avatar
Elvira Rosa Romano

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Maria Grazia Sannino il Gio Nov 26, 2009 4:01 pm

antonia colella ha scritto:assolutamente favolo quel video:pura verità!!!e io lo so perfettamente e concordo in pieno e in tutto su quello che dice.ho anch'io un padre disabile da circa 4 anno e vi assicuro che è stata davvero una batosta!vedersi da un giorno all'altro il proprio padre,che è sempre stato attivo e faceva di tutto in casa,sentirsi inutile per lui stesso e per la propria famiglia.gli siamo stati e gli saremo sempre vicino,anche se il clima sereno che prima c'era in casa ora si sente a tratti perchè comunque mio padre deve sempre far riferimnto ad uno di noi(per lavarsi,vestirsi,e mangiare)...se poi vogliamo aggiungere il trauma psicologico che ogni giorno dobbiamo vedere:persone che ti fissano come se fossi un alieno,parcheggi per disabili inesistenti,assegni mensili che non riescono nemmeno a coprire la spesa dei farmaci.cos'altro dire....sono proprio delusa ed è proprio vero,credetemi,la cosa che molte persone disabili dicono:"se non lo provi sulla tua pelle o sulla tua famiglia....non riuscirai mai a capire l'intensità del sentirsi "diverso"! Crying or Very sad Mad Sad
Hai perfettamente ragione, molte persone affrontano questa tematica con molta facilità, molte se ne lavano le mani, poche sono coloro che davvero si interessano e operano per il bene e il miglioramento di persone "diverse".

Maria Grazia Sannino

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lab.21 Nov.

Messaggio  Albanese Immacolata il Gio Nov 26, 2009 4:18 pm

Dopo la visione del video in aula si è aperta una coinvolgente discussione arrivando alla conclusione che il fattore economico nel campo della disabilità è un punto fondamentale.
Infatti molte attrezzature tecnologiche hanno un costo elevato, ed a molte persone con difficoltà spesso capita di non poterne usufruire in quanto percepiscono un supporto economico molto basso. Io mi chiedo ma lo Stato "esiste"? Question

Albanese Immacolata

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Maria Grazia Sannino

Messaggio  Maria Grazia Sannino il Gio Nov 26, 2009 4:46 pm

La politica se si fa portatrice di tutti e garantisce a tutti TUTTO è una buona politica, ma nel momento che manca in questo diventa una politica non buona.
Il video osservato in aula mi ha collegato ad un mio amico, un mio caro amico; ha le stesse patologie di Alessio, quindi vivendo a stetto contatto con lui posso confermare tutto ciò che e stato detto nel video.Il mio amico ha oggi 28 anni, ha passato questi anni nelle a.s.l, negli studi medici,dagli avvocati ottenendo una pensione di 250 euro.
Ah per ottenere la pensione (se così la vogliamo chiamare) ha dovuto mettere in ballo il suo sistema mentale ,perchè solo con la sua patologia non era considerato, a Napoli , disabile.
Nel momento che muoiono i genitori, che come la gran parte delle famiglie attuali ha poche possibilità economiche e quindi non può garantigli una casa, un gruzzoletto di soldi, come la mette nome???Questa domanda molto spesso me la pone, quindi non solo deve addossarsi i sacrifici della sua vita ma anche le problematiche della famiglia e i suoi dispiaceri.
E' un ragazzo che vorrebbe lavorare ma tutti gli chiudono le porte in faccia ; stanco di stare a casa senza poter essere d'aiuto decise nei mesi scorsi di iscriversi alla scuola guida;Sapete quante volte l hanno bocciato?Sapete in che modo ha dovuto sostenere l'esame scritto?
E' stato rimandato per ben tre volte e l'esame l ha sostenuto da solo(in una sala, LUI e L'INGEGNIERE) sulla scrivani dell' ingegniere;quest'ultimo stanco di aver regalato la patente a troppa gente quel giorno decise di leggere il giornale senza rivolgere nè una parola, nè uno sguardo all'esaminato.
In Italia siamo rovinati , alziamo sempre più le barriere tra la parte dei "normali" e quella dei "disabili".
Possibile che nessuno riesca a risolvere la situazione?? Question

Maria Grazia Sannino

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Uomo protesico

Messaggio  Mara Carputo il Gio Nov 26, 2009 6:51 pm

Nel parlare di uomo protesico o cyborg o uomo bionico ho ritenuto opportuno inserire questo breve articolo:
Il colonnello Steve Austin, a causa di un incidente durante una missione, perde le gambe, il braccio destro e l'occhio sinistro. Su di lui viene effettuata una ricostruzione bionica all'avanguardia, che sostituisce gli organi danneggiati con arti bionici. Il costo dell'intervento è di sei milioni di dollari. Grazie agli organi bionici, Steve Austin acquisisce delle capacità eccezionali: le gambe gli consentono di correre a velocità altissime, il braccio è dotato di una forza fuori dal comune, e l'occhio permette una visione ravvicinata di oggetti molto lontani.
Purtroppo si ritorna sempre alla questione economica,se questo incidente fosse accaduto ad un soggetto in condizioni meno agiate avrebbe "smesso di vivere"
pale
avatar
Mara Carputo

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 03.11.09
Località : Quarto

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Falso Margherita il Gio Nov 26, 2009 7:15 pm

Le protesi, sono una delle scoperte più importanti dell'evoluzione tecnologica non so se ci rendiamo conto , che una persona che non riesce a camminare costretta a vivere su una "sedia a rotelle" può perfino correre; ma purtroppo molte volte anche se la tecnologia avanza, l'uomo rimane "paralizzato davanti a tali scoperte" a causa di mancanza di materiie prime ovvero per mancanza di soldi; poi non parliamo delle tante ingiustizie che sono costretti a subire " non si finisce mai di soff affraid rire" . confused

Falso Margherita

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 08.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

robot cyborg

Messaggio  giovanna montanino il Gio Nov 26, 2009 7:20 pm

Ho letto un articolo sulla rassegna di Futuro Remoto, verrà presentato un esoscheletro di nome HAL del peso di 10 kg. ha dei sensori speciali che leggono gli impulsi cerebrali diretti alle gambe attraverso la pelle di chi lo indossa.HAL è nato per aiutare le persone con problemi di mobilità e debolezza muscolare. In campo tecnologico esoscheletro è una struttura che va ad aggiungersi alla muscolatura.
Il dipartimento di Scienze Relazionali hanno creato dei robot che vengono utilizzati come compagni di gioco per supportare i processi individuali di apprendimento. mi pongo una domanda i robot hanno più sensibilità di noi umani?

giovanna montanino

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

corpo protesico

Messaggio  martino sara il Gio Nov 26, 2009 7:30 pm

Ho trovato molto interessante la riflessione di alessia, ed anche io concordo in pieno.Ormai nella nostra societa il nostro corpo ha bisogno delle nuove tecnologie per comunicare ma molte volte anche per alleviare delle sofferenze.Anche se in questa vita tutto ha un prezzo,e molte storie nel mio vivere quotidiano mi fanno riflettere al binomio soldi uguale agevolazioni., dimenticando i nostri diritti.

martino sara

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 16.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Ciborg...

Messaggio  aurorabeatricegiacca il Gio Nov 26, 2009 7:36 pm

Ripensando al concetto di Cyborg credo che non sia da considerarsi solo come un uomo con qualche accessorio tecnologico inserito nella carne e nelle ossa: tutti noi, che siamo stati plasmati e modellati dalla cultura tecnologica, possiamo essere cyborg..se riflettiamo il computer può costituire una sorta di estenzione virtuale del nostro pensiero e non solo,ad esempio per una persona che è affetto da paralisi più o meno diffusa il pc può sostituirsi completamente alla sua mano,alla sua voce attraverso dei particolari sensori che si attivano con il semplice movimento oculare.Pertanto,grazie alla tecnologia digitale,in qualche caso i sordi possono udire, i muti parlare, i ciechi vedere,i paralizzati muoversi. Si tratta di casi significativi in cui la tecnologia cerca di "cancellare" gravi difetti fisici;l'obiettivo primario è quindi non riuscire a parlare,ma riuscire a comunicare,non camminare ma muoversi agevolmente...e tutto questo oggi è possibile con le nuove scoperte in campo scientifico-tecnologico.Appare facilmente deducibile che, il divenire cyborg ha quindi una finalità sociale (la reintegrazione e la sopravvivenza dell’individuo nel gruppo), mentre nelle avventure fantascientifiche il cyborg è una creatura che a causa della sua “differenza” è diventata un fenomeno ed è stata esclusa dalla comunità.
Il cyborg come mostruosità lo trasforma in una figura con cui possono facilmente identificarsi gli emarginati e molte persone che soffrono discriminazioni o che non si sentono integrate nella società..non è un caso che oggi come oggi si cercano nuovi sistemi per rendere protesi e apparecchi il più invisibili possibile.Personalmente ritengo fondamentale mantenere saldo un punto e cioè la funzione delle protesi e dei vari dispositivi è quello di migliorare il livello di vita dell’individuo, cercando di farlo “ritornare” alla sua condizione originaria e aiutandolo a reintegrarsi nella società tenendo sempre presente che questi apparecchi non devono essere concepiti per estendere le capacità del corpo umano al di là di quella che si considera la norma(potremmo citare i numerosi casi di doping...) ma devono essere concepiti semplicemente come supporti da utilizzare in reali situazioni deficitarie.Aurora flower
avatar
aurorabeatricegiacca

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 11.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Sara Gribaudo il Gio Nov 26, 2009 7:39 pm

Il video che abbiamo visto in classe è molto significativo,anche perchè fa un riassunto schematico ma molto chiaro dei problemi e dei disagi che deve affrontare un disabile.
Nella scuola ,ad esempio,si parla spesso e volentieri di appoggio,come se fosse un "parcheggio" e non di inserimento vero e proprio;così come nel mondo del lavoro non ci sono controlli sull inserimento lavorativo e spesso i datori di lavoro se ne "approfittano" di certe situazioni;saverio nel video affronta anche il tema politico,sapendo che chiunque sale al governo che sia di destra o di sinistra,fa solo promesse;viene citato anche il problema delle barriere architettoniche che per i disabili sono un vero e proprio ostacolo;e il tema delle pensioni << un disabile che ha più bisogno di una persona normale prende 250 euro al mese>>....allora mi viene da pensare :"i soldi non fanno la felicità,figuriamoci la miseria"!
avatar
Sara Gribaudo

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 06.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

riflessioni su Alessio Pancani

Messaggio  pacini anna il Gio Nov 26, 2009 7:47 pm

Salve a tutti, volevo soffermarmi sull'intervista di Pancani: tutto cio che dice e' realisticamente vero e tragicamente assurdo. Eppure tutte queste cose...in realta' gia' le sapevamo da tempo, ..........insegnanti di sostegno spartite tra 4-5- alunni; posti di lavoro riservati ai disabili per vincere gare pubbliche ; una pensione ed un eventuale accompagnamento che non ti permette di pagare nemmeno l'affitto di casa.......
ma c'e' di piu'.
Voglio raccontare la storia di massimo un ragazzo di 37 anni, che all'eta' di 22 anni fu costretto su una sedie a rotelle.
La sua tenacia e il suo carattere e tanta riabilitazione l'hanno portato di nuovo a camminare, anche se con gravi difficolta' di deambulazione.
In seguito all'incidente Massimo ha ricevuto una pensione ed un accompagnamento e , dopo un trasferimento a Bologna, anche un lavoro part time compatibile con la sua condizione. Proprio questo nuovo lavoro gli ha permesso, finalmente di mettere su famiglia, ma all'improvviso come un fulmine a ciel sereno succede qualcosa di assurdo: Massimo viene convocato per una visita medica di controllo all' USL di Bologna e viene considerato idoneo, per cui perde pensione ed accompagnamento..........Gli sembra cadere il mondo addosso......
Massimo cade in uno stato di depressione, e anche grazie alla sua giovane moglie, che fa ricorso a tutte le autorita' capaci di aiutarli, compresi giornali e televisioni locali, riesce dopo due anni ad ottenere cio' che gli spettava di diritto.
Credo che l'intervista di Pancani ( un po' come la storia di Massimo), e' un'esortazione a non arrendersi, a lottare per i propri diritti, in ogni caso e con ogni mezzo.....

pacini anna

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LEZIONE 21 NOVEMBRE

Messaggio  angela bruno il Gio Nov 26, 2009 8:01 pm

Credo che uno dei fattori barrieranti più influenti per il diversamente abile, sia proprio il fatto di non poter contare spesso su dei sussidi economici.
Certamente il nostro sistema statale e sanitario mette a disposizione delle risorse per una determinata tipologia di persone disabili, e non per tutti...insomma,
l' erogazione del sussidio viene fatta nella misura in cui è più "grave" l'handicap.In tal modo molti soggetti possono contare su alcune "comodità" per migliorare la qualità della propria vita in vista di una autonomia personale, ma d ' altra parte , ci sono tante persone con disabilità molto gravi , che richiedono da anni sussidi economici( appellandosi ad un sistema come il nostro, dove in teoria è assicurato il Welfare, ma che in pratica viene espletato pienamente solo in alcune realtà felici) che non vedono mai materializzarsi.
Penso che i fondi da destinare alla diversa abilità (parte della spesa pubblica statale), esistono...purtroppo è il malgoverno di alcune regioni , province è comuni ad amministrare male queste risorse portando le persone con difficoltà a subire doppiamente l ' empasse dell' handicap.

angela bruno

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 22.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  laura luise il Gio Nov 26, 2009 8:27 pm

Come già detto in aula, la frase, "i soldi non fanno la felicità", in questo caso non è del tutto vera, in quanto la condizione in cui si ritrovano queste persone, spesso presuppone una adeguata disponibilità economica per rendere la loro vita quantomeno accettabile. Il fattore denaro a questo punto risulta fondamentale in quanto, anche se brutto da dire, chi ha maggiori risorse economiche, riesce ad acquisire le migliori strumentazioni disponibili sul mercato, chi invece, tali risorse non le possiede, è costretto a rivolgersi o alle strutture pubbliche o ad associazioni specifiche che però non riescono a garantire le adeguate operazioni di supporto.
Ed è proprio questa una grande carenza del nostro stato sociale che non riesce a fornire degli accettabili standard di aiuto e ciò influenza in modo negativo il processo di integrazione di tali soggetti.
avatar
laura luise

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 13.11.09
Località : torre del greco

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Giuliana Pianura il Gio Nov 26, 2009 8:36 pm

L'intervista ad Alessio Pancani è molto interessante, perchè ci fornisce informazioni e prospettive nuove su alcuni problemi che in qualche forma sono emersi già sia in aula che nel forum: il problema economico, quello dell'intervento pubblico, quello dell'accesso al lavoro, quello delle barriere architettoniche. Ciò che mi ha colpito in modo particolare è il trucchetto utilizzato dai partecipanti agli appalti pubblici, che strumentalizzano il diversamente abile per vincere una gara... oltre all'orrore morale, è un reato vero e proprio: "truffa" ai danni dei concorrenti, dello Stato e dei cittadini, quindi credo sia assurda l'assenza di controlli su aspetti come questo che saranno sicuramente stati denunciati in più di un'occasione. E l'altra domanda che mi faccio è: come possiamo sperare in una città a misura di disabile se a costruire e ricostruire strade, edifici, piazze, ecc. sono "cittadini" come questi?
avatar
Giuliana Pianura

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 6 - Lab 21 nov - SAVERIO TOMMASINI POLITICA SUSSIDI FAMILIARI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum