lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Andare in basso

oscar pistorius

Messaggio  claudia ciampo il Mar Dic 01, 2009 5:43 pm

Oggi ho sentito un'intervista ad Oscar Pistorius in TV. La cosa che mi ha colpita di più è che ha dichiarato che tutti gli sport che ha praticato, gli hanno fatto più bene all mente che al corpo. Il senso di autoefficacia è stato fondamentale per lui, come del resto lo è per tutti! Oscar ha insistito moltissimo sul ruolo della famiglia e degli amici: ha dichiarato che sono stati un supporto fondamentale nella sua vita. Il suo hobby sono le moto, ne possiede ben 14.....anche il fatto di essere ricco e bello aiuta!....Ragazze, Oscar si trasferisce a Grosseto! Sono proprio contenta perchè sono in graduatoria a Livorno e lui è proprio......UN BEL FIGACCIONE!!!! I love you I love you alien

claudia ciampo

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

volare alto

Messaggio  giovanna montanino il Mar Dic 01, 2009 6:19 pm

Volare alto come i piccoli

Dite:
è faticoso frequentare i bambini.
Avete ragione.
Poi aggiungete:
perchè bisogna mettersial loro livello,
abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.
Ora avete torto.
Non è questo che più stanca.
E' piuttosto il fatto di essere
obbligati ad innalzarsi fino all'altezza dei loro sentimenti.
Tirarsi, allungarsi,
alzarsi sulla punta dei piedi.
Per ferirli.
Questa poesia, mi è stata data da mia madre e penso che vale per tutti i bambini.

giovanna montanino

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

niente è inpossibile!!!

Messaggio  iodice ivana il Mar Dic 01, 2009 6:46 pm

Leggendo le parole di Simona Asciolla ho riflettuto molto su ciò che la famiglia può rappresentare per le persone disabili e prendendo il caso specifico del grande Pistorius ho apprezzato la tenacia della mamma che è riuscita ha trasmettere al figlio nient'altro che positività, ottimismo, speranza, coraggio e forza d'animo..se Pistorius ha continuato ad inseguire i propri sogni senza arrendersi mai, lo deve senz'altro al sostegno ricevuto dalla mamma che ha saputo spronarlo a dare sempre il massimo ricercando fiducia in sè stesso e facendo del suo svantaggio un punto di forza per vincere la sua più grande sfida: quella di diventare campione nello sport ma soprattutto campione nella vita, divenendo un modello esemplare per tutti!

iodice ivana

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  lucia aversano il Mar Dic 01, 2009 7:40 pm

ClementinaVillano ha scritto:"Chi perde davvero non è chi arriva ultimo nella gara. Chi perde davvero è chi resta seduto a guardare, e non prova nemmeno a correre". Inizia così la biografia di Oscar Pistorius, atleta sudafricano al quale gli sono state amputate le gambe quando aveva solo 11 mesi perchè gli mancavano i due peroni.
Il romanzo è molto semplice e divertente e ripercorre la vita di Oscar: i giochi d'infanzia, la scuola, la famiglia, gli amori, lo sport.

Come dice lui, "Tutti abbiamo una disabilità. Magari un problema mentale o fisico. Ma possediamo anche milioni di altre abilità, di talenti che ci possono permettere di superare i nostri limiti e le difficoltà".


Questo dovrà essere assolutamente il prossimo libro che leggerò.

lucia aversano

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lezione 8 Pistorius-libro Dreamrunner-Simona Asciolla

Messaggio  ESPOSITO ROSA il Mar Dic 01, 2009 8:32 pm

Salve a tutti,
la visione dei video di sabato, ma sopratutto la testimonianza di Simona, è stata a mio avviso particolarmente interessante.
La storia di Pistorius mi affascina particolarmente, questo uomo ma prima ancora questo bambino ,riesce sin da piccolo ad affrontare il suo problema utilizzando frasi ironiche del tipo"I MIEI PIEDI SONO COSì PERCIò SONO UN BIMBO SPECIALE".Ciò dimostra una grande forza di volontà trasmessa si dal contesto familiare ma soprattuto dalla figura materna.
Persona speciale che considera il proprio figlio come una persona normale .
Un'altra frase che mi ha colpito particolarmente"GLI ALTRI TI VEDONO COME TU VEDI TE STESSO " anche se molto spesso la società o addirittura la famiglia non limita la diversità ma la rimarca di più.
Spero che al mondo esistano tanti pistorius che possano tracciare la strada affinchè le persone disabili possano far valere i propri diritti e coronare i propri sogni nella vita e nello sport.





















:
avatar
ESPOSITO ROSA

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 36
Località : Massa di Somma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lez. 8 - segue Pistorius - libro dreamrunner - simona asciolla

Messaggio  Giuseppina Castiello il Mar Dic 01, 2009 9:00 pm

Sabato durante la presentazione di Simona Asciolla sul libro di Pistorius, sono rimasta colpita dalla forza di volontà della madre che sin da piccolo ha considerato il figlio disabile uguale a tutti i bambini normali e gli ha trasmesso quella forza di volontà dettata dal bene materno trasmettendogli un valore importantissimo: la sua disabilità per lui non è stato un handicap ma bensì un punto di forza da cui lui ha tratto la sua voglia di vivere.

Giuseppina Castiello

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Intervista a Pistorius

Messaggio  martinoanna il Mar Dic 01, 2009 9:20 pm

Oggi ho avuto modo di ascoltare un intervista fatta su Rai Uno a Pistorius. Un bel ragazzo capace di esprimere con un sorriso tutti gli sforzi fatti per essere a tutti gli effetti considerato un grande sportivo. Ha messo in luce l'importanza che ha avuto nella sua vita gli amici e i familiari. Di sua madre ,morta cinque anni fà, ha detto che gli diceva sempre di dare il massimo in ogni cosa che faceva. Per lui la vita è una cosa meravigliosa, perchè può viaggiare e conoscere culture e persone diverse di cui dice "dobbiamo accettare le differenze". Inoltre ha affermato che sta per partire un Laboratorio che si occuperà delle persone che hanno perso le gambe a causa delle mine, a cui saranno date delle protesi in poco tempo. Una persona davvero straordinaria che si mette anche al servizio di persone che vivono situazione difficili.

martinoanna

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 14.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

pistorius

Messaggio  ILARIA IZZO il Mar Dic 01, 2009 9:24 pm

Salve a tutti...
Qualche tempo fa,ho avuto modo di leggere un'intervista fatta da un noto giornalista ad Oscar Pistorius.
Raccontava delle sue varie esperienze sportive.E delle difficoltà incontrate,ma superate grazie al sostegno di una famiglia che gli ha insegnato il coraggio.
Ed infine la dura battaglia a non essere considerato un disabile,ma semplicemente un atleta.
Io lo ammiro molto,perchè nonostante tutto,combatte per la sua felicità,perchè correre lo rende felice!!!! Very Happy


Ultima modifica di ILARIA IZZO il Dom Dic 06, 2009 12:51 pm, modificato 1 volta

ILARIA IZZO

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 04.11.09
Età : 31
Località : parete

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LEZIONE 8 -SEGUE PISTORIUS-

Messaggio  MANCO MARIANGELA il Mar Dic 01, 2009 9:26 pm

L' approfondimento su Oscar Pistorius è stato molto interessante ,mi ha colpito la forza il ,coraggio di quest 'uomo è emblematica la frase che dice:"L'impossibile non esiste".

MANCO MARIANGELA

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  Fava Maria il Mar Dic 01, 2009 10:35 pm

come tutte le mie colleghe,ritengo che pistorius sia un uomo eccezionale,un esempio da seguire per tutte le persone che vogliono realizzare i propri sogni e affermare i propri diritti,anche se si hanno delle disabilità...anzi,soprattutto se si hanno delle disabilità!perciò non trovo assolutamente giusto che nonostante la vita sia stata per lui già così ingiusta,debba essere ostacolato nella corsa verso il suo sogno!inoltre,per persone cm lui,anche se così forti e indipendenti,penso sia fondamentale la vicinanza e il sostegno di familiari e di persone care,in questo caso parliamo della madre.anche queste persone devono essere prese cm esempio,perchè sono loro che danno quel sostegno morale e quella forza necessaria ad andare avanti e a non mollare mai!

Fava Maria

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 11.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PISTORIUS E LIBRO

Messaggio  antonietta.rossana il Mar Dic 01, 2009 11:26 pm

Salve a tutti

Per la prima volta, Oscar Pistorius racconta la sua storia straordinaria di ragazzo normale: gli scatenati giochi d'infanzia, il primo amore, le varie esperienze sportive con il tennis, la pallanuoto, il rugby e infine l'atletica leggera, in cui ha ottenuto risultati che mai nessun amputato aveva raggiunto. E poi le difficoltà - sempre superate grazie al sostegno di una famiglia che gli ha insegnato il coraggio, l'orgoglio e l'ironia -, i momenti bui, la dura battaglia per conquistare il diritto a poter partecipare alle Olimpiadi, e in assoluto a non essere considerato un atleta disabile, ma semplicemente un "atleta".... E un "uomo". Perché, come dice lui, "Tutti abbiamo una disabilità. Magari un problema mentale o fisico. Ma possediamo anche milioni di altre abilità, di talenti che ci possono permettere di superare i nostri limiti e le difficoltà".
Partecipare alle Olimpiadi è il suo grande sogno, come ogni atleta.
Ora proviamo a ragionare con la testa, e non con il cuore. In ogni gara, come per i test di livello, i partecipanti si sfidano con “armi” pari, prerogativa indispensabile per non invalidare il risultato. Detto ciò, proviamo a riflettere:
Pistorius si può realmente ritenere alla “pari”degli altri concorrenti, o è superdotato? E’ giusto infrangere il sogno di un altro atleta che molto probabilmente, ha alle sue spalle un percorso comunque irto, e spera di poter dire:- “Ce l’ho fatta!”?
Pistorius, esempio di forza e di coraggio,non ha bisogno di trattamenti speciali per vincere. Lui, la sua Olimpiade l’ha gia vinta, perché E’ un vincente.

antonietta.rossana

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lezione 8: -segue pistorius-

Messaggio  ciaramella filomena il Mar Dic 01, 2009 11:34 pm

Messico Patrizia ha detto:
Buongiorno a tutti!
Ieri in aula abbiamo visionato 3 video che seguivano il discorso di Pistorius e delle sue protesi sportive.
In seguito Simona Sciolla ci ha illustrato il libro scritto da Pistorius, che racconta le fasi salienti della sua crescita, alla continua ricerca di migliorare e trasformare i suoi "svantaggi" per poter vivere una vita il più "normale" possibile...
Tre sono stati i punti salienti della sua crescita: l'educazione familiare; il contesto in cui ha vissuto; l'importanza dello sport.
La madre ha avuto un ruolo importantissimo nella sua crescita, infatti gli ha trasmesso il coraggio, forza di rapportarsi agli altri, il non isolarsi.
Lei diceva: "sorridi, solo così gli altri ti vedranno come tu vedi te stesso"...
Pistorius da piccolo indossava protesi di legno e mi ha fatto sorridere sentire l'episodio, raccontato in aula, di quando da bambino sulla spiaggia lasciava dei buchi (al posto delle impronte) ed un bambino gli chiese "come mai?" Egli rispose "perchè i miei piedi sono fatti così, ed io sono speciale per questo"...
Fin da piccolo ha provato vari sport fino a quando ha trovato che la corsa era più idonea alle sue difficoltà...
Durante il dibattito, è circolato il libro di Pistorius contenente tante foto, mentre lo sfogliavo due frasi mi hanno molto colpito: "Quel bimbo è privato di una pagina di vita quasi sacra: i primi passi" e l'altra "...dimostrerò che l'impossibile non esiste"...
Pistorius è l'esempio vivente che l'impossibile non esiste e che con la volontà si può ottenere tutto!!!
Tutti possono realizzare i propri Sogni, l'importante è non ARRENDERSI mai nella vita!!! sunny

ciaramella filomena

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PISTORIUS

Messaggio  Maria Ciccarelli il Mar Dic 01, 2009 11:47 pm

La storia di Pistorius mi ha fatto riflettere molto sull'importanza che la famiglia ha avuto nella sua vita.
Essere accettati nella nostra società,con le nostre differenze,i nostri difetti,il nostro modo di essere,è complicato e spesso non risulta possibile...
Pistorius è l'esempio di come ognuno può migliorare la qualità della propria vita e soprattutto realizzare i propri sogni,anche se con impegno e sacrificio....

Maria Ciccarelli

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

segue pistorius

Messaggio  Claudia Conte il Mer Dic 02, 2009 12:31 am

Credo che il sostegno che Pistorius ha ricevuto dalla sua famiglia e in primo luogo dalla mamma, sia stato determinante nella formazione del suo carattere: determinato, vitale...sognatore, nonostante la vita gli abbia riservato un destino non felice. L'atleta non ha mai smesso di sognare e di credere che "nella vita nulla è impossibile", ciò che conta è volerlo. La mamma gli ha insegnato ad accettare il suo corpo, la sua "DIVERSITA' ", perchè è proprio questa a renderlo speciale, unico, o semplicemente Pistorius.

Claudia Conte

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Gabriella Zeno

Messaggio  Gabriella Zeno il Mer Dic 02, 2009 7:36 pm

"I have a dream” diceva Martin Luther King.Tutti hanno un sogno e quello di Oscar Pistorius, il sudafricano senza gambe che corre con speciali protesi di carbonio, è quello di essere un ragazzo normale, ancora prima che un atleta.
Mi ha molto colpito come la sua famiglia, che a volte in altri casi, abbandona a se stessi i figli in difficoltà, sia stata invece per Pistorius una rocca e un'ancora nella sua grande "favola." flower
avatar
Gabriella Zeno

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Laboratorio del 28 novembre

Messaggio  Elvira Rosa Romano il Mer Dic 02, 2009 8:57 pm

Dal racconto di Simona Asciolla del libro su Pistorius si evince, in particolare, l'influenza della famiglia sulla visione che Pistorius stesso ha della sua disabilità: grazie agli incoraggiamenti dei genitori, della madre specialmente, egli è riuscito a superare la disabilità, facendola "quasi" diventare "motivo di vanto". Già da piccolo era imitato dagli altri bambini che, camminando sui talloni, cercavano di riprodurre i buchi nella sabbia prodotti dal piccolo Oscar.
Otre a quello proprio della famiglia, credo che sia fondamentale il concetto di disabilità diffuso nella società in cui si vive: se le persone disabili verranno considerate "normali", vivranno la loro disabilità serenamente, perchè naturalmente e comunemente "accettata" e non "additata" come anormalità flower !
avatar
Elvira Rosa Romano

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

pistorius

Messaggio  Ester Guarente il Mer Dic 02, 2009 9:35 pm

Salve a tutti...
bhe spesso ho sentito persone affermare che Oscar Pistorius sia facilitato proprio dalle sue protesi....C'è chi parla di "pari mezzi" ma forse non si rende conto che le protesi sono gli unici mezzi che Pistorius ha per correre, con quelle si pone allo stesso livello degli altri, semmai inferiore non superiore. Le protesi non hanno motori o quant'altro che imprimono spinta, sono degli elementi passivi: tu imprimi una forza e loro ti ridanno una spinta purtroppo inferiore a quella di un muscolo, il vantaggio non c'è. Semmai diciamolo il problema è un altro, è culturale: "chi è disabile non può avere performance uguali a chi non lo è, deve rimanere piu in basso, in disparte". Questo pregiudizio fa guardare la realtà in maniera diversa: non si vede che Oscar è arrivato secondo con atleti mediocri che facevano i suoi stessi tempi ma si vede che "ha battuto i normali",e quindi "ci deve per forza essere qualcosa di sbagliato". Il problema è tutto qua! Nella paura del diverso e nella paura da parte dei "normali" di arrivare secondi contro un "disabile" e finchè non si cambierà mentalità radicalmente si continuerà sempre ad avere pena e compassione per le persone disabili e non ci si accorgerà mai di quello che possono fare e che possono dare anche in termini di contributo alla società, lasciandole sempre relegate a ruoli marginali!


Ester Like a Star @ heaven
avatar
Ester Guarente

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Pistaurius

Messaggio  sabrina mangiacapra il Gio Dic 03, 2009 12:02 am

Buonasera a tutti,
sabato in aula abbiamo ascoltato la testimonianza di Simona Sciolla che ci ha parlato del libro dedicato a Pistauris....
questo libro si sofferma su tre aspetti fondamentali :"L'Educazione della famiglia "impartita soprattutto dalla madre, figura primaria e fondamentale per la formazione della personalità di Pistaurius fin da piccolo, infatti, oltre all'ottimismo e alla positività, gli ha trasmesso forza e capacità per poter reagire dinanzi alle varie avversità della vita, mi ha poi molto colpito la frase che egli dice al figlio " Sorridi, solo così gli altri ti vedranno come tu vedi te stesso!";
altro aspetto è "la Mentalità",come sia riuscito Pistaurius ad aprirsi agli altri in maniera positiva così da permettere alle persone di andar oltre e superare i pregiudizi...in merito a ciò mi ha colpito l'episodio del College, fà riflettere tanto il fatto che lui si poneva dinanzi a tutto in forma positiva ed ironica..
terzo aspetto è "Lo Sport",che descrive le varie discipline sportive che ha praticato per individuare quella più adatta alle sue potenzialità e dove viene affrontata la questione delle protesi , tanto discusse per il vantaggio /svantaggio che gli hanno apportato...il vantaggio sulla questione motoria ma nello stesso tempo l'esclusione alle olimpiadi, perchè con l'ausilio delle protesi ,correndo si consumano meno energie, rendendo il 25% di più rispetto ai normodotati , per non parlare della fatica e delle difficoltà di adattamento a questi ausili con il proprio organismo...Per affrontare e superare tutto ciò c'è bisognodi tanta tenacia e forza d'animo e Pitaurius ,devo dire, ne ha da vendere!...Riflettiamo su tutto questo e impariamo anche noi a guardare oltre la nostra realtà, di certo ci arricchirà interiormente.

sabrina mangiacapra

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  Giuliana Pianura il Gio Dic 03, 2009 1:04 am

Sfogliare il libro scritto da Pistorius è stato molto interessante, e poter rivogere le domande a chi conosce in modo approfondito la storia di Pistorius non ha fatto che convincermi sempre più di ciò che pensavo: pretestuosa la sentenza. Dietro al pretesto 2 ragioni: la paura di essere inferiori a chi consideriamo inferiore a noi; l'interesse economico che domina il mondo dello sport ed esige immagini umane perfette e dotate soltanto di protesi estetiche e sottocutanee!
avatar
Giuliana Pianura

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

un saluto a tutti

Messaggio  SimonaAsciolla il Gio Dic 03, 2009 12:44 pm

Ciao ragazze...vi lascio con il video ufficiale dei Negramaro: "VIA LE MANI DAGLI OCCHI" che ha Pistorius come protagonista Wink
Questa canzone esalta secondo me due frasi importanti:

- via le mani dagli occhi, e quindi non abbassare lo sguardo facendo "finta" di non vedere, ma andare oltre, aprire gli occhi, non avere paura e... vedere ciò che c'è realmente;
- non rimandare a domani, perchè rimandare significa non affrontare.



In bocca al lupo a tutte per l'esame

Simona Asciolla

SimonaAsciolla

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 29.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  Antonietta.Gioviale il Gio Dic 03, 2009 1:10 pm

annarosaria imperato

"Limiti e difficoltà"..parliamo di un uomo che racconta il sogno di una vita?
Ma chi di noi non ha attraversato delle difficoltà, ha pianto sui propri limiti e ha cercato in qualche modo di superarli??
Beh, Oscar ( impariamo ad usare i nomi ) non fa nient'altro di diverso!
Oggi, la tecnolgia ha fatto passi da gigante, non dobbiamo temere di parlare di corpo protesico.. perchè non è nulla di extraterrestre! Anzi..
Come dice Oscar " tutti abbiamo una disabilità, magari un problema
mentale o fisico..". Sta proprio qui la chiave di volta.. considerare un disabile un Uomo, come Noi, come Tutti..!

BE' ANNAROSARIA MI è PIACIUTO VERAMENTE TANTO IL TUO MESSAGGIO|||CONDIVIDO A PIENO!!! Very Happy
avatar
Antonietta.Gioviale

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 03.11.09
Età : 31
Località : Villaricca

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  ilaria grimaldi il Gio Dic 03, 2009 1:15 pm

in merito a questo argomento credo che questo sia un modo per non far sentire queste persone ulteriormente diverse...l' utilizzo delle protesi in campo sportivo e' utile affinche' soggetti con delle menomazioni possano gareggare alla pari dei soggetti normodotati e quindi cio'puo'garantire un processo di integrazione e di socializzazione a tutti gli effetti..

ilaria grimaldi

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 21.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Pistorius

Messaggio  rita.morlando il Gio Dic 03, 2009 1:38 pm

Salve a tutti!
Ritengo che la lezione di sabato 28 novembre sia stata molto interessante.
In aula sono stati proposti 3 video relativi a Pistorius ed alle sue protesi sportive.
Nel confronto con gli altri sono emersi alcuni punti salienti di cui:l'importanza della madre di Pistorius che ha fatto si che egli si sentisse a tutti gli effetti competente e competitivo senza dover invidiare nulla ai suoi simili;di conseguenza il valore delle protesi che gli hanno permesso ciò.
Ascoltando la spiegazione di Simona Asciolla sono rimasta colpita soprattutto dall'atteggiamnto dello stesso Pistorius il quale non hai mai perso quella voglia di fare sempre di più e sempre meglio.C'è stata una frase che mi ha fatto riflettere molto:"Gli altri ti vedono come tu vedi te stesso"!La "meditazione" profonda è scaturita dal fatto che spesso si legge nei volti di persone che apparentemente non avrebbero nulla da invidiare a nessuno un velo di tristezza.Ciò è dovuto ad una bassa autostima ed a un' insicurezza che non ci permette di apprezzare le nostre qualità e dunque di non farle emergere ai nostri occhi e a quelli delle persone che ci circondano.
Penso quindi che Pistorius e la sua voglia di vivere possano essere un esempio positivo per tutti noi anche in situazioni che ci sembrano più grandi di noi king

rita.morlando

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PISTORIUS..L'ABBIAMO CONOSCIUTO MEGLIO

Messaggio  mariangeladoriano il Gio Dic 03, 2009 2:56 pm

Il dibattito ed i video di oggi mi sono serviti a capire meglio la questione agonistica ed anche la vita di Oscar Pistorius.
In effetti, in prima analisi, io pensavo che il caso di Pistorius fosse stato esaminato secondo vantaggi e svantaggi...ma in realtà ho capito che non è stato così. Probabilmente il responso affrettato deve essere stato dettato da una superficialità non giustificata da parte delle autorità competenti. Forse sarà sembrato talmente assurdo che hanno affrettato i tempi per mettere tutto a tacere il più in fretta possibile..forse..chissà...fatto sta che Oscar non si è fermato ed ha ottenuto ciò che desiderava: essere ammesso alle olimpiadi.
La sua tenacia si vede anche dalle foto! Nel suo libro, infatti, mi ha colpito vedere il volto di un bambino felice, caparbio, socievole e determinato e Simona ci ha spiegato quanto è stato determinnte in questo, per lui, la famiglia.
Ritorna ciò che ci diciamo dall'inizio dei corsi della didattica aggiuntiva: un bambino, un uomo, una donna, riescono a sentirsi bene, a superare le difficoltà legate alla disabilità, nella maggior parte dei casi, quando al loro fianco ci sono persone che dimostrano di credere in loro!
avatar
mariangeladoriano

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 35
Località : Pozzuoli (Na)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

libro dreamrunner

Messaggio  elenaamendola il Gio Dic 03, 2009 7:30 pm

La storia di Pistorius è una tra le più belle:un ragazzo coraggioso, di sani principi, cresciuto da una madre speciale che ha saputo vederlo e trattarlo come un bimbo normale perchè lui è normale. Al contrario di una collega che nelle prime risposte inviate ha parlato di avere un limite: provare una profonda tristezza verso tutti quei bambini che hanno questi deficit, io non riesco invece a percepirli come diversi né a provare tristezza per loro neanche in quei casi dove non sono solo le gambe o le braccia a mancargli ma molto di più. Ognuno di loro ha un mondo da scoprire, spesso penso che per ogni cosa che gli manca un'altra gli è stata regalata. La più grande fortuna di qualsiasi bambino sono però i genitori è Pistorius è stato davvero fortunato, molti bambini normodotati non lo sono stati altrettanto! Bellissime le frasi e stupendi i racconti già riportati dalle altre colleghe.. vorrei solo aggiungere che la sua storia sembra quella di un film FORREST GUMP. Storia e problematiche diverse, ma stessa ironia e magia dei racconti.
avatar
elenaamendola

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum