lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Pagina 6 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  De Magistris Grazia il Ven Dic 04, 2009 1:14 am

Il libro che abbiamo visto su Pistoriusmi ha molto colpito perche' ci dimostra la forza di una famiglia che nonostante una disabilita' così enorme da' coraggio prima al figlio e poi a loro stessi incoraggiando il figlio e continuando a stare sempre vicino al figlio senza demolarizzarsi mai questo vuol dire essere madri fino in fondo e genitori cio' e' davvero emozionante.

De Magistris Grazia

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  mirella.cavallin il Ven Dic 04, 2009 12:25 pm

Oggi in aula abbiamo visto il video sull’ uso delle protesi in ambito sportivo.
Per la prima volta, Oscar Pistorius racconta la sua storia di vita, una storia straordinaria di ragazzo che non ha gli arti inferiori e che è riuscito a fare gli scatenati giochi d'infanzia, il primo amore, le varie esperienze sportive con la pallanuoto, il rugby, il tennis e l'atletica leggera, in cui ha ottenuto risultati che mai nessun aveva aggiunto.
La questione di Pistorius è se si ha o no il diritto di impedire a una persona di sognare e poter gareggiare con i normodotati. Se continuiamo così si arriverebbe alla conclusione che ognuno può gareggiare da soli, contro se stessi. Io credo che l'unica condizione per partecipare alle olimpiadi è avere la volontà di partecipare.

mirella.cavallin

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

puocci.immacolata

Messaggio  Admin il Ven Dic 04, 2009 3:49 pm

PISTORIUS l'atleta con le protesi
puocci.immacolata Oggi a 14:15

.Salve...
Volevo anch'io parlare di questa discussione, è un ingiustizia totale privare un uomo senza gambe dell'unica gioia sportiva della sua vita.Secondo me Pistorius deve correre sempre alle olimpiadi perchè deve essere considerato come un normodotato..
puocci.immacolata


Messaggi: 4
Data d'iscrizione: 13.11.09
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

SEGUE PISTORIUS

Messaggio  franca guarro il Ven Dic 04, 2009 5:34 pm

La storia di Oscar Pistorius può essere assunta come modello di vita. Attraverso il suo straordinario esempio ci ha posti di fronte a una delle problematiche che affliggono numerose persone e altrettante numerose famiglie ,che vivono quotidianamente enormi difficoltà,il più delle volte in completa solitudine.Quest'Atleta ,con la sua grande forza di volontà, la sua straordinaria determinazione ,derivategli soprattutto grazie all'aiuto della sua famiglia ,e in primis ,sua madre ,ha dimostrato che nulla è impossibile nella vita ,basta volerlo||||

franca guarro

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PISTORIUS

Messaggio  pacini anna il Ven Dic 04, 2009 8:54 pm

Pistorius rappresenta un modello per tutti noi : un uomo che nonostante le avversita' della vita non si e' arreso, una famiglia che lo ha allevato e cresciuto trasmettendoci quell'amore e quella forza che ,purtroppo oggi molti giovani "normodotati" non hanno.
Eppure, anche la' dove c'e' solo da elogiare, ammirare...pure li' vogliamo trovare del marcio: Pistorius e' un ragazzo che a tutti i costi e con tanta volonta' e sacrificio si e' costruito una vita normale come tutti i giovani "SANI" della sua eta', e invece, vogliamo per forza renderlo diverso, escludendolo dalle olimpiadi.
Come dice Bonacini, lo si e' escluso perche le sue gambe erano costruite in fibre di carbonio, e questo poteva rappresentare un vantaggio, ma si e' mai controllato l'utilizzo di scarpette da ginnastica fatte con lo stesso materiale, utilizzate da diversi atLeti che hanno pure vinto delle gare????????? NO, PERCHE LORO ERANO " NORMALI"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

pacini anna

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PISTORIUS

Messaggio  pacini anna il Ven Dic 04, 2009 8:55 pm

Pistorius rappresenta un modello per tutti noi : un uomo che nonostante le avversita' della vita non si e' arreso, una famiglia che lo ha allevato e cresciuto trasmettendoci quell'amore e quella forza che ,purtroppo oggi molti giovani "normodotati" non hanno.
Eppure, anche la' dove c'e' solo da elogiare, ammirare...pure li' vogliamo trovare del marcio: Pistorius e' un ragazzo che a tutti i costi e con tanta volonta' e sacrificio si e' costruito una vita normale come tutti i giovani "SANI" della sua eta', e invece, vogliamo per forza renderlo diverso, escludendolo dalle olimpiadi.
Come dice Bonacini, lo si e' escluso perche le sue gambe erano costruite in fibre di carbonio, e questo poteva rappresentare un vantaggio, ma si e' mai controllato l'utilizzo di scarpette da ginnastica fatte con lo stesso materiale, utilizzate da diversi atLeti che hanno pure vinto delle gare????????? NO, PERCHE LORO ERANO " NORMALI"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

pacini anna

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  stanislao capone il Sab Dic 05, 2009 2:06 pm

ripercorrendo l'ultima lezione e riandando all'esperienza di Pistorius mi è venuta in mente una poesia di Veronica A. Shoffstall, la propongo perchè a me piace e la vedo un pò come una sintesi di tutto quello che si è detto. occorre tanta forza.
Dopo un po' comprenderai
la sottile differenza fra stringere una mano e incatenare un'anima,
e comprenderai che amore non significa dipendenza
e che compagnia non significa sicurezza.

Incomincerai a comprendere che i baci non sono contratti
e i doni non sono promesse,
e incomincerai ad accettare le sconfitte a testa alta e con gli occhi bene aperti,
con la compostezza di un adulto e non con il dolore di un bimbo,
e imparerai a tracciare la strada sull'oggi,
perché il terreno del domani è troppo incerto per essere pianificato.

Dopo un po' comprenderai
che perfino il sole può bruciare se ne prendi troppo.
Allora cura il tuo giardino e abbellisci la tua anima senza aspettare che qualcuno ti regali dei fiori.
E imparerai che puoi veramente farcela... Che sei veramente forte, e che tu vali veramente molto.
avatar
stanislao capone

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 06.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  maione emanuela il Sab Dic 05, 2009 3:11 pm

SimonaAsciolla ha scritto:Buongiorno a tutti sunny mi fa davvero piacere che vi abbia interessato e stimolato l'approfondimento su Oscar Pistorius. Io subito me ne appassionai: la sua è, per me, una storia modello...e mi ha insegnato davvero tanto! Dopo tutti i miei studi, ho visto proprio nella sua storia una possibile realizzazione delle tante cose che si auspicano di attuare e che leggiamo nei libri. Ho capito ancora di più quanto sia possibile abolire piano piano il concetto di diversità attraverso una concomitanza di fattori, che se camminano insieme, portano ad una nuova mentalità, ad un mondo dove non c'è più il normale e il diverso, ma ci sono "persone" che in una prospettiva di cambiamento si impegnano nel creare un mondo migliore. Primo fattore fondamentale è la famiglia che è accanto alle persone con difficoltà, che deve sorreggerli e insegnargli il giusto modo di affrontare la vita e le situazioni, perchè ogni situazione, a prescindere dalla diversità della persona, ha lati positivi e negativi, e la famiglia deve avere la forza di inculcare ai propri figli speranza, positività, voglia di far valere se stessi, voglia di combattere per dimostrare chi si è relamente, per abbattere tutti i pregiudizi che purtroppo incombono sulla nostra società. E questo è quello che la mamma di Pistorius ha fatto per lui, trasmettendogli tanta forza e tenacia, che lo ha portato non solo a socializzare "giocando e scherzando", ma anche a realizzare il suo grande sogno, partecipare alle Olimpiadi, e, indirettamente a realizzare anche il sogno di tanti altri come lui che però non hanno avuto la forza tale per imporsi e soprattutto per imporre il "giusto"(riferendomi alla questione del vantaggio delle protesi).
Dopo la famiglia toccherà al bambino stesso far tesoro di questi insegnamenti e farsi valere. Si mostrerà così con occhi diversi di fronte agli altri, che non sentiranno più l'imbarazzo che solitamente si prova quando si è di fronte a un diversamente abile (anche perchè loro hanno molto da insegnarci). Toccherà infine a chi circonda queste persone, porsi nei loro confronti NON CONSIDERANDOLI COME DIVERSI, ma come parte di loro...e sarà così, che si realizzerà un mondo dove TUTTI vivranno più serenamente all'insegna dell'integrazione.
Quindi da parte dei "diversamente abili":
- utilizzare l'ironia, l'umorismo, essere aperti sulla questione e mostrarsi per quello che realmente si è;
- trasmettere agli altri che si sta bene con se stessi e di conseguenza dargli modo di superare quell'imbarazzo causato da etichettamenti dati dalla società stessa.
Da parte degli altri, intesi come società in toto che interagisce con loro:
- superare i giudizi che si danno basandosi sulla semplice apparenza per andare oltre il primo impatto;
- "conoscere" la persona
- interagire positivamente con lei creando un rapporto che porta ad una crescita ed a un miglioramento reciproco.
COME DICE PISTORIUS: L'IMPOSSIBILE NON ESISTE! cheers













GRAZIE MILLE SIMONA...IL TUO è STATO VERAMENTE UN INTERVENTO VALIDO...UNA SPRUZZATA DI OTTIMISMO...DENTRO DI ME QLCOSA MI DICE"CE LA POSSONO FARE "...è DIFFICILE è VERO...MA NON IMPOSSIBILE..PISTORIUS è UN ESEMPIO DI VITA PER TUTTI NOI...E ANCHE LA SUA FAMIGLIA CHE LO HA SEMPRE MOTIVATO,INCORAGGIATO,SOSTENUTO...
Simona Asciolla
avatar
maione emanuela

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LEZIONE 8- PISTORIUS

Messaggio  Iazzetta Annunziata il Dom Dic 06, 2009 1:01 pm

La lezione di sabato è stata molto interessante,mi ha permesso di riflettere e di focalizzare la mia attenzone sul ruolo dei genitori con figli disabili.
La mamma di Pistorius ha rappresentato per lui una marcia in più,la voglia di andare avanti e non mollare mai!
Nella società italiana di oggi impera la cultura della "normalità".
La "normalità" è un idolo,una specia di mostro sacro da adorare,una specie di Moloch,al quale sacrificare la vita e l'esistenza in nome di un portafoglio pieno di soldi da consumare in status symbol,in carriere,prestigio,potere e soprattutto furbizia.
Ciò che invece manca è proprio una cultura della disabilità e soprattutto della diversità.
Impera solo il lavativismo mentale tipico dei modi di pensare per modelli e ruoli stereotipati tipo "o bianco o nero", "o intelligente o stupido" e disabilità vuol dire emarginazione.
I genitori del ragazzo disabile cominciano a costruirsi intorno, per autodifesa,un muretto di cemento,ma ci sono anche geitori coraggiosi,che reagiscono e che non si vergognano della loro sorte.
Escono fuori dal muro,si tuffano nel sociale,cominciano a lottare.
GRAZIE A LORO,oggi, tutti i genitori di ragazzi con disabilità possono dire di "esserci" e di aver vinto la loro battaglia personale.
Per cui,tutela della disabilità vuol dire anche coraggio di essere se stessi.
Questa è la loro parola d'ordine!
avatar
Iazzetta Annunziata

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 32
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

re: discussione in aula con Simona.

Messaggio  simona romano il Dom Dic 06, 2009 2:35 pm

In aula sono emerse posizioni diverse sulla questione della partecipazione degli atleti protesizzati come Pistorius alle Olimpiadi ed anche questo ha dimostrato come e quanto siamo diversi gli uni dagli altri, nel nostro modo di pensare, di vivere relazioni con cose o persone, di aprire o meno le nostre menti alla condivisione con l'altro. Ma è proprio quella diversità che dà valore alle vite di tutti noi.
Lo stesso Pistorius qualche giorno fa in tv ha detto che quello che gli piace maggiormente nella vita è la diversità, perchè è la diversità che dona opportunità di arricchimento, di crescita e di miglioramento. Se non fossimo diversi sarebbe questo un altro mondo, sterile e nato già morto, in cui non si sorriderebbe nè si piangerebbe perchè nessuno avrebbe nulla di diverso da dare all'altro. La diversità è emozione e ricchezza. Siamo uguali solo in una cosa: siamo tutti creature di Dio, con gli stessi diritti e gli stessi doveri. Per il resto siamo diversi, ma questa condizione di diversità spesso ci spaventa, perchè il diverso richiede un confronto che svela ciò che siamo davvero. Il disabile, come si dice in uno dei video, non appartiene ad un mondo a parte ma è parte di questo mondo, di queste emozioni, di questi stessi diritti e doveri, di questa meravilgiosa diversità.
Condivido pienamente l'affermazione di qualcuno in aula per cui Pistorius, in realtà, è il diverso che spaventa, che richiede il confronto con gli altri nell'affermazione di se stesso come atleta e come persona.

simona romano

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 24.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lezione 28 novembre

Messaggio  LauraGervasio il Lun Dic 07, 2009 1:27 am

Pistorius, come già ho affermato nella prima lezione, è un grande esempio di resilienza e proprio per questo che va mostrato e considerato un esempio per tante persone che come lui hanno questo tipo di difficoltà; ma sicenramente, è un grande esempio anche per persone normodotate in quanto ha dimostrato di non soccombere alle difficolte fisiche, che per i normodotati possono difficoltà di altra natura, quindi è un esempio per tutti!!!
Sicuramente, come Pistorius ci sono tantissime altre persone resilienti che magari non hanno gareggiato alle olimpiadi e non sono uscite per televisione, ma saranno comunque di grande esempio e sprono per chi le stanno vicino.
ribadisco, come affermato in aula alla prima lezione, che individuo una minore diffocoltà di accettazione alla disabiltà congenita (con la quale hanno sviluppato se stessi e si sono adattati all'ambiente in cui vivono)a differenza di una persona che l'acquisisce, per quest'ultima è sicuramente più traumatico e devastante riadattarsi all'ambiente. ovviamente tanto dipende anche da chi sta vicino alle persone disabili e l'aiuto che riescono ad offrirgli, che da come si evince, in questo Pistorius è stato fortunato, ma ovviamente la volontà di reagire è stata solo sua perchè chi sta vicino può tendere la mano ma poi sta alla persona coinvolta volerla afferrare.
avatar
LauraGervasio

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 35
Località : Giugliano in Campania

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  Maria Angela Amato il Gio Dic 10, 2009 7:48 pm

Ciao,
mi ha colpito particolarmente il video "Verso l'uomo bionico"... la frase che dice "la disabilità è un vantaggio perchè le protesi stanno superando i limiti delle sole gambe..." , ma allo stesso tempo la stessa frase mi lascia un pò perplessa... Rolling Eyes E inoltre mi ha colpito anche chi diceva perchè impedire qualcuno di sognare???
Rigurdo a Pistorius è inutile ribadire che lui è un grande... ha sognato, e realizzato soprattutto il suo sogno.. ma nn da solo.. con l'aiuto della famiglia... Che belle queste parole di Oscar "Tutti abbiamo una disabilità. Ma possediamo anche milioni di altre abilità che ci possono permettere di superare i nostri limiti e le difficoltà”. La sua vita mi affascina... cheers

Maria Angela Amato

Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 33

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

segue pistorius

Messaggio  rosaria zannini il Gio Dic 10, 2009 8:02 pm

è sicuramente una cosa positiva che una persona possa usufruire di queste novità tecnologiche,, anzi dovrebbe essere incentivata la costruzione di nuovi apparati che possano avvicinare i meno fortunati ad una vita normale.
dal punto di vista sportivo è necessario fare delle valutazioni che vanno al di là di aspetti puramente emozionali o comunque di simpatie ma è altrettanto evidente tener presente che queste persone hanno scoperto un nuovo modo di essere competitive e di misurarsi con i normodotati con o senza regole certe....

rosaria zannini

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 17.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

pistorius

Messaggio  teresa avella il Ven Dic 11, 2009 1:23 pm

Giuseppina Castiello ha scritto:Sabato durante la presentazione di Simona Asciolla sul libro di Pistorius, sono rimasta colpita dalla forza di volontà della madre che sin da piccolo ha considerato il figlio disabile uguale a tutti i bambini normali e gli ha trasmesso quella forza di volontà dettata dal bene materno trasmettendogli un valore importantissimo: la sua disabilità per lui non è stato un handicap ma bensì un punto di forza da cui lui ha tratto la sua voglia di vivere.

sono d'accordo con te sull'importanza del ruolo svolto dalla madre. a mio parere le idee dell'ambiente in cui viviamo modificano im modo forte quello che diventeremo, sia se accettate, sia se rifiutate

teresa avella

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PISTORIUS

Messaggio  Iazzetta Annunziata il Ven Dic 11, 2009 1:33 pm

Condivido l'opinione di Teresa sull'importanza del ruolo della madre nella vita di Pistorius,ma penso che è stata soprattutto la sua voglia di raggiungere l'obiettivo che si era prefissato,la sua grinta e la sua determinazione a determinare la sua vittoria più importante! Very Happy
avatar
Iazzetta Annunziata

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 32
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  CARUSO VALERIA il Ven Dic 11, 2009 3:41 pm

RIGUARDO LA DISCUSSIONE PISTORIUS PENSO CHE LA REGOLARITà IN CAMPO SPORTIVO NON SEMPRE ESISTA,CHE NON SEMPRE SI GAREGGI IN MODO LEALE,CHE NON SEMPRE SI GAREGGI PER IL PIACERE DI FARLO,PER IL PIACERE DI GIOCARE SEMPLICEMENTE....ARBITRI CORROTTI,DOPING....E SE SI ACCETTA QUESTO, PERCHè NON SI ACCETTA IL FATTO CHE UNA PERSONA DISABILE FORSE(E RIBADISCO FORSE )AVVANTAGGIATA DA DELLE GAMBE "ARTIFICICIALI"POSSA LANCIARE UN MESSAGGIO EMANCIPATORIO,UN MESSAGGIO MORALE,UN MESSAGGIO DI INTEGRAZIONE A QUESTA SOCIETà GIUDICANTE...UN MESSAGGIO CHE VA AL DI LA DEL PERDERE O VINCER UNA GARA,UN MESSAGGIO BEN PIù PREGNANTE.......???? CARUSO VALERIA

CARUSO VALERIA

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 11.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  Maria Palladino il Lun Dic 14, 2009 1:08 pm

Venerdì scorso,subito dopo la visione del filmato,ha avuto luogo, in aula, un confronto molto importante, a mio avviso, in quanto sono state affrontate diverse tematiche relative ai diversamente abili, ed in particolare quello delle barriere architettoniche. Queste costituiscono delle muraglie insormontabili nella società odierna, per tantissime persone, impedendo loro di potersi confrontare con persone normodotate, anche solo per poter dimostrare a se stessi di non essere così "diversi". I fattori barrieranti possono essere anche mentali per un portatore di handicap,come nel caso dell'atleta che ha partecipato alle Olimpiadi con delle protesi.
Quel video mi ha trasmesso emozioni forti, anche perché la determinazione, la forza d'animo e la voglia di tagliare per primo il traguardo erano percepibili a pelle.
Insomma,una persona con tutti i requisiti in regola,dal punto di vista visivo. Personalmente. ho avuto come la sensazione che non fosse un diversamente abile a correre,ma una persona come tutte le altre........In fondo chi può stabilire cosa determini la normalità, e, soprattutto,chi sia veramente disabile?Nella mia percezione visiva,le protesi rappresentavano un dettaglio insignificante rispetto alla fisicità di quell'atleta,il cui desiderio era dimostrare di essere come tutti gli altri.
Alessandra Autieri.

Maria Palladino

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lezione 8

Messaggio  ilaria arena il Gio Dic 17, 2009 6:31 pm

credo, dai video proposti dalla docente sull'utilizzo delle protesi sportive, che bisognerebbe riflettere sull'insieme di potenzialità e differenze che caratterizzano il singolo individuo. A mio avviso ci dovremmo staccare un pò dal pregiudizio che mostriamo di avere nei confronti delle protesi sportive e sul fatto che queste possano costituire un vantaggio o uno svantaggio per le persone disabili.
In realtà ciascun individuo è diverso dall'altro e porta con se una serie di potenzialità che gli sono date dalla nascita, spesso individui con lo stesso percorso atletico e sportivo, sottoposti agli stessi allenamenti, hanno poi due rendimenti completamente diversi; questo fatto credo ci porti a riflettere che il disabile come il normodotato è un essere umano ed in quanto tale porta con se quel bagaglio di competenze e potenzialità che gli appartengono dalla nascita. l'utilizzo delle protesi sportive, come nel caso di Pistorius rappresenta soltanto il mezzo attraverso cui tali potenzialità possano trovare espressione.

ilaria arena

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 06.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

segue pistorius

Messaggio  francaiuliucci il Ven Dic 18, 2009 2:24 am

la vita è un gioco, per alcuni può essere facile per altri difficile. Ma quando è duro diventa complicato vincere, lo puoi fare, diceva mia madre, solo se riesci a cambiare le sue regole. Pistorius ne è un esempio, lo ha fatto con la sua autoironia. Lui, infatti, è riuscito a far si che vivesse una vita senza rinunce, e la sua forza ha fatto in modo che invece di compiangerlo lo abbiamo ammirato tutti. concludo dicendo che se si reagisce con ottimismo di fronte alle proprie difficoltà si riescono a minimizzare i danni. sapersi prendere in giro non è facile, io non ne sono mai stata capace, chi ci riesce è per me una persona speciale. mia mamma è stata una di quelle.
ciao franca

francaiuliucci

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  licia papa il Lun Dic 28, 2009 12:28 am

francaiuliucci ha scritto:la vita è un gioco, per alcuni può essere facile per altri difficile. Ma quando è duro diventa complicato vincere, lo puoi fare, diceva mia madre, solo se riesci a cambiare le sue regole. Pistorius ne è un esempio, lo ha fatto con la sua autoironia. Lui, infatti, è riuscito a far si che vivesse una vita senza rinunce, e la sua forza ha fatto in modo che invece di compiangerlo lo abbiamo ammirato tutti. concludo dicendo che se si reagisce con ottimismo di fronte alle proprie difficoltà si riescono a minimizzare i danni. sapersi prendere in giro non è facile, io non ne sono mai stata capace, chi ci riesce è per me una persona speciale. mia mamma è stata una di quelle.
ciao franca
concordo con te cara franca. Per me la grande forza di volontà di Pistorius e la sua autoironia sono stati di fondamentale importanza. Ha elevato i miei obiettivi, mi ha spinto a non darmi mai per vinta, nemmeno di fronte ad un'ostacolo insormontabile, proprio come ha fatto lui. Ora sono più sicura in me stessa e nelle mie capacità e miro in alto. Ha dato un'apporto alla mia vita e figuriamoci per altre persone disabili. Questo per loro sarà staro visto sicuramente come un'incoraggiamento, ad un innalzamento della propria autostima, a non darsi per vinti di fronte alle proprie difficoltà oggettive, di andare avanti e fare tutto il possibile, di non piangersi addossoe e autocommiserarsi. Beh, ritengo che Oscar Pistorius sia un eroe, e il segno che tutti noi possiamo esserlo con una buona dose di impegno, volontà e autostima. L'importante è, a mio avviso, solo crederci volerlo e rimboccarsi le maniche Smile
avatar
licia papa

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lez. 8 - Segue Pistorius _ Libro Dreamrunner - Simona Asciolla

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 6 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum