lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

PROTESI DI PISTORIUS: VANTAGGIO O SVANTAGGIO?

75% 75% 
[ 46 ]
25% 25% 
[ 15 ]
 
Voti totali : 61

lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Admin il Gio Ott 22, 2009 4:39 pm

PRIMO LABORATORIO 30 OTTOBRE 2009 - Attività laboratoriale

Oscar Pistorius - PROTESI: VANTAGGIO O SVANTAGGIO?

A proposito della frase "un atleta che utilizzi queste protesi ha un vantaggio meccanico dimostrabile (più del 30%) se confrontato con qualcuno che non usi le protesi"
Cosa pensi del divieto di partecipare alle Olimpiadi?
Oscar Pistorius è uno sportivo, detentore di diversi record del mondo nella corsa, nonostante non abbia entrambe le gambe, utilizza protesi in fibra di carbonio.
(se non conosci la sua storia consulta il sito: http://it.wikipedia.org/wiki/Oscar_Pistorius)
Su questo tema consulta il sito:
http://panktalk.blogspot.com/2007/07/pistorius-uomo.html
“Fin dal 2005 ha espresso il desiderio di poter correre coi normodotati alle Olimpiadi di Pechino 2008.
La IAAF il 13 gennaio 2008 ha respinto questa richiesta, sostenendo che "un atleta che utilizzi queste protesi ha un vantaggio meccanico dimostrabile (più del 30%) se confrontato con qualcuno che non usi le protesi" (fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Oscar_Pistorius).
Secondo la Iaaf, le protesi utilizzate da Pistorius costituiscono una violazione dell'articolo 144.2 del regolamento, in quanto garantiscono al 21enne sudafricano un "vantaggio tecnico". La decisione della federatletica internazionale si basa sulla relazione del professor Peter Brueggemann, (docente dell'istituto di biomeccanica dell'Università di Colonia), e sui risultati dei test eseguiti nello scorso novembre. Le protesi, comunemente identificate come "cheetahs", secondo il Consiglio della Iaaf "dovrebbero essere considerate aiuti tecnici in chiara violazione dell'articolo sopra citato. Pertanto, Oscar Pistorius non è ammesso alle competizioni della Iaaf.
E' evidente che un atleta che usi le protesi cheetah sia in grado di correre alla stessa velocità dei normodotati, con un consumo inferiore di energie però. Un atleta che utilizzi queste protesi ha un vantaggio meccanico dimostrabile (più del 30%) se confrontato con qualcuno che non usi le protesi".

DAL CORRIERE DELLO SPORT del 16/05/2008
«Spero che questa sentenza zittisca le folli teorie sul fatto che gareggio con un vantaggio sleale». Questa la prima reazione di Oscar Pistorius alla sentenza del Tas che lo riammette alle gare di atletica leggera organizzate dalla Iaaf. «In tutti questi mesi ho cercato di assicurare a tutti i disabili una possibilità di competere con i normodotati - ha spiegato il sudafricano - ora posso concentrarmi sul tentativo di qualificarmi alle Olimpiadi».
"The fastest thing on no legs"
Questo il suo soprannome... purtroppo… che lo definisce COSA, una cosa.
Il mondo dello sport cerca i cavalli di razza e, quando li trova, li smonta spietatamente come giocattoli.
Pistorius è troppo veloce, perchè tecnicamente modificato.
E resterà una cosa... la “cosa” più veloce che corre senza gambe...
Ma che soffre come un uomo…. Quando si allena magari, quando s’impegna per vincere, qando si sente discriminato…. Un uomo sicuramente “in gamba” che merita tanto!
Che la storia di Oscar Pistorius, l'atleta sudafricano che corre con le cheetah sia da film molti l'avevano predetto e da tempo si vociferava. A confermarlo adesso è lo stesso atleta che a San Pietroburgo alla premiazione dei Laureus, i cosiddetti Oscar dello sport dove figurava tra le rivelazioni dell'anno, ha rivelato che la società di produzione di Tom Hanks si è fatta avanti per girare un film basato sulla sua storia vera. Non è un caso che sia proprio il protagonista di Forrest Gump a interessarsi a lui, sembra quasi una nemesi del film che ha vinto ben sei oscar nel 1995 tra cui quello di miglior attore protagonista. Agli inizi del film si vede un giovane Gump che, per problemi alla schiena, deve usare dei correttori ortopedici alle gambe di cui si libera in una scena al ralenti per iniziare a correre libero e veloce come il "vento che soffia". C'era anche una battuta significativa sulle gambe: "A volte quando le persone vanno in Vietnam tornano a casa dalle loro mamme senza le gambe. " : come ad esempio il suo tenente ( Gary Sinise) da lui salvato.
Dopo la storia di Gump, che pur con l'handicap di un quoziente di intelligenza inferiore alla media si laurea , non poteva Hanks che dedicarsi a quella di un ragazzo che corre con le protesi al posto delle gambe. Per Pistorius " il film sulla sua storia può servire a dare coraggio a tutti i disabili".
Possiamo aggiungere che un film su Pistorius possa anche servire, proprio come fece Gump, a superare molti pregiudizi che sta incontrando sulla sua strada di atleta. Il film può far capire la sua odissea personale ad opera delle autorità sportive che hanno deciso che può correre a Pechino solo le Paralimpiadi e non le Olimpiadi. Nel caso il suo ricorso al Tas contro la decisione della Iaaf non venga accolto Pistorius ha detto che per vedrlo protagonista alle Olimpiadi bisognerà Londra 2012. Molto meno per vederlo protagonista del film per la cui realizzazione si è pure proposto come attore protagonista, ha detto scherzando sulla notizia . Rossella Accardo
-----
"Corriere della Sera" nel 2005.....
«Andrò a Pechino ma senza le gambe»
La storia di Oscar Pistorius, amputato bilaterale e fenomeno dei 400 metri. Il suo sogno: «Battere i normodotati»
PRETORIA (SUDAFRICA) - Hende e Sheila Pistorius dovevano prendere una decisione difficile. Consultarono i medici. Cercarono pareri di esperti. Alla fine si convinsero: era una scelta da fare. Per il loro piccolo «Oz», come amavano chiamarlo, un batuffolo di meno di un anno, non poteva esserci altra possibilità. «Va bene, amputategli le gambe», dissero ai medici. Oscar era nato con una malformazione congenita, senza i talloni dei piedi. I medici allora gli amputarono le gambe. Sotto il ginocchio. Aveva undici mesi. Due mesi dopo gli misero le prime protesi. «Non sono una persona disabile - dice oggi Oscar -. Sono semplicemente una persona senza le gambe».
......
«Quando la gente mi chiede: cosa provi ad avere le gambe artificiali?, io rispondo: non lo so, tu cosa provi ad avere due gambe reali?», dice. ..

perl'articolo completo:
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Sport/2005/04_Aprile/28/pistorius.shtml
----
« Perdente non è chi arriva ultimo in una gara, ma chi si siede e sta a guardare. »
(La madre di Oscar Pistorius)

Pistorius detiene il record del mondo per amputati su tutte e tre le distanze su cui corre: 10.91 sui 100, 21.58 sui 200 e 46.25 sui 400.
Il 16 maggio 2008 Pistorius è riabilitato dal tribunale sportivo alla partecipazione delle olimpiadi 2008. Nelle motivazioni che hanno portato alla riabilitazione, si legge che "al momento non esistono elementi scientifici sufficienti per dimostrare che Pistorius tragga vantaggio dall'uso delle protesi". Non ha però realizzato il tempo che permette di partecipare alla manifestazione. Il 9 settembre 2008 vince la medaglia d'oro alle Paraolimpiadi di Pechino nei 100 metri chiudendo in 11"18 per poi ripetersi il 13 settembre nei 200 metri (con il tempo di 21"67, record paralimpico) e il 16 settembre nei 400 metri (con il tempo di 47"49, record del mondo).
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pistorius è divenuto l’emblema della distanza che c'è tra normodotati e disabili...un muro che rendiamocene conto, si ha paura di abbattere...
Il caso ha generato attenzione e polemiche dall'opinione pubblica, dagli spettatori, anche di chi non ha le competenze per discutere tecnicamente il caso o di chi non vive una condizione di disabilità.
La teconologia ha portato ad una quasi condizione di "normalità" i cosi detti "disabili", rendendo possibile ad un soggetto appartenente a quest'ultimo gruppo, il partecipare ad una gara sportiva con normodotati. Il problema è nato quando si è parlato di vincere...

Commenta il caso dello sportivo Oscar Pistorius

come disabilità

https://www.youtube.com/watch?v=cMsM_HoBTCw

come persona

https://www.youtube.com/watch?v=7l27uL6kugU

altri video

PISTORIUS: Protesi come vantaggio?

https://www.youtube.com/watch?v=cMsM_HoBTCw
https://www.youtube.com/watch?v=7l27uL6kugU
https://www.youtube.com/watch?v=9eZ3S5VB6tg
https://www.youtube.com/watch?v=gvEl92fyfEk
https://www.youtube.com/watch?v=5P1AMi-0KOc

http://it.youtube.com/watch?v=1so1ZMgpg2w
http://it.youtube.com/watch?v=ON4B-fNCvSg&feature=related
http://it.youtube.com/watch?v=moIkCxXrobk&feature=related
http://it.youtube.com/watch?v=aXKZSdGfBoc&feature=related
http://it.youtube.com/watch?v=moIkCxXrobk&feature=related
http://it.youtube.com/watch?v=c-fbSHENjHc&feature=related


Ultima modifica di Admin il Lun Nov 16, 2009 3:41 pm, modificato 7 volte
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

intervento

Messaggio  Loreto Veronica Valeria il Ven Ott 30, 2009 8:43 pm

ciao sono veronica, nel discutere questo argomento vi sono state varie opinioni, l' opinione che ho esposto in aula è stata che Oscar Pistorius ha dimostrato che la disabilità non è un limite, che non esiste un concetto definito di "normalità" in quanto questo concetto dipende da come esso viene interpretato dalla società e di come Oscar sembra aver superato i suoi limiti potenziando le proprie abilità.Quindi si è avuto un passaggio dall'emarginazione all'integrazione grazie allo sport.
avatar
Loreto Veronica Valeria

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 34
Località : Afragola(na)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Esterina Speranza il Ven Ott 30, 2009 9:50 pm

Oscar Pitorius è il simbolo del coraggio, dell'amore per la vita che ti fa superare barriere e pregiudizi. Lui che rappresenta la speranza delle polemiche, di quella strana abitudine di racchiudere idee e sogni in categorie, come se poi non si potesse volare anche senza ali!!!! Il suo caso sta abbattendo le barriere tra abili e disabili; bisogna lottare per la loro inclusione nello sport non per l'esclusione, lo sport è qualcosa che unisce; unisce persone, culture, religioni, generi e razze. Very Happy
avatar
Esterina Speranza

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 40
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

intervento relativo al 1° argomento

Messaggio  elena gigliotti il Ven Ott 30, 2009 10:34 pm

Il video visionato oggi in aula è stato per me molto emozionante, avevo già visto in Tv alcune prestazioni di Pistorius, ma il video di oggi, accompagnato dalla musica di Dalla, dall'immagine di un'aquila in volo, dallo sguardo intenso dell'atleta. mi ha molto toccato, come del resto tutte le volte che mi trovo di fronte a persone diversamente abili , che grazie alla loro forza di volontà, combattono per raggiungere determinati traguardi. Non si tratta di pietà, ma della consapevolezza che purtroppo nonostante, le svariaTe politiche sociali per il loro inserimento, per la loro integrazione, vengono comunque additati come "diversi", o addirittura emarginati. Nella domanda postaci in aula riguardo le protesi dell'atleta in oggetto, se esse rappresentano un vantaggio o no, io credo che sicuramente esse rappresentino un vantaggio, ma non nel senso che permettono al Pistorius di vincere una competizione, ma piuttosto rappresentano per l'uomo una vittoria ben più importante, che è quella di essere in grado di muoversi autonomamente senza dover dipendere da altri. Questo è secondo me il vantaggio per qualsiasi soggetto diversamente abile, la possibilità cioè della resilenza, riuscire a superare gli ostacoli, anche se con l'ausilio di protesi. sunny
avatar
elena gigliotti

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 51
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

valeria gargiulo

Messaggio  valeria gargiulo il Ven Ott 30, 2009 10:58 pm

Buonasera a tutti sono valeria. Volevo stasera ripercorrere la lezione che si è tenuta oggi in aula che definirei molto interessante. L'argomento di cui si è parlato ha riguardato il caso di Oscar Pistorius, grande atleta sudafricano, nato con una grave malformazione che lo costrinse all'amputazione delle gambe, e che oggi come abbiamo potuto notare dal video, ha riscoperto nello sport un motivo in più per vivere ed esprimere se stesso...grazie innanzitutto all'utilizzo di protesi specifiche...Sucessivamente alla visione del video, che mi ha estremamente commossa, ho voluto esprimere un mio punto di vista che si sintetizza nel percepire la pratica sportiva un mezzo fondamentale che in tal caso, ha consentito a quest'uomo di manifestare le sue potenzialità e attitudini, un vero e proprio motivo in più per vivere...una speranza ; da questo esempio possiamo constatare quanto lo sport sia responsabile del processo integrativo di quanti vivono in situazioni di disagio....ricordo che la Carta Europea dello Sport 1992 all'articolo 1, dichiara che la promozione dello sport , rappresenta un importante fattore per lo sviluppo umano e garantisce a chiunque, quando ne manifesti il desiderio e possieda le capacità necessarie, la possibilità di realizzare il suo potenziale di sviluppo personale...ciò ha consentito il protagonismo di quanti erano stati privati, in ragione delle proprie diversità, di tutte le occasioni di crescita relazionale e arricchimento valoriale proprie della pratica sportiva....da qui si evince che tanti sono i benefici derivanti dalla pratica sportiva ,che per i diversamente abili, rappresenta l'occasione per istituire relazioni sociali, oltre che un prezioso strumento terapeutico.... Questo è quello che penso dal video visto insieme, quello su cui si è maggiormente soffermata la mia attenzione....purtroppo domani per motivi personali non potrò essere presente al corso, ma consulterò il forum per sapere di cosa si è parlato...un saluto a tutti e a presto.....Valeria... flower

valeria gargiulo

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 32
Località : Piano di Sorrento

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Messico Patrizia il Sab Ott 31, 2009 12:51 am

Buonasera sono Patrizia volevo riprendere il discorso fatto in aula sul video visto di Oscar Pistorius.
Ciò che più mi ha colpito è la forza di volontà che quest'uomo ha dimostrato nel voler superare la sua disabilità per inseguire un sogno...quando ho guradato il video ascoltando le parole di sottofondo di Lucio Dalla "un uomo solo può vincere il mondo se il suo cuore conquisterà l'ultimo metro,l'ultimo secondo, l'ultimo sogno..." la disabilità di Oscar è passata in secondo piano, in quanto io vedevo solo un uomo rincorrere il suo sogno. Molto significativa per capire la personalità di Oscar è anche la frase "che io possa vincere, se non ci riuscissi che io possa provarci", questo insegna che l'uomo anche con mille difficoltà, non deve mai rinunciare a perseguire il suo sogno o per lo meno non deve mai rinunciare a provarci. Smile
avatar
Messico Patrizia

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 35

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Maria Grazia Sannino

Messaggio  Maria Grazia Sannino il Sab Ott 31, 2009 2:20 am

Oscar Pistorius voleva correre, lo voleva fare pur avendogli la vita sottratto gli arti inferiori, ha lottato e così facendo ha rincorso il suo volere, il suo sogno.
Pensare che le tecnologie facciano passi da gigante mi rende sicura, l'evolversi ,il migliorare permettono di dare libertà ad un individuo.
Libertà di scegliere cosa fare, libertà di seguire i propri sogni, libertà di non essere vincolati, libertà di essere liberi e di poter vivere nella piena normalità.

Maria Grazia Sannino

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Esterina Speranza il Sab Ott 31, 2009 9:38 am

Patrizia, condivido molto i tuoi pensieri, molto belli....
avatar
Esterina Speranza

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 40
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Gabriella Zeno il Sab Ott 31, 2009 10:07 am

Buongiorno sono Gabriella, osservando il video visionato ieri in aula, mi sono soffermata su due qualità che ho potuto constatare in Oscar Pistorius: felicità e serenità. Qualità fondamentali per chi come lui vuole e deve continuare a "vivere", nel cercare di realizzare un sogno per "affermarsi" nella società.
avatar
Gabriella Zeno

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Gabriella Zeno il Sab Ott 31, 2009 10:18 am

Ieri in aula, dopo la visione del video di Oscar Pistorius, si è anche parlato delle difficoltà e dei problemi che molto spesso affliggono i genitori di ragazzi disabili. Non sempre, però è così.
Una ragazza sposata da diversi anni, che lavorava presso la mia casa, non riusciva ad avere figli. L'anno scorso al tg regionale, venne a sapere che un neonato, privo degli arti inferiori e superiori, era stato abbandonato dai genitori naturali. Subito si precipitò presso l'ospedale in cui si trovava il bambino e, effettuate tutte le pratiche per l'adozione, riuscì nel suo intento. Ora questo bambino vive felicemente con lei. Certo, non è stato facile per lei,in quanto ha dovuto lasciare il suo lavoro, ma ciò le ha permesso di poter finalmente diventare una mamma.

dalla docente:
mi sembra un esempio molto esplicativo ed interessante.
avatar
Gabriella Zeno

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Alessia D'Alessandro il Sab Ott 31, 2009 2:55 pm

Buongiorno a tutti!
Ieri ,in quel video, ho visto un uomo che aveva un sogno,un obiettivo, ed è grazie alla tecnologia che è riuscito a realizzarlo. Quindi non mi sono mai soffermata a pensare alla sua disabilità,per me è semplicemente un uomo che ha raggiunto il suo obiettivo! Ovviamente avrà sofferto e lottato per arrivare ad essere quello che è oggi,ma chiunque lotta e soffre per realizzare i propri sogni.

Alessia D'Alessandro

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

pistorius

Messaggio  anna.avallone il Sab Ott 31, 2009 3:45 pm

Ciao a tutti. In merito alla visione del video sono intervenuta in aula portando anche l'esempio della ballerina che danza senza braccia. Credo che le protesi possano essere un aiuto, ma il coraggio di affrontare la propria disabilità una persona lo trova dentro di lei. Credo che sia Pistorius che la ballerina rappresentino la possibilità di successo di tutte quelle persone che vengono spesso messe ai margini della società. Lo sport quindi può essere usato come occasione di integrazione e di inserimanto. Laughing
avatar
anna.avallone

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 36
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  linda granito il Sab Ott 31, 2009 4:13 pm

buonasera a tutti, rispondo oggi in merito al laboratorio di ieri; in seguito alla visione del film su pistorius, la riflessione più spontanea che mi è sovvenuta è stata quella di considerare le nuove tecnologie come strumenti utili e validi in primis per recuperare lo svantaggio oggettivo conseguente ad esempio alla mancanza di un arto, o di entrambi come nello specifico, in seguito le nuove tecnologie mirano quindi alla normalizzazione del soggetto ( se di normalizzazione si può parlare, trattandosi pur sempre di una grave menomazione sopperita artificialmente...) il quale poi mira all'eccellenza per dimostare a sè stesso ed agli altri quanto sia possibile superare le difficoltà attraverso gli ausili tecnologici e psicologici contestuali ai casi

linda granito

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  angela grammaldo il Sab Ott 31, 2009 4:57 pm

L'esclusione di Pistorius nel 2008 mi aveva indispettito...
quando l'ho appreso, infatti, ho pensato che si trattasse di un'ennesima ingiustizia nei confronti di un uomo già sfortunato e con una grande forza di volontà. Ieri, però, l'intervento di una ragazza - Erminia? -(che sosteneva che l'esclusione di Pistorius, appurato il vantaggio derivante dall'uso delle protesi, era giusta proprio per evitargli un'ulteriore discriminazione) mi ha fatto riflettere. Sono così giunta alla conclusione che la mia prima reazione era stata superficiale e che, probabilmente, un anno fa sono caduta nella pericolosa "trappola della compassione"...

angela grammaldo

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la docente

Messaggio  Admin il Sab Ott 31, 2009 6:09 pm

Carissimi/e, benvenuti, grazie per i vostri contributi interessanti e utili.
Io sarò sempre qui, a leggervie seguirvi,
ma volontariamente sarò una presenza discreta nel forum, che è soprattutto vostro.

Buona lettura, buona scrittura, ma soprattutto, buona riflessione.
la docente
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Pistorius: vantaggio o svantaggio?

Messaggio  mariangeladoriano il Sab Ott 31, 2009 6:52 pm

Buonasera a tutti!
Ieri sera in aula sono stata davvero molto felice che un corso universitario sia diventato uno spazio aperto, uno spazio del dialogo e della riflessione!
Il video proposto nella prima lezione su Oscar Pistorius mi ha molto emozionata e mi ha portato a soffermarmi su molteplici aspetti toccati poi in aula.Vantaggio o svantaggio?Mi sono trovata subito d'accordo con l'intervento di Elvira:se effettivamente fu accertato che le protesi avrebbero costuito un vantaggio tecnico, sarebbe stato ancora più discriminante lasciare gareggiare questo atleta con altri atleti privi delle sue stesse potenzialità.La sfida che invece, secondo me, ha già vinto è stata quella di aver deciso, un giorno, di andare oltre il suo limite fisico, come la ballerina di cui parlava Anna, e di aver seguito come dice la canzone di Dalla "la stella più lucida, la più bella, la stella della libertà". Io non ho visto un atleta scoraggiato, deluso; nei suoi occhi e nelle sue parole, anche negli anni passati, ho sempre visto quel "sogno nel sogno", che non gli avrebbe permesso di dimostrare qualcosa, ma semplicemente di essere sè stesso:un atleta che crede nello sport.Io non ho visto un uomo senza gambe, ho visto un uomo che ha fatto diventare due pezzi di ferro lo strumento per andare oltre e per continuare a sfidarsi, oltre che a sfidare. La sua forza di volontà, la sua passione, sono la testimonianza che oggi, molto più che nel passato, anche attraverso sofisticati supporti tecnologici, tante barriere fisiche e mentali possono essere superate.
avatar
mariangeladoriano

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 35
Località : Pozzuoli (Na)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Angela de Cristofaro il Sab Ott 31, 2009 9:57 pm

Buonasera a tutti, sono Angela. Concordo pienamente su molti commenti.Grazie alla tecnologia Oscar ha potuto vivere un sogno che sembrava molto lontano dal suo futuro diventando il simbolo per l'intera umanità e questo solo per la sua capacità ( che non tutti abbiamo) di andare avanti, di non mollare e credere in qualcosa...
avatar
Angela de Cristofaro

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : aversa (CE)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  licia papa il Dom Nov 01, 2009 8:39 am

Ciao a tutti,
volevo riprendere il discorso già ampiamente discusso in aula per quanto concerne Oscar Pistorius,uomo con immensa forza di volontà che ha fatto di necessità virtù,ossia grazie all'ausilio di supporti tecnologici è riuscito non solo a superare il suo handicap bensi' ad eccellere e superare coloro i quali sono privi di handicap e praticano sport a livello agonistico nelle Olimpiadi.Volevo esaminare il caso di Pistorius da diverse angolature.Una cosa di fondamentale importanza,a mio avviso,è stata non solo la sua immensa forza di volontà ma anche il suo modo di esprimersi e di dimostrare al mondo il suo talento.A livello educativo può essere di esempio a tutti noi e indurre forza e coraggio a persone che si trovino nella sua condizione fisica di svantaggio.La tecnologia può tanto (ecco perchè sarebbe utile che queste tecnologie,che consentono alla persona di superare il suo handicap,fossero a disposizione di tutti o almeno fossero finanziate maggiormente dallo Stato)ma senza la volontà e l'impegno non si va da nessuna parte.
Per quanto riguarda Pistorius le mie righe scritte di primo acchitto sul foglio e discusse nell'attività laboratoriale in aula sono state le seguenti :
Ciò che differenzia un soggetto "sano"e uno "disabile" è l'impegno e l'intenzionalità di dimostrare al mondo intero che , anche se etichettato come disabile dalla società,ha delle potenzialità e una volontà tale da superare di gran lunga l'impegno e le prestazioni dei "normali".L'impegno della società è, quindi, quello di favorire questi soggetti affinchè emergano al massimo le proprie possibilità e il proprio potenziale;in quest'ottica appare evidente che occorre spogliarci dell'abito della normalità
avatar
licia papa

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

OSCAR PISTORIUS

Messaggio  MEROLLA FABIANA il Dom Nov 01, 2009 11:27 am

Buongiorno a tutti! il video di Oscar Pistorius,visionato in aula,mi ha emozionato molto:Stiamo parlando di un grande atleta e di un grande uomo che ha lottato per dimostrare a lui stesso e al mondo intero che i sogni si possono realizzare anche in presenza di una malformazione fisica.Penso inoltre che la sua sia stata una doppia vittoria,perché é riusciuto ad abbattere quelle barrire sociali che spesso ostacolano l'affermazione di una persona diversamente abile.
avatar
MEROLLA FABIANA

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 33
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Primo Laboratorio

Messaggio  sabrina mangiacapra il Dom Nov 01, 2009 2:05 pm

Ciao a tutti,sono Sabrina,
anche se con un pò di ritardo volevo riprendere il discorso affronato in aula venerdì,su come "superare" la disabilità.
Oscard attraverso il video ci ha mostrato la sua determinazine per realizzare il suo sogno e la sua capacità di riuscire a superare la sua condizione di svantaggio ma soprattutto, ci ha trasmesso un grande insegnamento: "Non arrendetevi mai!",
nonostante le avversità e gli astacoli perchè con forza di volontà e impegno tutto può essere affrontato e superato...

sabrina mangiacapra

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  valeria.lettieri il Dom Nov 01, 2009 2:59 pm

CIAO RAGAZZE,SONO VALERIA IL MIO INTERVENTO IN AULA RIGUARDAVA I VANTAGGI E GLI SVANTAGGI CHE PISTORIUS POTEVA AVERE NEI CONFRONTI DI UN NORMODOTATO A SEGUITO DI UN INTERVENTO DI UNA MIA COLLEGA CHE AFFERMAVA CHE FORSE "L'ATLETA" NN POTEVA GAREGGIARE NELLE OLIMPIADI PERCHE ERA RISPETTO A GLI ALTRI AVVANTAGGIATO..... Mad LA MIA RISPOSTA SI RIFà A QUELLO CHE IL PROF SIBILIO DISSE IN AULA DURANTE UNA SUA LEZIONE SULLE PARAOLIMPIADI E CI FECE NOTARE CHE PISTORIUS FORSE, AVREBBE POTUTO AVERE QUALCHE VANTAGGIO NELLA SPINTA,IN QUANTO L'IMPATTO DELLE MOLLE SUL SUOLO POTEVANO DARE UN SALTO/SPINTA MAGGIORE,MA ALLO STESSO TEMPO LE SUE DIFFICOLTA ERANO ACCENTUATE NELLE CURVE,PROBLEMA CHE "CHI HA LE GAMBE" NN HA...
PERSONALMETE PENSO CHE SIA GIUSTO CHE PISTORIUS GAREGGI NELLE PARAOLIMPIADI ESSENDO CMQ UN ASSOCAZIONE NATA PER ATLETI CON DISABILITà FISICHE; IL VIDEO MOSTRATOCI AL CORSO è STATO MOLTO TOCCANTE IN QUANTO SI VEDE IL SOGNO DI UN UOMO REALIZZATO E LA VOLONTA, GRINTA E FORZE DI UNA PERSONA CHE CE LA METTE TUTTA PER GIUNGERE AD UN TRAGUARDO E SENTIRSI COME GLI ALTRI!
VI è POI UNA FRASE CHE MI HA COPLITO PARTICOLARMENTE ED è "CHE IO POSSO VINCERE, SE NN RIUSCISSI CHE IO POSSA PROVARCI CON TUTTE LE MIE FORZE"...STUPENDA! PENSO CHE SIA PROPRO QUESTA LA VOGLIA E IL DESIDERIO CHE STA NEL CUORE DI OGNI ATLETA E NEL CUORE DI PISTORIUS LA VOLONTA E IL DESIDERIO DI "PROVARE" E FARLO CON TUTTE LE FORZE A DISPOSIZIONE!

valeria.lettieri

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 30

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Pistorius

Messaggio  Daniela Mermati il Dom Nov 01, 2009 5:02 pm

Salve mi sono appena iscritta al forum e volevo esprimere la mia opinione riguardo al video visto in aula Venerdì 30 ottobre. Innanzitutto volevo dire che il video mi ha colpito profondamente e sinceramente non penso che le protesi possano essere considerate un vantaggio. Per cosa? Come può essere avvantaggiato un atleta che, purtroppo, non ha entrambe le gambe???….Credo piuttosto che i grandi campioni dell’atletica temano il grande talento di Oscar, la sua velocità e la sua voglia di arrivare.

Daniela Mermati

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PRIMO INCONTRO DEL 30 OTTOBRE

Messaggio  VALENTINA GIRONDA il Dom Nov 01, 2009 5:33 pm

CIAO A TUTTE! Very Happy
IN SEGUITO ALLA VISIONE DEL VIDEO DI PISTORIUS, HO PENSATO COME QUESTO ATLETA DIVERSAMENTE ABILE SIA STATA UNA PERSONA TENACE E CAPARBIA, SICURAMENTE MOLTO DI PIù DI TANTE PERSONE CHE SONO STATE FORTUNATE NELLA VITA AD AVERE UN CORPO E UNA MENTE SANA.
PISTORIUS è UN GRANDE ESEMPIO, è STATO CAPACE DI ANDARE OLTRE, DI COLTIVARE LA PASSIONE DELLO SPORT, SUPERANDO I LIMITI DELLA PROPRIA MENOMAZIONE, METTENDOSI AL PARI DEGLI ALTRI.
avatar
VALENTINA GIRONDA

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Primo laboratorio

Messaggio  Carolina Nermettini il Dom Nov 01, 2009 6:31 pm

Ciao a tutti.
Sono Carolina, il video su Pistorius mi ha toccato profondamente. Oscar Pistorius, atleta paraolimpico ha chiesto di correre alle Olimpiadi di Pechino; tale evento ha suscitato una serie di discussioni ma al di là delle polemiche io penso che egli rappresenti l'esempio di una persona profondamente determinata; è riuscito a dimostrare che quando si vuole qualcosa dalla vita, lottando riesci ad ottenerlo. Questo vale per tutti non solo per i disabili.
Oggi in aula si discuteva sulle protesi: svantaggio o vantaggio? La domanda si basa sull'idea che bisogna essere per forza tutti uguali.
Perchè ci ostiniamo sul fatto che dobbiamo essere tutti uguali?
Non è meglio distinguerci? Pistorius ci è riuscito!!!

Carolina Nermettini

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Pistorius

Messaggio  annamaria mancuso il Dom Nov 01, 2009 6:50 pm

Vedendo il video in aula su Pistorius ho pensato che lo sport è una grande, immensa risorsa per tutti e in modo particolare per i diversamente abili. Spesso è proprio grazie allo sport che persone con handicap dalla nascita o in seguito ad incidenti riescono a trovare la forza per "ritornare alla vita".

annamaria mancuso

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 1: ven. 30 ottobre II lab. (tema: PISTORIUS)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum