LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Pagina 8 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

Video domotica

Messaggio  Angela Gemma Petrellese il Lun Nov 23, 2009 1:43 pm

Dei tanti video sulla domotica proposti dalla docente mi hanno colpito in particolar modo i primi due(LA CASA DEL FUTURO,LA DOMOTICA IN UNA RESIDENZA SULLE COLLINE DI PARMA),in quanto il primo mi ha fatto riflettere sul fatto che,se oggi la tecnologia ha raggiunto livelli esorbitanti rispetto a 50anni fa,non oso immaginare a che livello essa arriverà nei prossimi 50.Il secondo video invece mi ha sorpreso perchè non pensavo che in Italia già esistessero case così tecnologicamente avanzate.Quindi mi domando:se da un lato la tecnologia ha favorito l'innalzamento del livello di benessere della nostra società,come le persone riusciranno a relazionarsi se la tecnologia continuerà a fare passi avanti e quindi saremo completamente immersi nel suo mondo...secondo me tutto questo porterà a limitare se non ad eliminare completamente i rapporti umani veri e sinceri. Exclamation

Angela Gemma Petrellese

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

DOMOTICA

Messaggio  Iazzetta Annunziata il Lun Nov 23, 2009 7:24 pm

L'utilizzo delle nuove tecnologie nel campo della disabilità ha portato profonde innovazioni non solo a vantaggio dei processi educativi e riabilitativi,ma anche degli stili di vita e della qualità della vita stessa.
L'approccio alla comprensione ed alla gestione di tali mutamenti è complesso e differenziato e va affrontato con attenzione e prudenza,sia per non demonizzare i rischi della "perdita di senso"nei rapporti interpersonali,impliciti nella nuova dimensione uomo-macchina,sia per non enfatizzare troppo aspettative ed investimenti economici e personali.
La Domotica in Italia,ma soprattutto nel Meridione, rappresenta il sogno di tanti disabili perchè purtroppo non tutti possono permettersi di condurre una vita così! Sad
Iazzetta Annunziata
Iazzetta Annunziata

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 32
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

visione del film

Messaggio  caterina arena il Lun Nov 23, 2009 9:40 pm

il film visionato era da me già conosciuto,ma lo rivedo sempre con tanto interesse...la solitudine ,in questo film, la puoi quasi toccare con mano e mi aiuta a riflettere sulla diversità degli altri che in fondo poi non è altro che il nostro diverso modo di guardare chi è lontano dal nostro modello di normalità!

caterina arena

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  caterina arena il Lun Nov 23, 2009 9:43 pm

valeria gargiulo ha scritto:".....Disabled by society not by our body..."questa bellissima frase richiama la definizione del termine disabilità che qui sto per riportare....Quest'ultima in tal senso, la si definisce come lo svantaggio o la limitazione prodotta dall'attuale organizzazione sociale, la quale tiene poco o per nulla conto delle persone che hanno deficit fisici e così facendo li esclude dalla partecipazione alle principali attività sociali; la disabilità è una relazione problematica per il soggetto agente. Un problema interna che coinvolge la relazione fra organismo e personalità e allo stesso tempo, un problema esterno, inerente le relazioni intersoggettive e strutturali in cui si situa...molto importante in tale contesto è considerare l'EMPATIA intesa come il mettersi nei panni dell'altro e di conseguenza la considerazione del termine INCLUSIONE come inclusione stessa, nei confronti del disabile da parte della società.... I love you

caterina arena

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ooo disabile ooo

Messaggio  buompane giuseppina il Mar Nov 24, 2009 6:58 pm

[i]Disabità. si intende la carenza della capacità di svolgere attività nel modo e nei limiti ritenuti normali per un essere umano. La condizione di disabilità è dovuta ad una o più menomazioni(perdite o anormalità a carico di arti, organi,tessuti o altre strutture del corpo compreso il sistema nervoso) come ad esempio la cecità = danno ad un occhio->e quindi incapacitàdi vedere , di leggere, di guidare, ecc, insomma di usare quell'organo ...e quindi il soggetto disabile si ritrova spesso in condizioni di svantaggio nel partecipare alla vita sociale.

buompane giuseppina

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  simona falco il Mar Nov 24, 2009 9:06 pm

Simona Falco 880000568

[u]DISABILE = soggetto diversamente abile nel compiere attività, nel modo considerato "normale" per un essere umano.. Il termine disabile, è un termine che non preferisco perchè mette in risalto il nn saper, poter fare, preferisco dire diversamente abile, perchè così vengono valorizzate quelle azioni anche se minime che un soggetto diversamente abile può compiere

DIVERSO= Un qualunque soggetto che ha caratteristiche non uguali ad un'altro soggetto!!!!
Tutti siamo diversi! Ogni soggetto è unico ed irripetibile, diverso di religione, di razza, di sesso, di lingua, cultura... Spesso la parola diverso viene utilizzata in senso negativo per descrivere tutti quei soggetti che sono portatori di handicap, ed è una cosa che trovo molto ingiusta, etichettare persone come diverse!!! lo siamo TUTTI e non solo i soggetti con diversa abilità fisica o mentale.

simona falco

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 05.11.09
Età : 34
Località : frattamaggiore....

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

un ottimo intervento!!!!

Messaggio  caterina arena il Mar Nov 24, 2009 11:24 pm

caterina arena ha scritto:
valeria gargiulo ha scritto:".....Disabled by society not by our body..."questa bellissima frase richiama la definizione del termine disabilità che qui sto per riportare....Quest'ultima in tal senso, la si definisce come lo svantaggio o la limitazione prodotta dall'attuale organizzazione sociale, la quale tiene poco o per nulla conto delle persone che hanno deficit fisici e così facendo li esclude dalla partecipazione alle principali attività sociali; la disabilità è una relazione problematica per il soggetto agente. Un problema interna che coinvolge la relazione fra organismo e personalità e allo stesso tempo, un problema esterno, inerente le relazioni intersoggettive e strutturali in cui si situa...molto importante in tale contesto è considerare l'EMPATIA intesa come il mettersi nei panni dell'altro e di conseguenza la considerazione del termine INCLUSIONE come inclusione stessa, nei confronti del disabile da parte della società.... I love you

caterina arena

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  la cerra angelica il Mer Nov 25, 2009 7:20 pm

DISABILE: colui che si trova in una condizione personale disagiata , in seguito ad una o più menomazioni, è colui che ha una ridotta capacità di interazione con l' ambiente sociale rispetto a ciò che è considerata la norma . Pertanto è meno autonomo nello svolgere le attività quotidiane e spesso in condizione di svantaggio nel partecipare alla vita sociale . Il concetto di disabile cambia e secondo la nuova classificazione diventa un termine " ombrello" che identifica le difficoltà di funzionamento della persona sia a livello personale che sociale.


DIVERSO:la persona considerata tale per caratteristiche , razza, religione......... diversa dagli altri.

la cerra angelica

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 21.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

RE.: DISABILE -DIVERSO

Messaggio  Landa Teresa il Mer Nov 25, 2009 8:08 pm

PER ME DISABILE E': UNA PERSONA CHE A CAUSA DI UN DEFICIT FISICO ,SENSORIALE , PSICHICO O MOTORIO , NON PUO' SVOLGERE TUTTE LE AZIONI DELLA VITA QUOTIDIANA IN MODO AUTONOMO , PER CUI VIENE CONSIDERATO FUORI DALLA NORMALTA', TRA VIRGOLETTE...

DIVERSO E'= UNA PERSONA CHE A CAUSA DI PROPRIE CARATTERISTICHE FISICHE, O COMPORTAMENTALI ,NON E' RISPONDENTE AI CANONI SOCIALMENTE CONDIVISI IN UN DETERMINATO CONTESTO. PER QUESTO E' MOLTO DIFFCILE STABILIRE LA DIVERSITA' PERCHE' ESSA VARIA A SECONDO DEL CONTESTO AMBIENTALE.....
Landa Teresa
Landa Teresa

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 17.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  Napolitano Maria Angela il Gio Nov 26, 2009 12:05 am

DISABILE é una persona che non riesce a svolgere le normali attività della vita quotidiana;e quindi ha difficoltà a partecipare alla vita sociale a causa di una menomazione

DIVERSO è una persona che si distingue dagli altri per le sue caratteristiche.come una persona diversa da noi

Napolitano Maria Angela

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 06.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

disabile, diverso

Messaggio  marianna bergantino il Gio Nov 26, 2009 12:31 am

disabile= si intende una persona affetto da problemi fisici causati da incidenti o malattie e costretti a vivere in condizioni disagiate per la perdita parziale o totale delle capacità psico-motorie

diverso= si intende un soggetto visto dalla società in modo non conforme agli standard della massa, cioè una persona da essere giudicata perchè non uguale a ciò che si definisce normale.
marianna bergantino
marianna bergantino

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Sei disabili abbandonati su un'isola deserta di ILARIA BARATTO e risposte

Messaggio  Admin il Gio Nov 26, 2009 11:30 am

SPOSTO QUI I VOSTRI CONTRIBUTI MAL RIPOSTI. LA DOCENTE.

1. Sei disabili abbandonati su un'isola deserta: tv estrema ILARIA BARATTO Ieri a 12:52
Succede in Inghilterra con il nuovo programma "Cast offs", a metà tra fiction e reality. I protagonisti sono uomini e donne con handicap. Un cieco con la passione per le armi, un paraplegico, una non udente incinta... Ma è giusto?...NON SO SE HO INSERITO L'ARGOMENTO NEL GIUSTO CONTESTO....MA ERO FRETTOLOSA DI FARLO.....LEGGETE UN PO'....IO LO TROVO ASSURDO, INACCETTABILE E INCONCEPIBILE PROPORRE UNA OSCENITà SIMILE PUR ESSENDO IN SECONDA SERATA....!!!!!!
PURTROPPO ADESSO SONO A LAVORO E NON HO TEMPO DI APPROFONDIRE....VI RIPORTO DI SEGUITO IL LINK X APPROFONDIRE....http://magazine.libero.it/televisione/generali/sei-disabili-abbandonati-su-un-isola-deserta-tv-ne10767.phtmlILARIA BARATTO Messaggi: 10 Data d'iscrizione: 12.11.09 Età: 28 Località: napoli

2. Daniela Mermati Ieri a 15:10 Ciao Ilaria ho letto in questo momento questa news su libero e sono rimasta sconvolta. La penso come te e avevo pensato anche io di inserire il link, proprio per sapere le altre cosa pensano. Per me è una cosa senza senso.
3. ILARIA BARATTO Ieri a 15:43
....Mi fa piacere di non esser stata l'unica a prenderne visione.....approfondendo ECCO COSA è RIPORTATO SU LIBERO ....é TERRIBILE....
Le polemiche già divampano, ma di sicuro alla fine di tutto il programma andrà in onda e le controversie e il dubbio buongusto faranno sì che l'audience si impenni. Il cast di "scartati" è variegato: c'è Tom (Tim Gebbels), un uomo cieco con la passione delle armi da fuoco (ebbene sì); Gabriella (Sophie Woolley) una donna non udente che aspetta un bambino; Dan (Peter Mitchell) un paraplegico costretto a vivere su una sedia a rotelle; Carrie (Kiruna Stamell) una donna affetta da nanismo con una forte personalità; Will (Mat Fraser) che ha la sindrome da talidomide; April (Victoria Wright) affetta da cherubismo, una malattia fibro-ossea benigna dell'infanzia, che colpisce la metà inferiore del volto, le ossa mascellari e in particolare la mandibola, deformando il viso. A ognuno dei sei personaggi sarà dedicata una puntata della serie che esplorerà la loro vita passata, raccontata tramite flashback, e il loro presente sull'isola.
Ovviamente ci sono già due fazioni. Da una parte chi ritiene che questa sia l'estrema sintesi delle pari opportunità, che anche i disabili abbiano diritto a un un programma tv, che un reality non si nega a nessuno e che anzi, tutta questa operazione sarà utile per far capire alla gente come vive una persona diversamente abile. Intento nobile, insomma. Dall'altra c'è chi parla di cattivo gusto, di voyeurismo, di sensazionanilsmo

4.Daniela Mermati Ieri a 16:20
Ilaria ma poi mi domando: ma per fare vedere come vivono i diversamente abili c'è bisogno di fare uno spettacolo televisivo e per di più farli vivere su di un'isola deserta? non sarebbe bastata una semplice intervista ad ognuno di loro?
La priorità non penso stia nel far conoscere le loro problematiche, ma sicuramente nel "sfruttare" la loro diversità per fare soldi.


5. ILARIA BARATTO Ieri a 16:34
...Infatti, la stessa riflessione che ho fatto io!!!!
Invece di pensare a quali problematiche queste persone devono affrontare quotidianamente........, vengono messe in pubblico le loro disabilità....che potenzialmente potrebbero essere delle abilità...ma non messe in evidenza in questo modo...!!!!

6. Daniela Mermati Ieri a 16:51
certo hai ragione; sai sarebbe bello sapere anche cosa pensano gli altri e perchè no anche la professoressa.
Speriamo di avere altre risposte
7. naufraghi anna.avallone Ieri a 18:59
Assurda questa trasmissione!!!!!!!!!!!Non si può fare spettacolo sulle disabilità delle persone mettendole forse anche in situzioni ridicole o imbarazzanti....Piuttosto perchè non si fanno trasmissioni di approfondimento su come queste persone vivono realmente nella realtà?????????
8. Iazzetta Annunziata Ieri a 19:01
Condivido pienamente l'opinione di Ilaria e Daniela!
Penso che un reality del genere dimostra soltanto che il denaro,purtroppo, era, è e sarà sempre al vertice di desideri di tanti e penso che i disabili vi abbiano partecipato per dimostrare, in primis, a loro stessi e poi alla società che sono cittadini autonomi e uguali agli altri.
Invece,secondo la mia opinione,sarebbe stato bello vedere un reality nel quale i disabili vivessero insieme in una casa domotica.
In questa situazione si sarebbero instaurati sicuramente rapporti costruttivi dal punto di vista sociale. Iazzetta Annunziata
9. annamaria mancuso Ieri a 19:11Anche secondo me è una trasmissione assurda, che in un certo senso offende l'essere umano in quanto tale..
però mi piacerebbe sapere e capire cosa spinge i concorrenti a partecipare...saranno i soldi o il desiderio di sentirsi "normali"???annamaria mancuso
Admin
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

angela.iannone Ieri a 18:38

Messaggio  Admin il Gio Nov 26, 2009 11:35 am

disabile/diverso angela.iannone Ieri a 18:38

.Per me il DISABILE è quella persona che, a causa di una menomazione, non riesce a svolgere le attività ritenute normali dagli altri, che ognuno di noi è 'costretto' a svolgere quotidianamente. Con il termine DIVERSO, invece, identifico un ambito molto più ampio, infatti l'uomo è diverso dalla donna, un cane è diverso da un gatto, Roma è diversa da Napoli sotto molti aspetti, proprio come un uomo bianco è diverso da un uomo nero, un cattolico è diverso da un testimone di Geova.
Admin
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

DISABILE - DIVERSO

Messaggio  Annamaria Pisco il Gio Nov 26, 2009 2:51 pm

DISABILE e DIVERSO sono due parole ormai a noi familiari ma, su invito della docente, ho provato a scrivere cosa in realtà per me significhino questi due termini.
DISABILE = questa parola mi fa pensare ad uno spirito libero, che faticosamente convive con un corpo che ostacola o rallenta la realizzazione dei suoi desideri.
DIVERSO = Cosa pensiamo quando sentiamo il ternime DIVERSO? Diverso è chi non la pensa come te, chi non è del tuo stesso paese e non parla la tua stessa lingiua, è chi ha abitudini diverse dalle tue, è chi ha una disabilità che non gli permette di vivere come tu ritieni giusto che si debba vivere; ma DIVERSO è soprattutto chi ci fa mettere in discussione, chi riesce a far emergere le nostre insicurezze, chi fa nascere le nostre paure quelle paure che preferivamo non sapere di avere. E perciò il DIVERSO può dare fastidio, può turbare il nostro mondo pieno di false certezze ma se abbandoniamo i nostri inutili pregiudizi potremmo arricchirci di nuove sensazioni e scoprire cose mai ossevate. Mi piace pensare al mondo come a una sinfonia in cui tutte le note armonicamente si susseguono perche quello che conta alla fine è che si leghino insieme per completare la partitura

Annamaria Pisco

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 53
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  luciana soriano il Gio Nov 26, 2009 4:38 pm

Per me DISABILE è una persona che non riesce a svolgere in maniera autonoma le attività quotidiane;

DIVERSO:è un'idea legata alla sensazione spiacevole di essere altro,si può essere diversi per razza,religione,lingua,cultura ecc ecc.

luciana soriano

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  valentina.difiore il Gio Nov 26, 2009 6:06 pm

Disabile= è la condizione di chi, a causa di una o più menomazioni, ha una ridotta capacità d'interazione con l'ambiente sociale rispetto ciò che è considerato,perciò risulta essere un individuo cheè meno autonomo nello svolgere le attività quotidiane e spesso in condizioni di svantaggio nel partecipare alla vita sociale.

Diverso
= la parola diverso mi fa pensare a più cose: diversità di cultura, di sesso, di genere, di razza, di religione e quant'altro. Se vogliamo considerare la parola diverso nel nostro contesto e quindi attribuire questo appellativo ad una persona con handicap( anche se non lo reputo giusto, ma cerco di rapportarmi al meglio al contesto e all'argomento di discussione) definirei diverso una soggetto che si differenzia dagli altriper caratteristiche fisiche e psichiche che non appartengono alla norma.
valentina.difiore
valentina.difiore

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 13.11.09
Età : 31
Località : Ercolano (NA)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

diverso disabilità

Messaggio  giovanna montanino il Gio Nov 26, 2009 7:32 pm

diverso è lo straniero, secchione, potrei essere anch'io per me è colui che non ha consuetudini prestabilite
disabilità è la ridotta capacità di interazione con l'ambiente circostante

giovanna montanino

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

disabile diverso

Messaggio  martino sara il Gio Nov 26, 2009 7:43 pm

Il disabile ha delle difficolta fisiche o psichiche evidenti ed accertate,invece molte volte indichiamo qualcuno come diverso perche non omologato secondo i nostri canoni.

martino sara

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 16.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  lucia aversano il Gio Nov 26, 2009 9:18 pm

La disabilità viene intesa come limitazione della capacità di agire, conseguente ad uno stato di menomazione. Ad esempio una menomazione del linguaggio comporta una disabilità nel parlare. Di conseguenza il disabile sarà una persona non abile nello svolgere determinati compiti in relazione a quella che è la sua menomazione.
Il diverso è colui che non è uguale agli altri. Nella nostra unicità siamo tutti diversi.

lucia aversano

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  ERIKA D'ACUNTO il Ven Nov 27, 2009 12:26 am

DISABILE: COLUI CHE HA MENOMAZIONI FISICHE O PSICHICHE
DIVERSO: COLUI CHE NON CORRISPONDE AI PARAMETRI PREDISPOSTI NELL'INDIVIDUAZIONE DELLA NORMALITA' COMUNEMENTE DETTA

ERIKA D'ACUNTO

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 12.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

disabile/diverso

Messaggio  martinoanna il Ven Nov 27, 2009 7:47 pm

Disabile= Una Persona che può avere dei limiti fisici, sociali, relazionali, comportamentali, ma che riesce comunque ad espimersi con le proprie capacità.
Diverso= Soggetto che non si conforma alla massa.

martinoanna

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 14.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Disabile/Diverso

Messaggio  maria turco il Sab Nov 28, 2009 5:35 pm

DISABILE :e' colui che ha una "minorazione"fisica, cognitiva o fisica-cognitiva, che puo' comportare una diminuzione delle sue potenzialita' ;quindi la necessita' di interventi che possono consentire a queste persone di migliorare le loro condizioni di vita puntando sul miglioramento delle potenzialita' residue.
DIVERSO: La diversita' e' una condizione che non necessariamente e' legata alla disabilita',infatti essa e' conseguenza delle concezioni socio-culturali che caratterizzano una determinata comunita'.La diversita' e' una condizione mentale.

maria turco

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  ilaria.sorrentino il Sab Nov 28, 2009 7:42 pm

Il termine disabile fa riferimento ad un individuo che ha una carenza nello svolgere e nel portare a termine compiti in seguito a problemi fisici o psichici. Forse sarebbe più giusto parlare di diversabile, di diversabilità poichè richiama anche al diritto delle persone di essere riconosciute nella loro interezza e non solo in relazione alla condizione deficitaria.
Diverso= ogni individuo presenta delle caratteristiche distinte dagli altri che lo rendono diverso dagli altri, quindi posso dire che ognuno di noi è diverso dall'altro e che questo ci rende unici.

ilaria.sorrentino

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

re-lezione 2 del 31/10/2009

Messaggio  bencivengamarialisa il Sab Nov 28, 2009 10:00 pm

La disabilità non è solo un deficit, mancanza, privazione a livello organico o psichico, ma è una condizione che va oltre la limitazione, che supera le barriere mentali ed architettoniche...........E' diverso chi è privo di requisiti fisici o sociali ritenuti indispensabili: la salute, la bellezza, l'intelligenza, il benessere economico............Gli altri sono invece coloro che credono di essere "normali" che in virtù della loro posizione sanciscono la diversità......
bencivengamarialisa
bencivengamarialisa

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 21.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

DISABILE - DIVERSO

Messaggio  Corvino Teresa il Dom Nov 29, 2009 9:40 am

Buongiorno!!!
Disabile è colui che ha una ridotta capacità d'interazione con l'ambiente sociale rispetto a ciò che è considerata la norma, pertenta è meno autonomo nello svolgere le attività quotidiane.
Diverso non è necessariamente un disabile, ma anche colui che presenta cartatteristiche socio-culturali diverse dalla collettività.

Corvino Teresa

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 18.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: LEZIONE 2: Sab. 31 ottobre II Labor. (TEMA: SCRIVI SU DISABILE/DIVERSO - VEDI LINK DOMOTICA)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 8 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum