- SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

- SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  Admin il Sab Nov 07, 2009 6:52 pm

carissimi studenti/studentesse,
prima di tutto vi ringrazio per le vostre risposte, interessanti e meditate.
è così che si deve procedere nella riflessione! Quindi complimenti.

vi trascrivo qui di seguito una email che ho ricevuto prendendo contatti con il responsabile dell'Aida,
Un inetressante proposta sulle tecnologie abilitanti......

o buona lettura dei temi, buona scrittura e continuate a rifletterci su!!!!!
la docente.

Wink


Ultima modifica di Admin il Mer Dic 02, 2009 11:10 am, modificato 7 volte
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Soria Simone e L'aida - lettera

Messaggio  Admin il Sab Nov 07, 2009 6:56 pm

--------------
Sono l'ing. Soria Simone, persona disabile nato nel '79 con tetraparesi spastica grave; sono il fondatore e il presidente di A.I.D.A. ("Ausili ed Informatica per Disabili ed Anziani"), che progetta e sviluppa innovativi ausili per disabili ed anziani, specie in campo informatico. Credo infatti che il computer sia uno dei pochi strumenti che permette alla persona disabile di comunicare, studiare, lavorare, ecc.., ed essere quindi un po' autonoma.
Grazie ai nostri ausili e alla consulenza che fornisco di persona al disabile per capire le sue esigenze e cercare di soddisfarle, riusciamo a far scrivere, comunicare e utilizzare il computer anche a disabili motori gravissimi. Anche se sulla carta possono sembrare strumenti complessi da utilizzare non è così, tant’è vero che lavoriamo con persone dai 7 ai 60 anni.
Oltre a progettare e sviluppare ausili ed effettuare la valutazione della persona per trovare l’ausilio più idoneo ed adattarlo, a volte svolgo anche corsi e seminari. Ad esempio proprio a Napoli ho tenuto dei corsi ECM organizzati dal dott.Francesco Bianco, referente dell’associazione Ipertesto di Napoli.
Quindi se avrà piacere di coinvolgerci nei suoi corsi, ne discuterò molto volentieri. Tutti i giorni incontro educatori, logopedisti, insegnanti di sostegno e altre figure a contatto con l’handicap che sono completamente allo scuro dell’esistenza di ausili e metodi per aumentare l’autonomia del disabile, per cui credo sia molto importante parlarne.

-breve sintesi riguardo i nostri ausili principali -

La informo inoltre che è disponibile un video che illustra il funzionamento di FaceMOUSE: è possibile scaricare dal nostro sito(http://www.aidalabs.com/facemouse/Download.htm) i diversi file che compongono il video oppure potremmo inviarle il video per posta ordinaria, così potrà avere i filmati uniti in un unico video in formato DVD (di qualità migliore rispetto a quello presente sul sito internet).

Secondo i nostri utenti ed i nostri collaboratori purtroppo la documentazione ed il video illustrativo non trasmettono tutte le potenzialità dei nostri ausili, specie di FaceMOUSE; l'ideale sarebbe ovviamente provare FaceMOUSE direttamente con la persona disabile interessata, poichè ogni persona ha le proprie pecularietà.

Proprio perchè ogni persona disabile ha le proprie esigenze, handicap motori caratteristici (a volte anche cognitivi), vivendo nel suo ambiente famigliare e sociale da cui è influenzata, A.I.D.A. propone una soluzione ad hoc per ognuno.
Il sottoscritto ed i suoi collaboratori creano per la persona un vestito su misura, offrendo la propria consulenza e la suite di software per la comunicazione e l'informatica sviluppata dai laboratori A.I.D.A. Offriamo la nostra consulenza presso il nostro Centro Ausili di Modena oppure a domicilio.

Gli ingredienti della suite da noi proposta sono: rivoluzionario emulatore di mouse adattabile al movimento della persona, click automatico a tempo, click intelligente basato sul passaggio anzichè sul tempo, click e scrittura vocale e con l'occhio, vari tipi di scansione per tastiera e mouse, tastiera con predittore di lettera e di parola, semplice scrittura della matematica in colonna, comunicazione verbale e simbolica, sintesi vocale e molto altro ancora.

Tali idee prendono forma nel nome di:

-FaceMOUSE:
permette di pilotare il cursore del mouse muovendo il capo o qualunque parte del corpo che il disabile controlli, senza l'utilizzo di
mani, voce e di alcun altro sensore: è infatti sufficiente muovere il capo, la bocca, un braccio o una gamba dinanzi al computer.
Il movimento può essere ampio o ridotto! Muovendo il cursore del mouse la persona è in grado di scrivere, comunicare, navigare in
internet e utilizzare tutte le funzioni del computer (ed anche telefonare!).
Inoltre è possibile utilizzare FaceMOUSE come sensore per interagire con qualsiasi software a scansione per disabili.
La maggiore innovazione di "FaceMOUSE" consiste nel modo in cui la persona deve muoversi per pilotare il mouse: in pratica è il
sistema che si adatta alla persona e non viceversa, come invece accade spesso con altri ausili. Proprio per questa capacità di
adattarsi, "FaceMOUSE" risulta essere adatto a molte disabilità motorie, anche gravi.
FaceMOUSE è proposto a persone tetraplegiche e paraplegiche, con distrofia muscolare o sclerosi, oppure con spasticità e
distonie; grazie alla sua semplicità si rivolge sia bambini che a persone mature senza alcuna nozione informatica, ed è stato
utilizzato anche per stimolare persone con handicap cognitivo (specie attraverso la musica ed i suoni).
Nel gennaio 2006 il sottoscritto è stato in Giappone(a Yokosuka e Yokohama) ospitato dall'istuto governativo per la ricerca sulla
disabilità (NISE) per provare FaceMOUSE con due bambini in scuole speciali (in Giappone i disabili non vanno a scuola con tutti gli
altri, ma sono in scuole a loro dedicate). La sperimentazione è andata molto bene:ed i bambini sono riusciti ad usare FaceMOUSE.
In particolare riguardo ad uno di loro, la scuola non credeva che capisse, invece grazie a FaceMOUSE ed alla musica siamo riusciti a
dimostrare il contrario. Ovviamente è stata per noi una bella soddisfazione e per loro una grande sorpresa.

FaceMOUSE ha ricevuto diversi premi e riconoscimento per la sua innovazione ed utilità sociale, tra cui il brevetto internazionale
ed un finanziamento dal Fondo Sociale Europeo.

- "EyeClick":
Eyeclick è un software straodinario che permette alle persone immobilizzate di scrivere, comunicare e utilizzare un computer semplicemente attraverso il battito delle palpebre. Come FaceMOUSE anche Eyeclick non richiede di applicare sensori al corpo, ma analizza i movimenti attraverso la webcam .
Nel caso la persona non possa battere le palpebre, ma riesca a muovere la pupilla si può utilizzare questo movimento per comandare la tastiera e il mouse a scansione.

Eyeclick è pensato per persone a cui è rimasto solo il battito delle palpebre come movimento residuo, come ad esempio malati gravi di SLA o sindromi "Locked-in", e che quindi hanno il capo immobilizzato o quasi.
Infatti se la persona può controllare la testa, anche se per movimenti minimi, probabilmente può utilizzare il FaceMOUSE.

EyeClick costa 1.690€ +iva 4%, a differenza dei sistemi che leggono il movimento della pupilla che vanno dagli 8.000€ ai 25.000€; il contributo della ASL può arrivare fino a 1.231€+iva.


-TASTIERA A SCHERMO “COLORI&PAROLE”:
Assieme ad altre tastiere virtuali di A.I.D.A. è stata progettata anche una tastiera con le immagini e le parole già preimpostate riguardo i concetti più comuni da esprimere (“ho fame”, “ho sete”…); essa permette una comunicazione più rapida soprattutto nel caso si utilizza la scansione, ad esempio con EyeClick, perché si evita di comporre le parole lettera per lettera.
La tastiera a schermo “COLORI&PAROLE” può essere utilizzato anche con FaceMOUSE ed EyeClick.


- "VocalPC":
VocalPC è un software che offre le stesse possiibilità di FaceMOUSE ed EyeCliclk semplicemente emettendo un suono con la voce. Non importa che si pronunci una precisa parola o che venga riprodotto sempre lo stesso suono, ma il sistema rileva un qualunque suono; grazie a questo si può scrivere e pilotare il cursore del mouse grazie a efficienti tecniche a scansione.
VocalPC è rivolto a persone che non parlano, ma che riescono ad emettere un suono con la voce o un soffio, e che hanno delle distonie così forti da non controllare nessuna parte del corpo per poter utilizzare FaceMOUSE.
- "FABULA":
Fabula invece è un ausilio creato da AIDA per persone con disturbo nella comunicazione verbale e con difficoltà di indicazione e di attenzione (come persone autistiche o con lievi handicap intellettivi). FABULA permette di comunicare, scrivere e giocare con il computer digitando una tastiera virtuale con un dito, attraverso un monitor sensibile al tocco (touch screen). Le tastiere virtuali sono riprese in parte da FaceMOUSE, quindi sono personalizzabili e possono essere utilizzati come fogli di lavoro a seconda delle esigenze; possono essere quindi di tipo alfabetico, numerico o simbolico.
Il vantaggio maggiore di FABULA rispetto ad altri comunicatori di tipo hardware, risiede però nella predizione inclusa nelle tastiere che risulta più funzionale rispetto alle predizioni standard, velocizzando la scrittura.
FABULA è fornito insieme ad un monitor touch-screen con inclinazione regolabile da collegare al computer, quindi adatto per una postazione fissa, o con un Tablet-PC come ausilio di comunicazione portatile; il tablet-pc è un computer portatile di ridotte dimensioni, senza tastiera, in quanto si digita direttamente sullo schermo.

-EasyMath: grazie alle tastiere di AIDA, associate ad un apposito software di matematica, è possibile scrivere formule ed operazioni in colonna in modo molto semplice ed intuitivo senza dover ricorrere a difficoltose procedure che solitamente si seguono con il mouse tradizionale, ad esempio utilizzando equation editor.
- "Click&Zoom" : permette di effettuare il click del mouse in automatico nella posizione in cui si trova il cursore. Click&Zoom è pensato per persone che, pur riuscendo a muovere il mouse con qualunque sistema (mouse tradizionale, pallina trackball, tastierino numerico.....) faticano a fare il click. Tale sistema è dotato inoltre di un videoingranditore, che ingrandisce la parte dello schermo indicata dal cursore del mouse, facilitando l'utilizzo del computer alle persone con deficit visivo.
-"KeyClicker": Tastiera su schermo che sostituisce la tastiera tradizionale. Per scrivere è sufficiente cliccare sulla lettera desiderata, che verrà riportata in qualunque programma di videoscrittura. Le tastiera è completamente personalizzabile: possono variare le dimensioni dei tasti, è possibile inserire non solo lettere, ma parole,suoni ed immagini.
L'offerta di AIDA è corredata anche da altri ausili validi in altre situazioni, come ad esempio tastiere fisiche, allarmi, telefoni, soluzioni per non vedente e ipovedenti, ecc...

Ing. Soria Simone - Presidente di A.I.D.A.

_________________________________________________________________________
Ing. Soria Simone - soriasimone@aidalabs.com
A.I.D.A. - Ausili e Informatica per Disabili e Anziani info@aidalabs.com ,www.aidalabs.com , www.facemouse.net
Sede Legale: Via T.Pelloni 29, 41100 Modena - tel./FAX 059.306025
Sede operativa e Centro Ausili : Via F.lli Rosselli 270 , 41100 Modena -
Tel:059-442999 (Orario segreteria : dalle 9.45 - alle 16.30)
cellulare: 333-8954485 (ing. Soria)
(Tele)FAX: 0039-178.600.3635


Ultima modifica di Admin il Mer Dic 02, 2009 11:12 am, modificato 2 volte
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  Angela de Cristofaro il Sab Nov 07, 2009 8:15 pm

Lo scorso anno studiando un esame di Sibilio, lessi un capitolo che parlava di abilità diverse, attraverso l'esperienza di vita di Gennaro Morra.Uomo affetto da tetra paresi spastica, racconta la sua lotta per conquistare un'esistenza dignitosa, per ottenere quel minimo di autosufficienza che lo consentisse di non restare emarginato, conquista graduale attraverso l'uso ‹‹diverso e intelligente›› del proprio corpo in rapporto alle nuove tecnologie.
L'utilizzo del personal computer gli portò un cambiamento radicale, utilizzò una tecnica molto semplice, la mano destra teneva il più possibile ferma l'altra mano , tirava fuori l'indice sinistro e con questo pigiava sui tasti. Sbagliava molto ma, poteva cancellare e riscrivere tutte le volte che voleva. Nei nuovi pc molte funzioni erano attivabili premendo due tasti contemporaneamente e solo l'indice non bastava più. Fu così che iniziò ad aiutarsi con il naso. Con il tempo riuscì a capire che l'uso del naso lo rendeva più veloce, e che la chat era un buon allenamento per perfezionare la tecnica.
Il suo modo straordinario di utilizzare il computer attraverso l'uso diverso del naso e delle mani sono un esempio delle vie alternative delle intelligenze umane, la conferma che la tetra paresi spastica se da un lato limita i movimenti, dall'altra espande la capacità della intelligenza del corpo, dandole nuove forme diverse ed originali.
Spesso si sentono dire in giro frasi del tipo:‹‹Dio vede e provvede››, oppure ‹‹ciò che la natura toglie da un lato, restituisce da un altro››. Io credo semplicemente che un uomo, quando è in difficoltà, deve aguzzare l'ingegno per uscire da una situazione negativa e ritrovarsi in una più comoda.
Una persona disabile secondo me può e deve essere reputata una persona ‹‹diversamente abile›› ovvero un individuo che menomato in certe capacità e/o funzioni, ne ha sviluppato altre, spesse a livelli superiori rispetto alla media.
E' straordinario pensare quanti strumenti tecnologici sono stati inventati per migliorare la qualità di vita dei disabili, e quanta genialità risiede in loro.
avatar
Angela de Cristofaro

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 31.10.09
Età : 33
Località : aversa (CE)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  linda granito il Dom Nov 08, 2009 1:54 pm

le menomazioni sono perdite o anormalità che possono essere transitorie o permanenti e comprendere anomalie a carico di organi arti o tessuti; rappresentano l'esteriorizzazione di uno stato patologico.
la disabilità è una qualsiasi restrizione conseguente ad una menomazione, l'handicap è la condizione di svantaggio vissuta in conseguenza di una menomazione che limita o impedisce ad una persona di ricoprire il ruolo normalmente proprio, rappresenta il risvolto sociale dello svantaggio; di fondamentale importanza risultano quindi essere gli ausilii tecnologici che intervengono per colmare lo svantaggio perchè spesso con l'aiuto di un apparecchio un disabile riesce a superare le sue difficoltà incrementando le abilità positive come nel caso di gennaro morra che è riuscito nonostante le gravissime difficoltà, grazie al computer a uscire dall'isolamento comunicativo ed essere anche di aiuto agli altri in modo valido e proficuo.

linda granito

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  Giuliana Pianura il Lun Nov 09, 2009 2:53 pm

Sorprendente il lavoro dell'Aida e straordinari i risultati. Ciò che mi sembra molto triste è il limitato contributo dello Stato che lascia le persone con patologie più gravi nella condizione di dover investire la cifra necessaria quasi per intero. Potrei comprenderlo se si trattasse di beni di lusso, ma stiamo parlando di tecnologie che permettono alle persone diversamente abili di svolgere attività che fanno parte della routine quotidiana di tutti noi. La Costituzione ci dice di rimuovere le barriere che impediscono ad alcuni cittadini di avere pari opportunità rispetto agli altri, ma a quanto pare fino a un certo livello di costo?!?
avatar
Giuliana Pianura

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Sul lavoro di Simone Soria e della sua AIDA

Messaggio  simona romano il Mar Nov 10, 2009 7:42 pm

Certamente il lavoro di Soria è eccezionale, come lo è anche la sua forza d'animo e la sua caparbietà nella lotta al "non si può fare". Quando leggo di persone come Soria e Morra rifletto su quanto ci capita di essere limitati e di brevi vedute nella "nostra normalità", e su quanto chi ha qualcosa in meno riesce ad essere ed a donare molto più di noi. Condivido con Giuliana che lo Stato dovrebbe fare molto di più per garantire quell'uguaglianza sostanziale di cui ci parla la nostra Costituzione. In ogni caso, ho letto che il contributo dell'Asl per l'Eyeclick, ad esempio, è di 1231 euro su 1690... non male, ma resta troppo per molti!
Il lavoro di AIDA e dei suoi ingegneri è meraviglioso e, leggendo meglio di Face Mouse ne ho notati alcuni aspetti positivi:
prima di tutto fa focus sulle "capacità del soggetto", è flessibile e si adatta meglio alla persona;
è molto semplice da usare, a tutte le età e per problematiche diverse (impossibilità di uso della mano o della voce, ridottissime capacità motorie, spasmi muscolari incontrollati) senza essere fastidioso, visto che funziona con una webcam, così non si serve di sensori da applicare sul corpo nè prevede switch esterni; possono usarsi mento, naso, piedi o mani;
può essere impiegato anche per interagire con i videogiochi;
può essere dotato anche di un lettore vocale, per la traduzione di quello che il soggetto scrive utilizzando la tastiera di F.M.;
F.M. può essere impiegato anche per programmi di Domotica, in caso di disabilità molto gravi, in modo che il soggetto possa interagire con la sua casa (es: apertura di porte, accensione di luci);
prevede l'utilizzo di una testiera virtuale sullo schermo, molto simpatica, colorata e personalizzabile;
non è necessario che l'utente resti immobile in una certa posizione per lungo tempo per poter "cliccare" su qualcosa, dato che F. M. è dotato di una velocità di scrittura 4 volte superiore rispetto alla velocità degli altri sistemi di scansione. L'unica cosa che pretende F.M. è che il soggetto riesca a focalizzare l'attenzione sullo schermo per poter operare.

Beh... semplicemente eccezionale!
Sarà molto interessante saperne ancora di più a lezione.[/list][/list]
[list][*]

simona romano

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 24.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  minieri fortuna il Gio Nov 12, 2009 12:16 am

E' a dir poco straordinario....non sapevo dell'esistenza di questi strumenti,condivido però con Giuliana lo scarso interesse da parte dello Stato a riguardo e anche la scarsa informazione che circola nel settore. Infatti spesso mi capita di ascoltare insegnanti di sostegno e genitori che dicono che "per quel bambino non si può far niente"non sapendo che invece si può fare e anche molto...ovviamente se si conosce e se purtroppo se se ne hanno le possibilità.
avatar
minieri fortuna

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 36
Località : Cercola (NA)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  ILARIA BARATTO il Gio Nov 12, 2009 9:40 am

minieri fortuna ha scritto:E' a dir poco straordinario....non sapevo dell'esistenza di questi strumenti,condivido però con Giuliana lo scarso interesse da parte dello Stato a riguardo e anche la scarsa informazione che circola nel settore. Infatti spesso mi capita di ascoltare insegnanti di sostegno e genitori che dicono che "per quel bambino non si può far niente"non sapendo che invece si può fare e anche molto...ovviamente se si conosce e se purtroppo se se ne hanno le possibilità.

Ilaria Baratto
Concordo pienamente, è davvero interessante sapere che ci sono persone come Simone che si interessano in prima persona al problema della disabilità e della diversità, facendone diventare così una fonte non di disagio, ma di diverse abilità.
avatar
ILARIA BARATTO

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 12.11.09
Età : 36
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

SORIA SIMONE DELL'A.I.D.A

Messaggio  MEROLLA FABIANA il Gio Nov 12, 2009 10:51 am

Leggendo la storia dell'ingegnere Simone Soria mi sono ricordata che io già conoscevo questa patologia,in quanto ho sostenuto l'esame del prof. Sibilio inerente le abilità diverse.Si raccontava la storia di un uomo"Gennaro Morra" che grazie all'utilizzo del personal computer e delle varie tecnologie è riuscito ad acquisire una certa autonomia stabilendo numerose relazioni interpersonali.
avatar
MEROLLA FABIANA

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.11.09
Età : 33
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  Messico Patrizia il Gio Nov 12, 2009 12:14 pm

leggendo le risposte delle mie colleghe mi ritrovo con loro su quello studiato già in precedenza con l'esame del prof. Sibilio e la storia di Gennaro Morra...credo che sia molto interessante conoscere le tecniche di aiuto per le persone con diversa abilità...anche durante una lezione della prof. Manno quando durante una lezione fece intervenire una nostra collega Giuditta (non vedente) la quale ci descrisse un pò le tecniche che le permettevano di studiare ci parlò un pò delle varie tecnologie di ausilio...quindi credo che ascoltare altre testimonianze potrebbe per noi essere molto interessante specie per riuscire a toccare un pò con "mano" il mondo della disabiltità...ciao a tutti Patrizia Surprised
avatar
Messico Patrizia

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 35

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

storia di SIMONE SORIA dell'AIDA

Messaggio  Manuela Mattera il Gio Nov 12, 2009 1:00 pm

Salve a tutti!!
intervengo per sottolineare quanto sia confortante sapere che, in una "società distratta" ci siano una parte di essa che si prodiga per migliorare la qualità di vita di persone che a causa della loro diversa abilità hanno difficoltà non solo a muoversi ma addirittura a comunicare con il mondo intorno a loro!!...in questo caso specifico è ancora più toccante che sia proprio un disabile a fare tutto ciò!! Mi stupisco, ogni volta che vengo a conoscenza di queste storie, della straordinaria forza che persone con disabilità riescono a tirare fuori...della grande voglia di vivere che hanno...che a volte a noi persone "normali" manca!!!
flower
avatar
Manuela Mattera

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 02.11.09
Età : 39
Località : Portici (Na)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

STORIA DI SIMONE SORIA DELL'AIDA

Messaggio  iodice ivana il Gio Nov 12, 2009 2:26 pm

LEGGENDO LA TESTIMONIANZA DELL'INGEGNERE SIMONE SORIA HO POTUTO CONSTATARE CHE GRAZIE ALLO SVILUPPO DELLE TECNOLOGIE ABILITANTI, STIAMO PROGRESSIVAMENTE ASSUMENDO "ABILI IN MODO DIVERSO", COLORO CHE FINO A QUALCHE TEMPO FA CONSIDERAVAMO MINORATI, IN QUANTO TALI TECNOLOGIE PERMETTONO AI SOGGETTI IN SITUAZIONE DI HANDICAP UN USO DIVERSO DEL PROPRIO CORPO E DI CONQUISTARE, COSI', GRADUALMENTE LA PROPRIA AUTONOMIA POTENZIANDO QUELLE ABILITA' CHE CONSENTONO AL SOGGETTO MINORATO DI ACCOSTARSI ALLE VARIE ATTIVITA' CN LA MASSIMA PARTECIPAZIONE. CONCORDO CON GIULIANA CHE LO STATO DOVREBBE INVESTIRE MAGGIORMENTE AFFINCHE' TALI AUSILI SPECIALI, ECCESSIVAMENTE COSTOSI, SIANO ALLA PORTATA DI TUTTI.
CIAO...

iodice ivana

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Gabriella Zeno

Messaggio  Gabriella Zeno il Gio Nov 12, 2009 4:14 pm

Sono rimasta davvero molto colpita da queste informazioni e proprio per questo, ho cliccato il link di A.I.D.A. ed ho scoperto un nuovo computer super tecnologico, in grado di aiutare il disabile.
TECNO READER
Straodinario computer parlante che legge al posto tuo!
E' sufficiente premere un tasto per leggere libri, riviste e giornali.
TecnoReader è un ausilio totalmente autonomo per la lettura dei testi stampati, corredato da un sistema di riconoscimento a scanner e da una gradevole sintesi vocale. Può essere collegato direttamente alla presa di corrente senza aver bisogno di un computer.
Tecnoreader è ideato per una comunicazione semplice, multiimediale, ma ad elevata tecnologia; compatto e trasportabile, rivolto a coloro che sono bisognosi di sopperire ad una ridotta autonomia sensoriale, visiva, vocale, manuale, motoria, posturale, cognitiva. flower
avatar
Gabriella Zeno

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Simone Soria A.I.D.A

Messaggio  luciana soriano il Gio Nov 12, 2009 5:36 pm

Sona rimasta molto colpita dall'esistenza di ausili tecnologici cosi notevoli!!! Ad esempio l'uso di faceMuose è semplicemente fantastico. Immagino che l'esperienza che l'ingegnere ha realizzato in Giappone deve essere stata molto incoraggiante per lui ed il suo staf,inoltre sono rimasta sorpresa dal fatto che lì i bambini diversamenteabili non vanno a scuola insieme agli altri ma frequentano scuole speciali...Questo mi meraviglia dato che il Giappone è un Paese molto sviluppato almeno per quel che riguarda la tecnologia.
Basti pensare al recente esoscheletro che favorisce la mobilità ai diversamente abili, ovviamente a prezzi esorbitanti(circa 2,200 dollari). Gli ausili proposti dall'ingegnere mi hanno colpito anche per la loro accessibiltà e semplicità di utilizzo, ovviamente concordo con le mie colleghe che lo Stato dovrebbe coprire la spesa per coloro che hanno comprovate difficoltà economiche.

luciana soriano

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La storia di Soria dell AIDA

Messaggio  Maria Lepore il Gio Nov 12, 2009 6:43 pm

Il lavoro di Soria è eccezionale...un uomo che attraverso strumenti validi aiuta i disabili e gli anziani specie in campo informatico.
La tecnologia fa veramente passi in avanti in quanto aiuta persone disabili ,che hanno esigenze diverse ,ad utilizzare al meglio il pc con tecniche adeguate.
Allontana in questo modo le persone disabili dall isolamento comunicativo permettendo loro di dialogare con gli altri e essere d aiuto alle persone che possono avere delle difficoltà.Ammiro la forza e la voglia di fare di Soria e dei suoi collaboratori perchè anche se le persone disabili hanno uno svantaggio non devono essere allontanate dalla società o togliere loro il mezzo più importante che permette di comunicare,studiare ed essere soprattutto autonomi e non dipendere da altri,ma far in modo che possano sviluppare la propria intelligenza ed essere loro una guida per noi... Surprised

Maria Lepore

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

RE: nota dalla prof: la storia di SIMONE SORIA dell' AIDA (SOLO LETTURA PER ORA )

Messaggio  Annalisa Marigliano il Gio Nov 12, 2009 8:58 pm

Tutti abbiamo studiato la storia di Gennaro Morra , alcuni di noi durante il corso della professoressa Manno abbiamo assistito anche all' intervento di una nostra collega non vedente che spiegandoci come studiava ci ha fatto
comprendere ancora di più come le tecnologie siano importanti e di aiuto anche a persone disabili.
Sapevo che le nuove tecnologie assumono grande importanza perchè favoriscono lo sviluppo dell ' apprendimento in tempi minori, curano le carenze e le difficoltà che un individuo ha anche solo nel leggere; attraverso i dati al PC si può migliorare la capacità di scrittura, sapevo che si parla di programmi IDENTIKIT ossia si identificano lettere, ad esempio, con dei codici quali possono essere dei numeri ( A B C = 1 2 3 ), ma l ' e mail di Soria ha fatto accrescere in me molte altre conoscenze, in quanto , non sapevo dell' esistenza delle tecniche da lui citate... devo dire che il lavoro di quest' uomo è davvero stupendo, è sempre bello sapere che ci sono persone pronte ad aiutare soggetti in difficoltà....
Un saluto a tutti.
Smile
avatar
Annalisa Marigliano

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Simone Soria AIDA

Messaggio  Liguori Laura il Gio Nov 12, 2009 9:44 pm

E' davvero incredibile come grazie alla tecnologia e al computer si possano utilizzare metodi sempre più nuovi e diversi affinchè anche le persone affette da questa patologia e non solo abbiano la possibilità di esprimersi ed essere a contatto con il mondo che li circonda. La trovo una cosa straordinaria e non vedo l'ora di affrontare l'argomento in aula in maniera più approfondita. Very Happy
avatar
Liguori Laura

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

storia di Simone Soria

Messaggio  Daniela Mermati il Gio Nov 12, 2009 10:53 pm

Ho avuto varie esperienze nel modo della disabilità come educatrice e sapevo che la tecnologia poteva facilitare l'apprendimento di molte abilità, ma dopo aver letto la storia di Simone Soria mi sono resa conto ancora di più della sua importanza e del suo immenso sviluppo. Non ero a conoscenza di tante tecniche e sarebbe veramente molto bello poter sentire da vicino le sue esperienze.

Daniela Mermati

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

SIMONE SORIA

Messaggio  antonietta.picascia il Ven Nov 13, 2009 12:09 am

[b]La storia di Simone Soria,presidente dell'associazione A.I.D.A,mi ha decisamente colpito.Egli è affetto da una patologia,la tetra paresi spastica,che ho già incontrato nell'esame del prof. Sibilio.Nel libro del prof. Sibilio,inerente alle abilità diverse,protagonista della vicenda era un uomo di nome Gennaro Morra;quest'ultimo era affetto da tetra paresi spastica che gli impediva di fare determinati movimenti.Egli con la mano destra teneva ferma la sinistra e con l'indice sinistro pigiava i tasti del pc;in seguito per velocizzare i movimenti utilizzò anche il naso!Quest uomo attraverso un utilizzo intelligente delle tecnologie(il pc)è riuscito a superare i suoi limiti,valorizzando la sua diversabilità!

antonietta.picascia

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 02.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  Esterina Speranza il Ven Nov 13, 2009 9:54 am

Penso che la cosa più importante per un disabile sia quella di sentirsi una persona alla pari di tutte le altre, che può affrontare e superare gli stessi problemi, anche se magari in un modo diverso e con qualche difficoltà in più...
In realtà un disabile è semplicemente una persona diveramente abile, anche se quasto nn tutti lo sanno!


"Poesia" scritta il 21/12/98 , alle ore 19.40

Voglio combattere,
con le armi della mia anima,
con l'istinto del mio cuore,
voglio vincere.
Superare quegli ostacoli che
sembravano non venire giù,
gridare contro chi
mi ha detto no.
Smentire colui,
che soddisfazione;
supera anche il dolore
del mio umore,
stanco.
Ricaricare,
ripartire ancora
più forte di prima,
domani ancora io,
io ci sarò!
Soria Simone
avatar
Esterina Speranza

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 30.10.09
Età : 40
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ausili...

Messaggio  valentina palladino il Ven Nov 13, 2009 12:07 pm

Una novità rispetto al passato che rappresenta un nuovo passo verso la completa integrazione dell'alunno diversamente abile è rappresentato anche dall'uso in classe della lavagna multimediale...
ho seguito personalmente il corso e trovo che sia utile al fine di agevolare l'apprendimento dell'alunno. Si tratta di collegare la tecnologica lavagna al computer in modo da proiettare immagini , lezioni e schemi preparati dal docente.
Con l'ingresso in aula di una lavagna multimediale con SW specifici e di computer portatili, si apre la possibilità di fare lezione
favorendo l’incontro fra la multimedialità, tipica dei computer, e la multisensorialità delle persone, consentendo così lacostruzione di aule, via via, più inclusive.
da riflettere....

valentina palladino

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 12.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ing. Simone Soria

Messaggio  Antonella Cicala il Ven Nov 13, 2009 1:10 pm

… incredibili i miracoli della tecnologia … ma allo stesso modo confortante aver constatato, durante il tirocinio del terzo anno (svolto presso la scuola elementare di Torre Annunziata), l’esistenza di docenti effettivamente impegnati nella realizzazione di aule multimediali in cui anche il “disabile trova un posto dignitoso”… Insieme alle mie colleghe, infatti ho potuto vedere per la prima volta tastiere speciali, mouse joystick ed altri ausili straordinari, che gli alunni dell’istituto utilizzano in base alle difficoltà, alla patologia che presentano. E’ stato il maestro Roberto, responsabile di tale iniziativa, che mi ha stupito (a suo tempo) con le sue parole e i suoi “strani oggetti” … ed ora leggendo l’ e-mail dell’ing. Simone Soria resto altrettanto sbalordita…
Mi auguro davvero che la scuola si apra al più presto alle innovazioni, alle risorse che la tecnologia offre !!!
Very Happy
avatar
Antonella Cicala

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  giusys il Ven Nov 13, 2009 5:41 pm

per ricollegarmi al post precedente,consiglio un sito veramente interessante www.mondoausili.it
visitatelo!

giusys

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Simone Soria

Messaggio  Giuseppina Trinchillo il Ven Nov 13, 2009 11:41 pm

[b]Leggendo la storia dell ing. Simone Soria ne sono rimasta davvero colpita!Un uomo affetto da una forma gravissima di tetra paresi spastica,presidente dell'associazione A.I.D.A,che cerca di fornire ausili utili a persone diversamente abili attraverso il computer!La sua storia è molto simile a quella di Gennaro Morra,anch'egli affetto da tetra paresi spastica,che attraverso l'utilizzo delle tecnologie informatiche è riuscito in qualche modo a superare la sua disabilità,diventando piu autonomo ed indipendente!Le storie di questi due uomini dovrebbero, secondo me, essere viste come esempi di vita per ognuno di noi! Very Happy

Giuseppina Trinchillo

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Simone Soria

Messaggio  Alessia D'Alessandro il Ven Nov 13, 2009 11:53 pm

Buonasera a tutti!la storia di Simone Soria(presidente dell A.I.D.A)mi ha fatto capire di quanto siano fondamentali le tecnologie informatiche(in questo caso il computer)soprattutto per individui con delle difficoltà.Soria,affetto da una gravissima forma di tetra paresi spastica, offre aiuti utili a persone diversamente abili proprio attraverso l utilizzo del computer.La sua storia mi ha fatto ricordare quella di Gennaro Morra anche lui colpito da tetra paresi spastica;egli attraverso l utilizzo del computer aveva imparato a sfruttare la sua diversabilità nella vita quotidiana,potenziando in particolar modo la sua intelligenza corporea!Credo che questi due uomini debbano essere considerati come esempi di coraggio e forza di volontà Very Happy

Alessia D'Alessandro

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: - SIMONE SORIA dell'AIDA (FACOLTATIVO)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum