lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Pagina 4 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Andare in basso

barriere architettoniche

Messaggio  RosaGatto il Lun Nov 16, 2009 10:57 pm

Dopo aver visto il video in aula posso affermare che le barriere architettoniche sono davvero tantissime...e nonostante si dicono tante cose sui disabili,si cerca di fare grandi passi in avanti mi rendo conto che in effetti la situazione rimane sempre invariata in quanto essi non riescono a condurre una vita "normale" non riescono a gestirsi autonomamente come è giusto che sia!Spero che al di la di tutte le chiacchiere che se ne fanno,almeno una parte di tali barriere vengano superate...!Questo superamento dunque deve avvenire prima nel cuore e poi materialmente poichè solo credendoci fermamente le cose potranno migliorare!!!!!!!

RosaGatto

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ANGELA MATTIELLO

Messaggio  Angela Mattiello il Lun Nov 16, 2009 11:29 pm

Salve, proprio su questo argomento vorrei parlare di una cosa a mio parere davvero speciale, dato che siamo attorniati da un pò di tristezza( è difficilissimo poter vivere una vita tranquilla o quanto meno "vivibile" per un disabile nel nostro Paese). Beh si tratta di un fatto della cittadina in cui abito, ossia Marano di Napoli, dove da qualche tempo sono state create delle strutture su ogni marciapiede per consentire il libero passaggio dei disabili. In pratica si tratta di piccole discese su fine marciapiede di tutte le strade principali, che permettono la normale percorreza da parte dei disabili. Appena ho notato ciò mi sono resa conto della piccola grande conquista che è stata fatta in cui la voce del più debole è divenuta la "mia di voce". Con questo voglio dire che è stato compiuto un passo in avanti verso l'oltrepassamento di tutte quelle barriere che non consentono la normale vivibilità del mondo anche da parte di coloro che hanno difficoltà nello svolgere diverse attività(quotidiane e non).
Ecco spero che questo sia uno dei tanti esempi che dimostrino il contrario!!
avatar
Angela Mattiello

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Barriere architettoniche

Messaggio  Elvira Rosa Romano il Mar Nov 17, 2009 9:52 am

La visione dei filmati sulle barriere architettoniche mi ha fatto riflettere sulle difficoltà che le persone disabili incontrano quotidianamente; per questo motivo, "quasi" sempre sono costrette a dipendere da altri. Ciò che per noi è scontato (salire o scendere le scale, attraversare la strada, scendere o salire sul marciapiede, ecc.) per loro può diventare molto difficile, se non impossibile.
I filmati mi hanno anche fatto notare che praticamente non ci sono grandi differenze tra Nord e Sud-Italia: anche città come Milano, che si "mostrano" particolarmente sensibili alle esigenze delle persone disabili, mettendo a loro disposizione servizi specifici, sembra che poi non si curino "molto", per non dire "affatto", del buon funzionamento dei suddetti servizi. No
avatar
Elvira Rosa Romano

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 03.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere architettoniche

Messaggio  antonietta.rossana il Mar Nov 17, 2009 11:38 am

antonietta e rossana

L'invito della docente a provare ad immaginarci nelle condizioni dei protagonisti del video, prodotto dalle Iene riguardo le barriere architettoniche, ci ha fatto molto riflettre.
In effetti l'ambiente in cui viviamo: la nostra città, la nostra stessa casa, quei luoghi che dovrebbero proteggerci e farci sentire al sicuro, spesso, non sono altro che barrieranti alla nostra vita, alla nostra indipendenza, soprattutto se si vive con un deficit fisico o psicofisico. Tutto ciò perchè gli addetti ai lavori non sono abbastanza competenti, o perchè non capaci di immmedesimarsi nell'altro per cui stanno lavorando.
Il punto su cui la nostra attenzione si è soffermata in modo particolare, è stato quando il protagonista si è apprestato al Bancomat e non gli è stato possibile effettuare l'operazione. Il danno e poi la beffa! Lo Stato elargisce un sussidio che il disabile deve per forza condividere con un tale che fa da accompagnatore,ma, dov'è finita la tanto aspirata privci? Hops, forse non è prevista per il nostro protagonista e per tutti quelli come lui.
Il disabile che non presenta deficit psichici, gode degli stessi diritti e doveri di un qualsiasi altro cittadino, ragion per cui gli devono essere garantiti tutti quei idiritti previsti dalla costituzione, anche, e soprattutto il diritto alla privaci.

antonietta.rossana

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Barriere architettoniche (lezione del 13/11/2009)

Messaggio  simona falco il Mar Nov 17, 2009 11:44 am

In una società così avanzata tecnologicamente come la nostra(ultimo esempio,il digitale terrestre), mi risulta assurdo credere che ci siano ancora casi in cui persone portatrici di handicap si trovino dinnanzi a barriere non solo architettoniche , ma anche a barriere di indifferenza degli addetti che dovrebbero,invece, garantire la buona riuscita dei vari servizi. Quindi, le persone "d.a" si trovano a combattere non solo con sè stessi e con la propria disabilità, ma anche contro i continui impedimenti che la stessa società , gli procura.....

simona falco

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 05.11.09
Età : 34
Località : frattamaggiore....

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere architettoniche

Messaggio  rossella maria valeria vi il Mar Nov 17, 2009 12:53 pm

Dopo la visione del filmato prodotto dalle iene,ho riflettuto sul concetto di "BARRIERE" .
Esistono, a mio parere, due forme di barriere:
-quelle architettoniche;
-quelle mentali.
Per quanto riguarda le prime,esse sono quegli ostacoli presenti nell'edilizia e che impediscono un comodo utilizzo degli ambienti e delle strutture ad esso connesse.tale problematica non deve essere solo pensata riguardo alle persone con difficoltà di deambulazione o con altri difetti fisici,ma per tutti coloro che per motivi di età o di eventi occasionali si trovano in condizioni di non potere usare una scala,un ingresso,un ascenscensore,un interruttore,un semplice servizio igienico.Quest'ultime persone possono essere gli anziani,donne incinte,bambini con un arto ingessato..Le costruzioni pertanto devono essere costruite senza barriere architettoniche,troppo spesso muri invalicabili che impediscono una vita di relazione ai disabili permanenti e occasionali.
Per quanto riguarda invece le barriere architettoniche "mentali",quest'ultime esistono,a mio parere,perchè non tutti gli individui sono educati ad una "coscienza del diverso"..non tutti sono eucati al rispetto di un portatore di handicap..non tutti(come ad esempio gli addetti ai servizi per i diversamenti abili)hanno un senso di disponibilità..
La domanda che mi pongo è :"Seppur un giorno ,la maggior parte del nostro paese sarà in grado di superare tali barriere architettoniche,saremo mai in grado di supere quelle mentali???"

rossella maria valeria vi

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.09
Età : 33

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Gabriella Zeno

Messaggio  Gabriella Zeno il Mar Nov 17, 2009 1:01 pm

Sono daccordo con te Rossella, bisogna prima di tutto eliminare le barriere ed i pregiudizi mentali.
Abbattere le barriere mentali nei confronti della disabilità vuole dire
abbattere qualsiasi differenza tra le persone, dando a tutti, in quanto
cittadini, le stesse opportunità, gli stessi diritti, così nel campo lavorativo,
in quello scolastico, sociale. flower
avatar
Gabriella Zeno

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.10.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lezione 3

Messaggio  Teresa Schettini il Mar Nov 17, 2009 3:09 pm

nella lezione 3, si è accennato alla parola benessere.
secondo me eliminando le barriere archiettoniche si crea la prima condizione per realizzare il benessere psico sociale per i diversamente abili.

Teresa Schettini

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

BARRIERE ARCHITETTONICHE

Messaggio  giuseppinadicaterino il Mar Nov 17, 2009 3:46 pm

Salve a tutti!
Guardando il video delle barriere architettoniche sono rimasta delusa,mi rendo conto che i disabili sono poco considerati. A mio parere queste barriere devono essere abbattute e devono permettere ai disabili di inserirsi nella società avendo gli stessi diritti di qualsiasi cittadino.

giuseppinadicaterino

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere architettoniche

Messaggio  puocci.immacolata il Mar Nov 17, 2009 3:49 pm

Ciao a tutti
sono immacolata
Il video delle barriere architettoniche visto in aula mi ha sconvolta perchè i diversamente abili vivono una doppia disabilità perchè vivono anche la difficoltà causata dal non adeguamento delle stutture alle esigenze dei disabili.
Spero che lo stato si svegli e fornisca al più presto dei fondi per risolvere questa situazione.

puocci.immacolata

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

TERZA LEZIONE

Messaggio  Falso Margherita il Mar Nov 17, 2009 5:40 pm

IN CLASSE SONO INTERVENUTA,AFFERMANDO CHE NEL MIO PAESE IN PROVINCIA DI LATINA , NON VI SONO STRUTTURE ADEGUATE AI BISOGNI DEL DIVERSAMENTE ABILE, E SE VISONO PRESENTI SEMBRA UN EVENTO STRAORDINARIO. LASCIAMO VIVERE NORMALMENTE I DIVERSAMENTE ABILI ROMPIAMO QUESTE BARRIERE LORO SONO PERSONE "NORMALISSIME". Exclamation

Falso Margherita

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 08.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere archidettoniche

Messaggio  martino sara il Mar Nov 17, 2009 5:56 pm

dopo la visione del video è evidente quanto ancora la nostra societa ancora non ha provveduto al completo inserimento del disabile . le barriere archidettoniche sono un handicap da superare,è vergognoso vedere quanto nei luoghi pubblici come le metropolitane o le scuole ancora non si sia provveduto alla completa integrazione del diversamante rorsa abile,egoisticamente ancora non vengono costruiti dei luoghi adatti e disponibili a tutti dimenticando che queste persone sono una risorsa per il nostro paese o e per migliorare la nostra societa,sopratutto dal punto di vista umano.

martino sara

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 16.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Messaggio  Marta Carota il Mar Nov 17, 2009 6:31 pm

E' vergognoso pensare come oggi nel 2009, ci sia una completa indifferenza da parte dei comuni che non prendono provvedimenti per abbattere queste barriere architettoniche se non vengono sollecitati da trasmissioni televisive...
Con questi atteggiamenti non facciamo altro che ostacolare ancora di più la vita normale di una persona disabile Mad
avatar
Marta Carota

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 15.11.09
Età : 31
Località : Melfi (POTENZA)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Messaggio  ILARIA IZZO il Mar Nov 17, 2009 6:42 pm

Buonasera a tutti......
Dopo il video visto in aula,mi sono accorta ancora di più di come i disabili vengano emarginati e soprattutto non considerati.
Queste persone molto spesso vengono private della possibilità di partecipare ad attività sociali,di lavoro,scolastiche e formative,proprio perchè non hanno una loro autonomia,ostacolata dalla presenza di barriere architettoniche. Eppure è un loro diritto e un loro dovere.L'abbattimento di quest'ultime quindi, rappresenta il primo passo verso il rispetto e la libertà dei disabili.

ILARIA IZZO

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 04.11.09
Età : 31
Località : parete

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere architettoniche

Messaggio  EMMA MARCHIONE il Mar Nov 17, 2009 8:17 pm

buonasera
nell'era della tecnologia anche le persone con handicap hanno superato qualche barriera.
infatti, si sono costruiti centri sportivi di accoglienza, infrastrutture per poter offrire una vita migliore a coloro che hanno determinati disagi.
nonostante ciò, molto spesso, si nota che questi interventi sono ancora molto scarsi poichè le stesse persone incontrano ancora difficoltà a spostarsi, a camminare etc...
credo che c'è ancora molto da fare per restituire valore e dignità a chi soffre di questi problemi

EMMA MARCHIONE

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 12.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Messaggio  Sara Gribaudo il Mar Nov 17, 2009 9:05 pm

Buonasera a tutti!
anche io la penso come molti di voi...riguardando il video,oltre alle atnte difficoltà riscontrate da un disabile che sono purtroppo all'ordine del giorno,mi ha colpito il problema dell'attraversamento pedonale di un cieco: in molti paesi esistono i semafori sonori che quantomeno aiutano ad attraversare.
Perchè da noi no?
O se ci sono,sono comunque troppo pochi?
avatar
Sara Gribaudo

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 06.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

intervento 3 lezione

Messaggio  Liguori Laura il Mar Nov 17, 2009 9:15 pm

Guardando i video in aula mi sono resa conto di quanto l'Italia,nonostante sia un paese cosiddetto "ricco" ed industrializzato non sia preparato per realizzare adeguatamente servizi per i disabili e non solo,anche la stessa popolazione non è in grado di percepire questo problema e le difficoltà che ogni giorno hanno i disabili per spostarsi e svolgere attività quotidiane che noi portiamo a termine con semplicità,senza nemmeno pensarci ed invece loro sono continuamente costretti ad essere limitati nelle loro attività perchè non ci sono i giusti servizi.Proprio ieri pomeriggio tornando dall'università e dirigendomi verso casa davanti a me c'erano due signori uno dei quali seduto sulla sedia a rotelle e l'altro che spingeva la carrozzina; stavano tentando di entrare sotto la stazione di p.zza Garibaldi con non pochi problemi in quanto per raggiungere la parte sotterranea di quest'ultima ci sono solo delle scale non un'ascensore od una scala mobile e ho visto con mio enorme dispiacere come l'uomo che spingeva la carrozzina (neanche più giovanissimo) dovesse affaticarsi nello scendere pian piano le scale e giungere in stazione e di come i disabili non possano nemmeno essere autonomi di spostarsi da un luogo ad un altro senza il supporto di una persona al loro fianco.E se in quel caso il disabile si fosse trovato lì da solo come avrebbe potuto raggiungere la stazione?Beh questa è una domanda a cui purtroppo non so dare risposta!

carissima Laura, è proprio il tuo NUOVO sguardo, il nostro scopo....!
Guardare e riflettere su quello che prima vedevamo ma non eravamo predisposti nel percepire............
con questa osservazione hai centrato esattamente il motivo per cui lavoro in questo modo nei miei corsi. Brava a te e a tutti voi che avete iniziato a guardarvi intorno con occhi nuovi!
la docente
avatar
Liguori Laura

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 05.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Messaggio  concetta la rocca il Mar Nov 17, 2009 10:11 pm

ATTRAVERSO LA VISIONE DEL VIDEO HO CONSTATATO QUANTO SIA DIFFICILE PER I DISABILI LA PIENA INTEGRAZIONE NELLA SOCIETA'. OCCORRE ASSOLUTAMRENTE ABBATTERLE QUESTE BARRIERE ARCHITETTONICHE, ALTRIMENTI I DISABILI SI SENTIRANNO COSTANTEMENTE DIVERSI DAL RESTO DELLA SOCIETA' NON POTENDO ACCEDERE AI MEDESIMI SERVIZI A CUI I "NON DISABILI" POSSONO ACCEDERE . E IL DISABILE NON è DA CONSIDERARSI UN DIVERSO.
avatar
concetta la rocca

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 08.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

barriere architettoniche

Messaggio  Antonietta Arbucci il Mar Nov 17, 2009 10:33 pm

Ripensando ai video visti in aula ,mi sono resa conto che nonostante siano stati fatti molti passi avanti per quanto riguarda il problema dell' intregazione e dell' accetazione della diversità, ci sono ancora alcuni aspetti che vengono trascurati e rendono difficile la vita quotidiana di queste persone.

Antonietta Arbucci

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Barriere archittettoniche

Messaggio  Gabriella Fioretti il Mer Nov 18, 2009 12:33 am

Non è poco ciò che si fa attraverso spot pubblicitari, manifesti di vario genere, blogs, movimenti di associazioni onlus per rendere noto ai cittadini e, direi, alle autorità competenti, del disagio vissuto dalle persone diversamente abili quando queste son fuori dalla loro casa. Camminare per strada, spostarsi per qualsiasi esigenza diventa una tragica impresa.
Mi auguro che la divulgazione dei video a cui abbiamo assistito possa scuotere l'opinione pubblica affinchè sia portavoce di cambiamenti necessari.
Gabriella F.

Gabriella Fioretti

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 14.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Messaggio  Massimiliano il Mer Nov 18, 2009 1:36 am

Dopo la visione di alcuni video inerenti alle barriere architettoniche in città, ci viene chiesto di esprimere il nostro parere al riguardo.
Questa è stata denominata l’era del moderno, del tecnologico dove tutto è alla portata di un clic. Abbiamo internet, facebook, ma poi non abbiamo o non funziona una semplicissima rampa per accedere ad un ufficio postale, o peggio un marciapiede che permette ad una persona in carrozzella di salirvi. Questo è sola la punta di un iceberg, perché le più grandi barriere architettoniche da abbattere sono quelle mentali.
Sono proprio quelle che spaventano l’esistenza dei diversamente abili.
Cercare di abbattere gli ostacoli visibili in questa società è complicato, ma ancora più difficile sono quegli ostacoli racchiusi nelle personalità controverse di chi potrebbe fare tanto, ma non ha occhi per guardarsi intorno, questo perché tali soggetti guardano solo con gli occhi della mente, del portafoglio e non del cuore.
Dopo tante riflessioni sono giunto a questa conclusione: non è difficile capire la realtà di chi vive una condizione di svantaggio, ma più che altro RICORDARE cosa sia il disagio.
Penso che a tutti almeno una volta nella vita sia capitato un evento che gli ha impedito di svolgere le normali attività di tutti i giorni; avere un arto ingessato, portare delle bende agli occhi, non poter ascoltare e così via. Basta RICORDARE quei pochi attimi, perché pochi sono rispetto a chi vive un’intera esistenza nel disaggio per renderci conto di cosa possa essere una vita fuori dalla vita.
Massimiliano Tarantino.

Caro Massimiliano,
grazie per la tua osservazione, quello di cui parli tu è quello che io chiamo il digital disability divide. Il divario digitale della disabilità. Le conseguenze sono molteplici e la riflessione è ancora in itinere. Sicuramente il tuo focus sul ricordare è una prospettiva che merita molta attenzione e riflessione.
la docente

Massimiliano

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

da Antonietta Arbucci Ieri a 21:27

Messaggio  Admin il Mer Nov 18, 2009 1:09 pm

Barriere Architettoniche
Antonietta Arbucci Ieri a 21:27

.Ripensando ai video visti in aula mi sono resa conto che nonostante siano stati fatti molti passi avanti per quanto riguarda il problema dell'integrazione e dell' accettazione della diversità, ci sono ancora alcuni aspetti che vengono trascurati e rendono difficile la vita quotidiana di queste persone..
Antonietta Arbucci


Messaggi: 4
Data d'iscrizione: 01.11.09
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 22.10.09
Età : 44
Località : NAPOLI

Visualizza il profilo http://brigantilab2009.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Barriere architettoniche

Messaggio  valeriariccio il Mer Nov 18, 2009 2:04 pm

Sono dei video molto toccanti e' la tristezza sta nel fatto che comuque la societa',chi ci dirige dall'alto non si lascia comunque sensibilizzare. Partendo dal fatto che la prima barriera per un diversamente abile siamo noi, barriere umane, sempre pronti a mettere distanze nei confronti della diversita',a guardare e andare oltre senza offrire il nostro aiuto...
Girando un po' in internet mi e' capitato di leggere un pdf intitolato "Disciplina delle barriere architettoniche alla luce della recente giurisprudenza". Devo dire di essere rimasta senza parole nei confonti delle decisioni di alcuni i giudici ordinari, amministrativi e contabili. Ci sono scritti periodi come:"le decisioni non sono tutte univoche nel riconoscere la prevalenza dei diritti del disabile anche se, a onor del
vero, le pronunce di segno negativo rappresentano la netta minoranza (circa il 15%)" oppure:"I giudici soprattutto nell'applicazione dell'art. 2 della L.13/89 (in materia di eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati) si sono trovati spesso di fronte al bivio del bilanciamento dei contrapposti interessi: quello del portatore di handicap all'eliminazione delle barriere (diritto, questo, riconosciuto dalla legge
ordinaria e che trova la consacrazione, perlomeno indiretta, negli articoli 2, 3, 32 e 38 Cost.) e quello, pure rilevante, della proprietà privata, anch'esso sancito a livello costituzionale (art. 42 Cost.). La stessa L. 13/89,nell'art. 2, comma 3, fa salva la norma contenuta nell'art. 1120,comma 2, cod. civ. che vieta quelle innovazioni che ne alterino il decoro architettonico o che rendano talune parti comuni
dell'edificio inservibili all'uso o al godimento anche di un solo condomino."
I(pochi) precedenti negativi (di svariata provenienza, da qualche Pretura e Tribunale alle Corti d'Appello di Napoli )hanno negato al portatore di handicap il diritto di realizzare, anche a proprie spese, una rampa di accesso e finanche l'ascensore, dando invece di volta in volta la prevalenza alle contrapposte esigenze di conservazione dell'estetica dell'immobile.
Si parla di deprezzamento degli immobili, di conservazione dell'estetica, di eventuali disagi che un ausilio per i diversamente abili potrebbe causare ai condomini.....provo vergogna io al sol pensiero che ancora oggi ci siano persone che la pensano così, seppur (poche) ,così come e' riportato nell'articolo, ma che dalle quali decisioni dipende l'andamento della società e della nostra vita. Persone che sentono la responabilita' di salvguardare i diritti degli altri(ma quelli sani) e i beni comuni senza pensare che anche i portatori di handicap sono un bene per tutta la societa' e hanno il diritto quanto tutti di avere almeno nella vita vita sociale degli aiuti e semplificazioni.

ti ringrazio per la segnalazione, se possiamo proviamo a leggerlo in aula, l'ho scaricato.
la docente
avatar
valeriariccio

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 04.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Link da Repubblica

Messaggio  annamaria mancuso il Mer Nov 18, 2009 2:29 pm

http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/scuola_e_universita/servizi/insegnanti-sostegno/insegnanti-sostegno/insegnanti-sostegno.html

Non so se questo sia il posto giusto per pubblicare questo link e dare la possibilità a tutte noi, future insegnanti di sostegno, di leggere quanto sta accadendo. appena l'ho letto ho pensato non solo che, dopo tutti i sacrifici che facciamo, chissà se e quando potremo raccoglierne i frutti, ma soprattutto al fatto che spendiamo tantissime parole per parlare di integrazione, e poi leggiamo queste cose.. comunque lascio a chi vuole il commento, o meglio una riflessione.

grazie, la tua segnalazione è utilissima per voi,

tuttavia colgo l'occasione di questo messaggio per invitare tutti all'attenzione in questi articoli,

[b][u]non daremo spazio a discussioni politiche
,

Il motivo è il tempo. Avendo molti contenuti da trattare non possiamo aprire discussioni su tematiche così calde che ci farebbero solo uscire fuori tema. Infatti ritengo fondamentale l'ordine nel forum, che ho suddiviso per lezione,
per non disperderci nella molteplicità dei temi come è accaduto in altri forum.
Vi chiedo, quindi, pur essendo molto d'accordo nel denunciarli, di non inserire in questo forum tematiche
politiche alle quali non abbiamo tempo e modo di rispondere quanto sarebbe dovuto.
grazie la docente

annamaria mancuso

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 01.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Messaggio  linaferrante il Mer Nov 18, 2009 8:33 pm

Trovo questo corso molto affascinate e interessante,perchè di solito siamo abituati ad ascoltare solo fiumi di parole,invece questa volta grazie ai laboratori possiamo associare a parole anche fatti e quindi entrare più a contatto con quelli che sono i problemi seri che un soggetto diversamente abile riscontra ogni giorno nella nostra società.Rileggendo le opinioni di molte mie colleghe sono daccordo con tutte ,è proprio vero: come è possibile che pur vivendo in un mondo iper_tecnologico ci sono ancora persone che a causa delle loro ridotte capacità motorie,visive,uditive si trovano ancora ad affrontare il problema della discriminazione? Io personalmente credo che sia inutile spendere troppe parole:io farei,io farò,io mi comporterei in questo modo...ecc...ecc... manca a tutto ciò un elemento principale che è alla base di tutto il RISPETTO PER L'ALTRO

linaferrante

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 13.11.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: lezione 3: 13 nov. LABOR. barriere architettoniche

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum